SPAZIO

Missione Artemis apre nuova era esplorazione

Spazio, Pasquali (Leonardo): “Missione Artemis apre nuova era esplorazione” “Con il lancio della prima missione Artemis si apre una nuova epoca per l’esplorazione spaziale. Tornare sulla Luna e stabilire una presenza umana permanente è un progetto molto ambizioso, ma possibile”. Così Luigi Pasquali, Coordinatore della attività spaziali di Leonardo, commenta il lancio della missione Artemis 1 che segna, dopo le storiche missioni Apollo, il ritorno dell’uomo verso la Luna. “Come Leonardo abbiamo dimostrato di avere tutte le competenze necessarie per poter supportare le missioni delle agenzie europee e mondiali e lo sviluppo di una Lunar Economy sostenibile: dalle infrastrutture orbitanti e moduli pressurizzati realizzati da Thales Alenia Space, a tecnologie abilitanti come robotica e sensori sviluppati negli stabilimenti Leonardo, fino ai servizi di telecomunicazione e navigazione di Telespazio” sottolinea Pasquali. Il lancio di oggi, avvenuto alle 7:47 italiane, dal famoso complesso di lancio 39B del Kennedy Space Center di Cape Canaveral, rappresenta un successo per la prima missione Artemis, il

Leggi di più...

Ritorno alla Luna

Urso: “Italia con Artemis 1 si conferma eccellenza mondiale” “L’Italia si conferma eccellenza mondiale”. E’ questo il commento a caldo del ministro dell’Industria e del Made in Italy con delega allo Spazio, Adolfo Urso, riguardo al successo della missione Artemis 1 della Nasa, partita questa mattina alle 7,47 ora italiana, dal Kennedy Space Center di Cape Canaveral, in Florida. La missione, la prima delle tre del grande programma Artemis che riporterà l’uomo sulla Luna, vede partner della Nasa anche l’Esa e l’Italia con l’Asi, e Urso ‘si dice per questo “orgoglioso dell’industria e della tecnologia italiane a bordo Space Launch System” di Artemis 1. Urso ricorda inoltre che “oltre al contributo industriale fondamentale al Modulo di Servizio Europeo per la capsula Orion, l’unico nanosatellite europeo a bordo è di una piccola azienda di Torino” riferendosi al minisatellite Argomoon realizzato per l’Asi dall’azienda italiana Argotec. Argomoon è un vero gioiello della tecnologia e lavorerà anche come una sorta di ‘piccola macchina

Leggi di più...

Spazio, Urso incontra Direttore Esa Aschbacher

Spazio, Urso incontra Direttore Esa Aschbacher, su tavolo conferenza Parigi Nuovo passo sul dossier Spazio del ministro Adolfo Urso. Dopo la conferma della sua partecipazione alla ministeriale Esa, Urso ha infatti incontrato oggi, a Palazzo Chigi, il Direttore Generale dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), Joseph Aschbacher. Il Mimit fa sapere che Aschbacher ha ringraziato il ministro Urso per l’eccellente contributo italiano in seno all’Esa e per la straordinaria esperienza e professionalità della nostra industria e dei nostri tecnici della filiera spaziale.  All’incontro sono stati affrontati da Urso e Aschbacher i temi che saranno sul tavolo della imminente Conferenza ministeriale Esa che si terrà a Parigi il 22 e 23 novembre prossimi. Urso ha auspicato che le decisioni che saranno prese in quel contesto siano fortemente improntate al principio della cooperazione europea e della tutela e sviluppo dei programmi già in atto, come ad esempio quelli sui lanciatori Vega e Ariane che per decenni hanno consentito all’Europa un autonomo accesso allo Spazio.

Leggi di più...

Cristoforetti: “Esperienza intensa e sfidante”

“E’ stata un’esperienza intensa e sfidante da tanti punti di vista”. Così l’astronauta italiana Samantha Cristoforetti alla sua prima conferenza stampa dopo il rientro dalla sua seconda missione sulla stazione spaziale internazionale, Minerva, sottolineando la sua gratitudine per questa seconda opportunità. A bordo della stazione spaziale c’è un “clima molto bello”, di “affiatamento, di legami forti in un gruppo che lavora insieme per gli stessi obiettivi” mettendo “davanti le cose che uniscono e da parte quello che è conflittuale”, afferma, aggiungendo che “la stazione spaziale mi manca e mancherà, ho passato un anno lì in quasi in due missioni”. Lì “si può vivere in modo che sulla Terra non è possibile: l’assenza di peso”, afferma. “Dal punto di vista fisico la tuta russa è molto rigida, ed era faticoso lavorarci dentro. Inoltre è di taglia unica, ed io sono al limite basso dell’altezza”, quindi “è stata una grande sfida fisica”. Ma “a livello mentale ero molto preparata e a mio

Leggi di più...

Spazio, Asi: “Operativo il secondo satellite Cosmo-SkyMed Csg”

(Adnkronos) – Il secondo satellite Cosmo-SkyMed di Seconda Generazione (Csg) diventa operativo rafforzando ancora di più il consolidato ruolo e il contributo dell’Italia nel campo dell’Osservazione della Terra. L’Agenzia Spaziale Italiana riferisce che è stata superata “con successo la fase di test e qualifica in volo”. I dati acquisiti dal satellite Csg2 vengono messi a disposizione degli utenti dall’Agenzia Spaziale Italiana e dal Ministero della Difesa. Il secondo satellite Cosmo-SkyMed di Seconda Generazione dell’Asi e del ministero della Difesa è così accessibile all’utenza ed il programma adesso “raggiunge l’importante traguardo di avere una costellazione Csg pienamente operativa, in linea con gli obiettivi prefissati dall’Agenzia Spaziale Italiana e dal ministero della Difesa che ne hanno promosso, finanziato e diretto, nel ruolo di committenti, l’intero programma di sviluppo” affermano le due istituzioni.  Per l’Asi “questo risultato conferma le eccezionali competenze dell’industria italiana”. L’operatività dei satelliti di seconda generazione consentirà di assicurare la piena continuità operativa dell’intera missione Cosmo-SkyMed, andando a sostituire gradualmente

Leggi di più...

Spazio, dall’Esa immagini spettacolari di Dart che impatta l’asteroide

(Adnkronos) – Sono “spettacolari” le immagini diffuse dall’Esa sull’impatto della sonda Dart della Nasa che, nelle prime ore di martedì scorso 27 settembre, alle 01:15, ha colpito con successo l’asteroide Dimorphos, la piccola luna di 160 metri che orbita intorno all’asteroide Didymos. L’Esa rileva che “circa 38 secondi più tardi, il tempo necessario alla luce per arrivare sulla Terra, le persone in tutto il mondo hanno assistito alla brusca interruzione della diretta dal veicolo spaziale, a indicare che l’impatto si era verificato come previsto: Dart non esisteva più”. Astronome e astronomi su una piccola fetta della superficie del nostro pianeta, che si estende dall’Africa meridionale e orientale all’Oceano Indiano fino alla Penisola Arabica, hanno potuto osservare l’evento in diretta con i telescopi.   Tra questi, indica ancora l’Agenzia Spaziale Europea, una mezza dozzina di stazioni si sono unite per una campagna di osservazione dedicata, organizzata dall’Ufficio per la Difesa Planetaria dell’Esa e coordinata dal team di osservatori del Near-Earth Object

Leggi di più...

Spazio, Cristoforetti comandante della Iss: “Grazie all’Italia se sono qui”

(Adnkronos) – “E’ un privilegio rappresentare l’Europa e l’Italia. Grazie davvero all’Italia e a tutte le italiane e a tutti gli italiani che mi hanno sempre supportata in questa missione”. A dirlo è stata l’astronauta italiana dell’Esa, Samantha Cristoforetti, ricevendo le ‘chiavi’ della Iss dal cosmonauta russo dell’Expedition 67 Oleg Artemyev, un gesto che dà inizio al ruolo di comandante della Iss di AstroSamantha.  “E’ un privilegio e onore, se sono qui è grazie a tutti le conquiste che l’Italia ha raggiunto in ambito spaziale” ha detto Samantha. Cristoforetti ha avuto su TikTok 50 milioni di like in una sinergia Esa-Asi sulla gestione del suo profilo.  

Leggi di più...

Spazio, arrivate 620 immagini dello scontro di Dart

(Adnkronos) – In 600 immagini il racconto della prima missione di difesa planetaria mai realizzata: la sonda Dart della Nasa ha impattato la notte scorsa l’asteroide Dimorphos per mostrare che un oggetto costruito dall’uomo può cambiare la rotta di un piccolo corpo celeste. E a testimoniare il successo della missione è stato il piccolo satellite LiciaCube italiano dell’Asi, costruito dall’azienda torinese Argotec, che ha scattato centinaia di foto dello scontro, immagini che terranno impegnate intere comunità di scienziati a studiare gli effetti del deragliamento e la natura di un asteroide finalmente visto così ‘da vicino’. “E’ un momento d’oro per le attività spaziali italiane, stiamo investendo tanto nello spazio e si vedono importanti ricadute in termini di missioni e anche di dialogo dell’Italia con i grandi player spaziali nel mondo” ha rilevato il presidente dell’Asi, Giorgio Saccoccia, intervenendo alla conferenza stampa a Torino, nella sede di Argotec. “La missione Dart della Nasa e del nostro satellite LiciaCube è stato un

Leggi di più...

Spazio, sonda Nasa impatta contro asteroide Dimorphos

(Adnkronos) – La sonda spaziale Dart della Nasa si è scontrata intenzionalmente contro l’asteroide Dimorphos per alterarne la traiettoria, dando vita al primo test di difesa del genere. Il Double Asteroid Redirection Test (Dart) è stata infatti la prima missione a tentare di allontanare un oggetto pericoloso per mezzo di un esperimento diretto, secondo quanto ha spiegato il direttore della missione spaziale Thomas Zurbuchen. La Nasa ha trasmesso in live streaming l’approccio della sonda senza pilota mentre si avvicinava sempre di più all’asteroide. 

Leggi di più...

Impatto fra sonda Dart e l’asteroide Dimorphos

(Adnkronos) – Countdown sempre più serrato per la missione Dart della Nasa che questa notte impatterà l’asteroide Dimorphos per deviarne il ‘cammino’ mentre il satellite dell’Agenzia Spaziale Italiana LiciaCube, l’unico coinvolto nel programma, sta già rilasciando le prime immagini da 14 milioni di chilometri dalla Terra. La diretta del primo esperimento di difesa planetaria viene trasmessa dalla Nasa, dall’Esa e dall’Asi ed è previsto per l’1,14 ora italiana di martedì 27 settembre. L’idea della missione è quella di testare la capacità a deviare un eventuale pericolo di ‘scontro’ fra la Terra e un asteroide e Dimorphos, che è grande appena 160 metri di diametro, è un perfetto obiettivo. In questa missione l’Italia ha un ruolo di punta con l’Agenzia Spaziale Italiana e l’azienda Argotec che hanno rilasciato già le prime foto scattate da LiciaCube, l’unico satellite coinvolto nella missione di difesa planetaria della Nasa, Dart. In questa prima missione italiana in deep space – che viene trasmessa in diretta su

Leggi di più...

Spazio, Esa e Egu premiano eccellenze

Osservazione della Terra L’Europa rilancia sullo studio del nostro pianeta dallo spazio e, dopo il successo dell’edizione inaugurale Esa-Egu Earth Observation Excellence Award del 2021, l’Agenzia Spaziale Europea annuncia il via libera al nuovo bando per la selezione di progetti mirati ad un uso innovativo dell’osservazione della Terra. Il bando si apre oggi e si chiude il 7 dicembre prossimo e con questo riconoscimento l’Agenzia spaziale europea (Esa) e l’Unione europea delle geoscienze (Egu) vogliono premiare singoli scienziati o team che proporranno nuove soluzioni e nuove tecnologie in questo settore ormai strategico delle attività spaziali.   “L’osservazione della Terra è diventata uno strumento indispensabile per una serie di discipline di geoscienza” ha infatti rilevato Simonetta Cheli, Direttore dei Programmi di Osservazione della Terra dell’Esa, evidenziando che questo settore di “contribuisce ad una maggiore comprensione scientifica e svolge un ruolo cruciale per monitorare il nostro pianeta. Inoltre, è diventato anche una fonte di informazioni tempestive e pertinenti per guidare lo sviluppo

Leggi di più...

Spazio, Comparini: “Sulla Luna torniamo per restarci”

(Adnkronos) – Dopo più di 50 anni dalle missioni Apollo che hanno portato per la prima volta l’uomo sulla Luna, “adesso, con le missioni Artemis, torniamo per restarci, non per camminare solo sul suolo lunare”. E’ il Ceo di Thales Alenia Space Italia, Massimo Comparini, a ricordare, conversando con l’Adnkronos, l’orizzonte ampio delle nuove missioni lunari Artemis della Nasa di cui la prima, Artemis 1, è sulla rampa di lancio con il countdown nuovamente fissato per il 3 settembre, alle 20,17 ora italiana, dal Kennedy Space Center in Florida. Dopo lo stop del 29 agosto scorso per un problema al motore 3 Rs25, la Nasa dunque ci riprova a lanciare Artemis 1 e a dare il via alla nuova stagione lunare con le nuove missioni realizzate in collaborazione con l’Europa, attraverso l’Esa, e che vedono l’Italia con l’Asi in un ruolo importante. “Riporteranno astronauti e astronaute sul nostro satellite naturale questa volta per lavorare sulla Luna nei prossimi anni, per

Leggi di più...

Spazio, Lotta ai detriti spaziali

Spazio, con vela solare italiana Artica lotta ai detriti spaziali E’ stata aperta in orbita una vela solare italiana, si chiama Artica, è imbarcata sul cubesat Alpha e le sue nuove tecnologie promettono un nuovo orizzonte anche per ridurre la spazzatura spaziale. Il nanosatellite a forma di cubo era stato lanciato il 13 luglio scorso dalla base spaziale europea di Kourou, nella Guyana francese, in occasione del primo volo di Vega C, la nuova generazione del vettore italo-europeo Vega. Realizzato dalla società Npc di Imola, in provincia di Bologna, nello specifico dalla divisione spazio Spacemind, il sistema Artica consentirà ai piccoli satelliti in orbita bassa di effettuare il de-orbiting al termine della loro missione, cioè ridurre la quota e bruciare a contatto con gli strati più alti dell’atmosfera.   “Ad oggi, secondo i dati dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), in orbita terrestre vi sono circa 130 milioni di oggetti di varie dimensioni, compresi 20mila satelliti. Limitare la spazzatura spaziale sta diventando

Leggi di più...

Spazio: Thales Alenia Space con Eutelsat, si potenzia connettività a banda larga in Europa

(Adnkronos) – Thales Alenia Space sosterrà la fornitura di banda larga ad alta velocità in tutta Europa e di servizi di connettività, fornendo la soluzione SpaceGate al satellite Eutelsat Konnect Vhts. La joint venture fra Thales (67%) e Leonardo (33%) ha annunciato che ha già realizzato per Eutelsat il satellite digitale Eutelsat Konnect Vhts basato sulla piattaforma interamente elettrica Spacebus Neo, il cui lancio è previsto per il prossimo 6 settembre. La soluzione satellitare di accesso alla rete SpaceGate, progettata per i satelliti ad alta e altissima velocità, fornirà connettività a banda larga con la migliore efficienza spettrale, aumentando significativamente le prestazioni del segmento di Terra Eutelsat Konnect Vhts.  L’azienda tecnologica ha spiegato che Eutelsat Konnect Vhts fornirà accesso a Internet ad alta velocità ovunque in Europa, soprattutto nelle regioni isolate con scarsa copertura, offrendo un servizio alla pari delle reti in fibra ottica in termini di prestazioni e costi. Con una velocità di trasmissione istantanea di 500 Gbps in

Leggi di più...

Spazio, Aschbacher: “missione Artemis momento storico per l’Europa”

(Adnkronos) – “E’ un momento storico per l’Europa”. A scandirlo è stato il direttore generale dell’Esa, Josef Aschbacher, nel corso di una conferenza stampa convocata dall’Esa a poche ore dall’annuncio della Nasa del lancio di Artemis 1 che darà il via, il 29 agosto prossimo, al nuovo programma lunare, dopo le storiche missioni Apollo.   “E’ un momento storico perché l’Europa con l’Esa è parte di questa nuova straordinaria missione” lunare ha osservato Aschbacher ricordando che “Artemis fa tornare il ricordo delle missioni lunari” storiche del programma Apollo. Le missioni Apollo “sono state un potente motore dal punto di vista economico e tecnologico ma hanno anche reso gli Usa leader a livello globale”. Questa volta, ha sottolineato Aschbacher, “l’Europa è parte del programma Artemis, l’Europa va sulla Luna ed è partner chiave delle missioni Artemis”.  

Leggi di più...

Spazio, con Artemis 1 anche l’industria italiana sulla Luna

(Adnkronos) – Prende il via il 29 agosto il nuovo programma lunare Artemis che culminerà verso il 2025 con lo sbarco della prima donna e del prossimo uomo sulla Luna. Veicoli spaziali, moduli abitativi, robot e sistemi di connessione consentiranno di vivere lo spazio in modo sostenibile. E per realizzare questo nuovo, ambizioso obiettivo dell’umanità c’è il meglio dell’industria spaziale concentrato sulle prossime missioni lunari a bordo delle quali salgono anche player storici dell’aerospazio italiano. Insomma, con il lancio di Artemis 1 in programma, lunedì prossimo 29 agosto, si sta concretizzando un piano ambizioso, sviluppato dalla Nasa con la collaborazione dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), e una forte partecipazione dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), a distanza di 50 anni dall’ultima camminata lunare di Eugene Cernan. Il programma Artemis punterà ad una presenza sul suolo lunare sostenibile anche da un punto di vista ambientale e consentirà di fare ricerca per acquisire conoscenze utili anche alla vita sulla Terra, assicurano le agenzie spaziali di

Leggi di più...

Spazio, tanta Italia sulla Luna a bordo di Artemis 1

(Adnkronos) – C’è tanta Italia a bordo della prima missione lunare Artemis 1 che vede in volo anche il cubesat italiano Argomoon. A tenere altro il nostro tricolore nella nuova era di missioni lunari della Nasa, con Esa partner, è l’Asi che sottolinea come il nostro Paese abbia “un ruolo da protagonista con il settore spaziale italiano guidato dall’Agenzia Spaziale Italiana”. Realizzato dalla torinese Argotec, l’Asi indica che il cubesat Argomoon è l’unico satellite europeo che andrà in orbita lunare.   Argomoon, continua l’Asi, è “un osservatore spaziale che riprenderà dall’esterno le tecnologie che voleranno su Sls”. L’Agenzia guidata da Giorgio Saccoccia evidenzia inoltre che “la partecipazione italiana a questo programma si sviluppa anche grazie al fondamentale contributo e l’importante lavoro di cooperazione tra l’Agenzia Spaziale Italiana, l’industria italiana e le numerose piccole e medie imprese”. “Il coinvolgimento dell’industria parte da Leonardo e Thales Alenia Space che hanno realizzato alcuni componenti del modulo di servizio europeo Esm (European Service Module)

Leggi di più...

Spazio, al via nuovi studi sugli asteroidi

(Adnkronos) – L’esplorazione degli asteroidi diventa più robusta e autosufficiente attraverso soluzioni innovative per la raccolta di campioni di polvere di asteroidi e comete. E’ l’obiettivo del Politecnico di Milano che è stato nominato come coordinatore del progetto europeo di ricerca Marie Skłodowska-Curie Fellowship (Msca-If) Cradle (Collecting Asteroid-Orbiting Samples). Asteroidi e comete, spiega il PoliMi, contengono, infatti, informazioni fondamentali sulla nascita e l’evoluzione del nostro Sistema Solare. Questi corpi celesti sono ricchi di risorse preziose come metalli, silicati e acqua che potrebbero essere sfruttate attraverso future missioni per la loro estrazione e consentire missioni autosufficienti di lunga durata, ma la composizione fisica degli asteroidi è varia e, nella maggior parte dei casi, poco conosciuta, avvertono i ricercatori del Politecnico di Milano.  Il progetto Cradle, condotto dal ricercatore Mirko Trisolini, si pone proprio l’obiettivo di migliorare la nostra conoscenza degli asteroidi svelando la dinamica e la composizione delle loro polveri. Cradle esplora nuovi concetti per la raccolta di campioni di asteroidi

Leggi di più...

Spazio, ritorno alla Luna: pronto Artemis-1

E’ tutto pronto per il ritorno alla Luna dopo le storiche missioni Apollo. Mancano infatti appena 20 giorni al lancio della prima missione del nuovo programma lunare Artemis della Nasa. Un programma che insieme all’Esa e all’Europa, vede a bordo anche l’Italia con un importante lavoro di cooperazione tra l’Agenzia Spaziale Italiana, l’industria italiana e le numerose piccole e medie imprese coinvolte in questo ambizioso programma internazionale. Il lancio della missione Artemis-1 è previsto il 29 agosto prossimo, alle 14,33 ora italiana dal complesso di lancio 39B del Kennedy Space Center di Cape Canaveral, lo stesso delle missioni Apollo che hanno segnato il primo passo dell’uomo sul nostro satellite naturale il 20 luglio 1969. Il prossimo lancio di Artemis-1 vedrà il gigantesco vettore americano Space Launch System (Sls-1) portare per la prima volta la capsula Orion – ma senza uomini – attorno alla Luna e anche il nostro Paese sarà a bordo della missione. L’Italia è infatti coinvolta nel programma

Leggi di più...

Spazio, passeggiata spaziale per @AstroSamantha: è la prima donna europea

(Adnkronos) – Prima passeggiata spaziale per l’astronauta italiana dell’Esa Samantha Cristoforetti che diventa così anche la prima donna europea a compiere un’attività extraveicolare (Eva). L’Agenzia Spaziale Europea ha confermato che giovedì il 21 luglio prossimo Samantha Cristoforetti uscirà dalla Stazione Spaziale Internazionale per una passeggiata spaziale insieme al cosmonauta Oleg Artemyev. Sarà la prima passeggiata spaziale di Samantha e la prima condotta da una astronauta europea e Samantha si appresta così ad uscire per la prima volta dalla Stazione Spaziale Internazionale per una attività extraveicolare che la vedrà impegnata a lavorare fuori dal segmento russo.   L’inizio dell’attività extraveicolare è prevista per le 16:00 Cest, ora italiana, e l’attività extraveicolare potrà durare fino a sette ore. La Eva di Samantha Cristoforetti e Oleg Artemyev sarà trasmessa in diretta a partire dalle 15,30 sul canale tv dell’Agenzia Spaziale Europea ‘Esa Web Tv’. Per l’occasione l’Agenzia Spaziale Italiana seguirà l’evento con il commento di Gabriele Mascetti, responsabile ufficio volo umano dell’unità coordinamento

Leggi di più...

Spazio, il Vega C scalda i motori

(Adnkronos) – E’ tutto pronto per il lancio inaugurale del nuovo lanciatore europeo Vega C (Consolidation) dell’Esa il cui volo VV21 è attualmente previsto per il 13 luglio prossimo alle 08,13 (ora locale), dalla base di lancio europea di Kourou, nella Guyana francese, quando in Italia saranno le 13,13. La nuova generazione Vega-C aumenta le prestazioni e la competitività del suo predecessore Vega con un primo stadio P120C in comune con Ariane 6, un secondo stadio Zefiro 40 ed un quarto stadio Avum+ decisamente potenziati. Per il lancio sono attesi a Kourou i vertici dell’Esa, con il dg Josef Aschbacher, e dell’Asi con il presidente Giorgio Saccoccia, insieme ai vertici delle maggiori realtà industriali della missione Avio, con il Ceo Giulio Ranzo, e Arianespace, con il Ceo Stephane Israel.   A bordo del nuovo lanciatore europeo Vega C dell’Esa, realizzato in gran parte dall’italiana Avio a Colleferro, alle porte di Roma, c’è tanta Italia. A cominciare dal carico utile principale

Leggi di più...

Caldo estremo, ecco la foto dallo spazio

(Adnkronos) – L’Esa e la Nasa hanno fotografato dallo spazio il caldo estremo registrato sulla Terra in queste giornate da record. Le temperature dell’aria superiori a 10°C e al di sopra della media del periodo dell’anno sono state ‘tradotte’ in immagini impressionanti di alcune aree dell’Europa, degli Stati Uniti e dell’Asia riprese a giugno 2022, un mese che ha segnato un record di caldo estremo. L’Agenzia Spaziale Europea ha appena diffuso le immagini rilevate da uno strumento installato sulla Stazione Spaziale Internazionale che ha scattato la fotografia del caldo e delle recenti temperature estreme della superficie terrestre per alcune città europee, tra cui Milano, Parigi e Praga.  L’Esa spiega che lo strumento, chiamato Ecostress, è di proprietà del Jet Propulsion Laboratory (Jpl della Nasa ed è importante perché sta aiutando nello sviluppo del nuovo satellite Copernicus Sentinel che realizzerà la missione Land Surface Temperature Monitoring (Lstm). Ecostress mostra uno dei volti della intensa collaborazione fra Esa e Nasa per dare

Leggi di più...

Spazio, Esa: “Successo la missione ‘lunare’ sull’Etna”

(Adnkronos) – Si conclude sull’Etna un nuovo importante step delle prove tecniche per il ritorno sulla Luna. La ‘missione lunare’ del rover Interact sulle pendici del vulcano siciliano ha infatti sperimentato con successo come raccogliere campioni di roccia che dovranno essere realmente prelevati nelle future missioni sul nostro satellite naturale. L’Agenzia Spaziale Europea (Esa) ha annunciato oggi che l’astronauta Thomas Reiter è infatti riuscito con successo a controllare, da un albergo a Catania, il rover che si trovava a 23 chilometri di distanza su un fianco dell’Etna, a 2.600 metri di altezza. “Quando Thomas ha ordinato al rover di raccogliere sassi, la sua mano ha sperimentato esattamente ciò che sentiva la pinza del robot: una dimensione ancora più spinta attraverso il telecomando” ha riferito l’Esa.   Questa parte conclusiva del progetto “Analog-1” dell’Esa è stata realizzata nell’ambito di una più ampia campagna multi-agenzia e multi-rover, organizzata dal Centro aerospaziale tedesco Dlr. Il progetto Arches, Autonomous Robotic Networks to Help Modern

Leggi di più...

Spazio, Bernardini (ArianeGroup): “Mercato libero? Non giochiamo al ‘Monopoli'”

(Adnkronos) – Sul mercato delle attività spaziali “ho qualche piccola riserva” quando si parla di liberalizzare e liberare il mercato istituzionale da norme e regole, “perché noi siamo già molto autonomi ma a me sembra come se stessimo giocando ad una partita di ‘Monopoli’: noi abbiamo rispettato ogni regola da 40 anni ed ora tutti chiedono di liberare mercato. La mia impressione è – sempre parafrasando il gioco del ‘Monopoli’ – come se volessero arrivare direttamente al ‘Parco della Vittoria’. Insomma o giochiamo tutti con le stesse regole, o cambiamo gioco”. A scandirlo conversando con l’Adnkronos è l’ingegnere Morena Bernardini, direttrice Strategia di ArianeGroup, che oggi è intervenuta alla seconda giornata di lavori promossa dall’Esa a Palermo, a Palazzo dei Normanni.   L’ingegnere sottolinea inoltre che “in Europa Arianespace (società di ArianeGroup ndr.) è l’unico attore dei lanci spaziali che mette in orbita più missioni di clienti commerciali che istituzionali” rispetto “alle altre potenze spaziali come Cina, Russia e Usa

Leggi di più...

Spazio, BepiColombo rincontra Mercurio

(Adnkronos) – BepiColombo sta per incontrare nuovamente Mercurio. Dopo il primo sorvolo del pianeta dello scorso anno, la navicella spaziale, una missione dell’Esa e della Jaxa giapponese lanciata a ottobre 2018, effettuerà giovedì 23 giugno alle 11,44 Cest (ora italiana), il suo secondo flyby di Mercurio a circa 200 chilometri di altezza dalla superficie del pianeta, il più interno del sistema solare e il più vicino al Sole. BepiColombo entrerà nell’orbita di Mercurio nel 2025 dopo circa 6 sorvoli totali del pianeta. BepiColombo è uno sforzo congiunto tra l’Agenzia Spaziale Europea (Esa) e l’Agenzia Spaziale Giapponese (Jaxa), la prima missione europea su Mercurio, il più piccolo ed il meno esplorato pianeta del Sistema Solare interno, e la prima missione ad inviare due sonde (Mpo dell’Esa e Mmo della Jaxa) che effettueranno contemporaneamente misurazioni complementari del pianeta e del suo dinamico ambiente.   Lo scopo principale del flyby, spiega l’Inaf, “è quello di affinare la traiettoria della navicella, utilizzando l’effetto di

Leggi di più...

Spazio, si rafforza collaborazione fra Italia e Argentina

(Adnkronos) – Italia e Argentina rafforzano la loro collaborazione nell’ambito dell’Osservazione della Terra con il progetto Siasge, il Sistema satellitare Italo-Argentino per la Gestione delle Emergenze Ambientali e lo Sviluppo Economico. A margine della seconda giornata del primo incontro dei rappresentanti delle agenzie spaziali e delle autorità dei Paesi latino-americani, organizzato nella sede dell’Agenzia Spaziale Italiana, il presidente dell’Asi, Giorgio Saccoccia, e il direttore esecutivo della Conae, Raul Kulichevsky, hanno firmato un nuovo accordo per la cooperazione relativa alla piena operatività del Siasge. La storica cooperazione tra Italia e Argentina in campo spaziale risale al 1992 e l’Asi ricorda di avere contribuito a tutte le missioni spaziali argentine, a cominciare dallo sviluppo dei satelliti per l’Osservazione della Terra Sac-B e Sac-C, dedicato allo studio della scienza della terra, e al satellite scientifico Sac-D/Acquarius.   “La collaborazione tra Italia e Argentina nello spazio trova oggi, nella fase più applicativa delle due costellazioni poste a sistema, un’ulteriore conferma del valore delle relazioni

Leggi di più...

Spazio, l’Esa svela nuovi misteri sulla Via Lattea

(Adnkronos) – Si allarga la mappa della Via Lattea grazie alla missione Gaia dell’Agenzia Spaziale Europea. L’Esa ha infatti annunciato il rilascio di nuovi dati della missione europea nata per creare la mappa multidimensionale più accurata e completa della nostra galassia. “Grazie ai dati che rilascia ‘Gaia’ gli astronomi possono così “ricostruire l’evoluzione passata e futura della nostra galassia nel corso di miliardi di anni e comprendere meglio il ciclo di vita delle stelle e il nostro posto nell’Universo” spiega l’Esa che il 13 giugno prossimo rilascerà il terzo set di dati completo di Gaia, un ‘pacchetto di informazioni “che contiene dettagli nuovi e migliorati di quasi due miliardi di oggetti nella nostra Via Lattea” e tutto ciò “rivoluziona la nostra comprensione della galassia”.  A svelare le nuove scoperte del satellite Gaia saranno il direttore generale dell’Esa, Josef Aschbacher, il Direttore della Scienza, Günther Hasinger, ed il Gaia Project Scientist, Timo Prusti. L’Esa ha anticipato che il catalogo “include nuove

Leggi di più...

Spazio, premiati all’Asi i ragazzi di ‘Iride’

(Adnkronos) – Sono 1.034 gli studenti che hanno risposto al bando “Spazio alle Idee” e 600 le scuole che hanno proposto un nome per la nuova costellazione europea di Osservazione della Terra che l’Italia si appresta a realizzare grazie ai fondi del Pnrr. E a vincere il concorso è stato un pool di studenti – provenienti da scuole delle province di Alessandria, Messina, Piacenza e Varese – che ha scelto ‘Iride’ come nome della nuova costellazione, nome selezionato dalla giuria composta dai tre astronauti italiani dell’Esa Samantha Cristoforetti, in orbita con la missione Minerva, Luca Parmitano e Roberto Vittori. A proporre il nome ‘Iride’ e a vincere il concorso sono state la classe II A, scuola primaria dell’Istituto comprensivo Militi; la classe II B, scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo di Carpaneto Piacentino; la classe III D, scuola secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo “A. Manzoni” di Samarate; la classe II C, scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo

Leggi di più...

Spazio, Bernardini (ArianeGroup):”Subito più regole o sarà un Far West”

(Adnkronos) – Nelle attività spaziali “servono subito più regole” altrimenti “sarà un Far West”. Ha chiuso con questa visione di prospettiva sulle attività in orbita l’ingegnere Morena Bernardini, Direttore Strategia e Innovazione di Ariane Group, terminando uno dei panel degli Stati Generali della Space Economy, in diretta oggi su Forbes.it “C’è spazio per tutto” eppure, ha argomentato Bernardini, lo spazio “sarà quello che noi decideremo sia nel futuro”, anche in termini di “connettività o per la difesa” ma “non sono per ‘lo spazio per tutti’ anche perché é estremamente costoso in termini energetici e anche ambientali”. L’ingegnere di ArianeGroup ha quindi ricordato come dal recente studio di Morgan Stanley emerga che “ammonterà a circa 30 miliardi di dollari il valore dei servizi dallo spazio da qui al 2030, ovvero fra 8 anni: riflettiamoci”. “Sono convinta- ha osservato ancora Bernardini- che lo spazio non rappresenti una produzione di massa e che se non ci diamo delle regole al più presto allora

Leggi di più...

Spazio, l’Asi punta ai nanosatelliti

(Adnkronos) – L’Agenzia Spaziale Italiana punta al settore dei nanosatelliti, presentando oggi il nuovo programma di sviluppo per tecnologie e missioni nanosatellitari, nel corso del workshop “Small is Beautiful”, organizzato nell’auditorium dell’Agenzia. L’obiettivo del programma – il cui nome è Alcor, come la stella della costellazione dell’Orsa maggiore, che simboleggia l’idea di guardare al futuro – è quello di porre il nostro Paese “in una condizione di consolidata leadership nel settore”, attraverso “opportuni investimenti” ripartiti tra missioni operative e sviluppo di tecnologie dedicate, garantendo “l’applicazione di standard tecnico-gestionali idonei” a queste tipologie di missioni caratterizzate da rapido ciclo di sviluppo, e “costi ridotti rispetto alle missioni tradizionali” spiega l’Asi. “Dai nanosatelliti arriva una forte spinta all’innovazione tecnologica a costi ridotti e con tempi di sviluppo rapidi per applicazioni sia istituzionali che commerciali” ha infratti sottolineato il presidente dell’Asi Giorgio Saccoccia ricordando che “per questo l’Asi dedica una particolare attenzione a questo settore ed ha deciso di aggregare in un unico

Leggi di più...

Spazio, l’Asi spinge sui nanosatelliti

(Adnkronos) – L’Agenzia Spaziale Italiana continua a spingere sulle tecnologie nanosatellitari e prosegue sul percorso tracciato con il Bando ‘Future missioni CubeSat’ che ha visto una partecipazione senza precedenti di centri di ricerca, università e imprese. Il presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, Giorgio Saccoccia, ha dato il via al nuovo programma ‘Small is Beautiful’ e giovedì prossimo ne presenta il logo ed i contenuti nell’Auditorium ‘Luigi Broglio’. A parlare di nanosatelliti sono anche il Generale di Corpo d’Armata Carmine Masiello, Sottocapo di Stato Maggiore della Difesa, il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, ed il Consigliere Andrea Mazzella, Capo Ufficio VIII, Dgs.   L’Agenzia spaziale italiana ritiene infatti il segmento dei nanosatelliti “molto importante” ed con il programma dedicato punta allo sviluppo di tecnologie abilitanti e alla realizzazione di missioni applicative, scientifiche e di dimostrazione tecnologica di CubeSat. “La tipologia di satelliti in miniatura, ma avanzatissimi tecnologicamente, sta cambiando profondamente sia il mercato sia l’industria spaziale grazie ai loro

Leggi di più...

Spazio, Nasa alla riscossa con Starliner

(Adnkronos) – La NASA è pronta per il test della capsula spaziale Starliner. Lo hanno annunciato alcuni funzionari dell’agenzia americana spaziale, una missione di prova, rinviata per lungo tempo, che dimostrerà che il gigante aerospaziale è in grado di far volare in sicurezza gli esseri umani nello spazio. Il decollo è previsto stanotte da Cape Canaveral, in Florida, poi la Starliner – il nuovo taxi spaziale messo a punto dalla Boeing – tenterà di agganciarsi alla stazione spaziale venerdì e trascorrerà quattro o cinque giorni attaccata all’avamposto orbitale prima di tornare sulla Terra. Se tutto va come previsto, Starliner potrebbe far volare il suo primo equipaggio di astronauti in autunno. 

Leggi di più...

Spazio, Ceo Arianespace conferma: “A giugno lancio Vega C”

(Adnkronos) – Dopo la definitiva conquista del podio della Big Space con il contratto con Amazon nell’ambito del lancio della nuova costellazione Kuiper, Arianespace punta a contribuire all’autonomia europea dei lanci spaziali e conferma per inizio estate il volo del Vega C e per dicembre il lancio dell’Ariane 6. Stéphane Israël, Ceo del player globale di servizi di lancio per i satelliti, ha confermato che il “Vega C è pronto a partire” e che “la campagna di lancio sta procedendo regolarmente”. “Stimiamo che il Vega C potrà volare dopo il 22 giugno, dopo il primo lancio dell’anno in corso dell’Ariane 5 che metterà in orbita due satelliti geostazionari per telecomunicazioni” ha detto Israël incontrando la stampa italiana a Roma. Il primo Ariane 5 del 2022, chiamato Va257, metterà in orbita due satelliti geostazionari per telecomunicazioni, Measat-3d e Gsat-24 e la missione aiuterà a migliorare la copertura della banda larga nella regione Asia-Pacifico, “un perfetto esempio dei nostri successi nelle esportazioni”

Leggi di più...

Spazio, Colao: “Motore M10 per Vega passo avanti tecnologico importante”

(Adnkronos) – “Il successo del primo test di accensione del motore Green M10 è un importante passo avanti tecnologico e strategico per i sistemi avanzati di accesso allo Spazio”. A rilevarlo è il ministro dell’Innovazione tecnologica e Transizione digitale Vittorio Colao in merito al test per il nuovo motore M10 a ossigeno e metano liquido di Avio per il lanciatore Vega.   “Il governo – sottolinea Colao- sostiene progetti come questo che espandono le capacità industriali italiane con tecnologie innovative e rafforzano la nostra partecipazione all’economia dello spazio e ai servizi a terra ad essa collegati”.   Il ministro evidenzia inoltre che “questi successi si basano sulla filiera di grandi, medie e piccole aziende che partecipano a un’economia strategica per il programma di innovazione del governo”.  

Leggi di più...

Spazio, Avio: “Successo test motore green per lanciatore Vega E”

(Adnkronos) – Passi avanti per il nuovo lanciatore spaziale Vega E che porterà satelliti leggeri e il cui primo volo è programmato per il 2026. Avio ha reso noto che il nuovo motore M10 a ossigeno e metano liquido per Vega E è stato testato con successo ieri nel poligono Sptf (Space Propulsion Test Facility) di Avio a Salto di Quirra in Sardegna. Il propulsore, sviluppato da Avio con una classe di spinta di 10 tonnellate, è il primo del suo genere ad essere testato con successo in Europa.   Avio spiega che M10 rappresenta, a tutti gli effetti, un motore green di nuova generazione, realizzato con tecnologie di additive layer manufacturing (Alm). Il motore M10 è parte dello sviluppo del lanciatore Vega E che, al momento, è nella fase di sviluppo ed è un progetto coordinato dall’Esa (European Space Agency) finalizzato a qualificare la versione successiva a Vega C a partire dal 2026. 

Leggi di più...

Spazio, iniziata la missione di Samantha, in volo con Minerva 6 esperimenti italiani

(Adnkronos) – E’ iniziata la seconda missione spaziale di Samantha Cristoforetti e da oggi prenderà il via il programma Minerva, una missione che conta decine e decine di esperimenti scientifici internazionali e tra questi 6 sono test italiani grazie all’impegno dell’Agenzia Spaziale Italiana guidata da Giorgio Saccoccia. Dopo la missione Futura del 2014-2015, anche questa volta l’astronauta italiana dell’Esa resterà circa 5 mesi nello spazio raccontando la sua vita ed il suo intenso lavoro in orbita attraverso Twitter, Youtube e, per la prima volta, usando anche il social cinese TikTok: Samantha è di fatto la prima TikToker spaziale. Ingegnere aerospaziale e aviatrice, Samantha ha ‘un’agenda di viaggio’ fittissima che, una volta a bordo della Iss, svolge con il ruolo di comandante del segmento orbitale americano Usos. La sua nuova missione Minerva ha preso il via con il lancio di mercoledì 27 aprile quando alle 9,52 ora italiana il Falcon 9 si è staccato dal Launch Complex 39A del Kennedy Space

Leggi di più...