IMPRESA

Brambilla “Numeri su cui riflettere”

Numero sempre più esiguo di contribuenti paga sempre di più in tasse’ Un numero sempre più esiguo di contribuenti paga sempre di più in tasse. E’ quanto emerge dall’Osservatorio dedicato a entrate fiscali e finanziamento del sistema di protezione sociale realizzato da Itinerari previdenziali con il sostegno di Cida e presentato oggi in occasione di un convegno al Cnel promosso proprio con la Confederazione dei manager. “Numeri su cui riflettere”, ha spiegato il presidente del centro studi e ricerche Itinerari Previdenziali Alberto Brambilla, rilevando “una differenza tra le diversi classi troppo marcata e destinata ad acuirsi per effetto dei recenti provvedimenti che aumentano importo e platea dei destinatari di bonus e agevolazioni varie. Giusto aiutare chi ha bisogno ma i nostri decisori politici tendono a trascurare come queste percentuali dipendano in buona parte da economia sommersa, evasione fiscale e assenza di controlli adeguati, per le quali primeggiamo in Europa: è davvero credibile che oltre la metà degli italiani viva con

Leggi di più...

Musk presenta Neuralink

“Chip nel cervello umano entro sei mesi” Un chip nel cervello umano entro sei mesi. E’ quanto ha annunciato Elon Musk durante l’evento ‘Neuralink Show and Tell’, in cui ha presentato le ultime novità dell’azienda che, tra l’altro, propone impianti che collegano il cervello a un computer. “È come sostituire un pezzo del tuo cranio con uno smartwatch, in mancanza di un’analogia migliore”, ha detto il fondatore di SpaceX, CEO di Tesla e, più recentemente, proprietario di Twitter. “Riteniamo che dovremmo essere pronti per avere un chip in un essere umano nel giro di 6 mesi. Stiamo lavorando sodo, prima di inserire un chip in un essere umano vogliamo essere sicuri che funzioni alla perfezione”, ha aggiunto.  Durante l’evento è stato mostrato un video realizzato per documentare l’efficacia del device, in grado di consentire ad una scimmia di muovere un cursore del mouse e digitare su un computer usando la mente. “Stiamo facendo tutto il necessario per testare i device,

Leggi di più...

La baguette diventa patrimonio dell’Unesco

La baguette, il pane tradizionale francese, è stata inserita nel patrimonio immateriale dell’umanità dall’Unesco. L’organizzazione, che premia soprattutto le tradizioni da salvaguardare più che i prodotti stessi, ha riconosciuto l’artigianalità e la cultura che circonda questo alimento sempre presente sulle tavole francesi. Emblema francese nel mondo, la baguette viene acquistata ogni giorno da 12 milioni di consumatori. “Questo è un riconoscimento per la comunità degli artigiani fornai e pasticceri”, ha scritto il presidente della Confederazione nazionale dei panifici-pasticceri francesi, Dominique Anract. Adnkronos

Leggi di più...

Artigiano in Fiera: le eccellenze calabresi

Le eccellenze calabresi si mettono in vetrina alla ventiseiesima edizione di Artigiano in Fiera, in programma da sabato 3 a domenica 11 dicembre a Fieramilano (Rho), tutti i giorni dalle 10.00 alle 22.30. La più grande manifestazione internazionale dedicata alla micro impresa diventa anche quest’anno un palcoscenico unico per aziende e prodotti dell’area dedicata alla Calabria, presso il padiglione 3, dove si svolgerà la cerimonia di inaugurazione dell’evento alla presenza delle più alte cariche istituzionali. In particolare, sono ben 123 gli attori del territorio che, grazie al sostegno della Regione Calabria, si presenteranno per nove giorni alla kermesse milanese. Il pubblico potrà scoprire alcuni dei prodotti tipici, a partire dal comparto agroalimentare: dai più raffinati olii extravergine d’oliva alla celebrazione della ‘Nduja in ogni forma, dalle produzioni casearie allo ‘Stocco di Mammola’, passando per produzioni tipiche che esaltano prodotti iconici della terra come bergamotto e liquirizia. E ancora: miele, Nacatole, torroni del Consorzio di Tutela di Bagnara Igp. Sulla ribalta

Leggi di più...

Voltolina, ‘2 mld in start-up?

Italia ne vale minimo 10 volte tanto ”Oltre due miliardi di investimenti totali in equity in startup hi-tech italiane sono un soddisfacente risultato soprattutto se, come ben evidenzia l’interessante ricerca del Politecnico di Milano, triplicano rispetto a due anni fa, però è un valore sottodimensionato di almeno 10 volte rispetto al potenziale di attrazione che la nostra economia deterrebbe soprattutto se alle start up abbinassimo le nostre Pmi, che per dimensioni sono simili sono poco più grandi di una start”. Lo dice Giovanna Voltolina, riconosciuta investor a livello internazionale ed esperta del settore italiano.   ”Se infatti si considerasse la quantità di Pmi, un immane patrimonio di ingegno, laboriosità e capacità di sviluppare il prodotto, ad elevato potenziale presenti nel nostro paese, e non mi riferisco quindi solo alle aziende tech – specifica l’esperta – la nostra economia potrebbe decollare a tal punto da scalare anche la classifica dei paesi più industrializzati al mondo, con conseguente benessere sull’indotto, sul lavoro,

Leggi di più...

5G Cresce numero università entrate in consorzio

“Il Cnit è un consorzio di università pubblico e il loro numero è cresciuto in questi anni di cinque unità. Di fatto raggruppiamo tutte le università che si occupano di telecomunicazioni in Italia”. Lo ha detto Nicola Blefari Melazzi, direttore del Cnit, aprendo i lavori dell’evento ‘5G Italy, verso le Tlc del futuro’, organizzato dal consorzio. Il Cnit “ha come scopo principale quello di facilitare la cooperazione tra università partner. Non si sostituisce ad esse e lo fa per progetti e iniziative di particolare rilevanza che coinvolgono un territorio ampio e un numero di università significativo”, ha ricordato aggiungendo come, tra gli obiettivi, c’è anche quello di fare sì “che le best practices che sono presso un’università vengano adottate da altre, di fare un po’ di trasferimento tecnologico, di aumentare il numero di ricercatori in Italia, cercando di limitare le migrazioni che ci colpiscono e che portano via nuovi talenti che a fatica portiamo a compimento nei nostri atenei”. Infine,

Leggi di più...

Inail: “909 morti sul lavoro in primi 10 mesi 22”

Le denunce di infortunio sul lavoro con esito mortale presentate all’Inail entro lo scorso mese di ottobre sono state 909, 108 in meno rispetto alle 1.017 registrate nei primi 10 mesi del 2021 (-10,6%), sintesi di un decremento delle denunce osservato nel quadrimestre gennaio-aprile (-32,5%) e di un incremento tra maggio e ottobre (+11,7%), nel confronto tra i due anni. Si registrano 127 casi in meno rispetto al periodo gennaio-ottobre 2020 (1.036 decessi) e 13 in più rispetto al periodo gennaio-ottobre 2019 (896 decessi). A livello nazionale i dati rilevati al 31 ottobre di ciascun anno evidenziano, pur nella provvisorietà dei numeri, un decremento per i primi 10 mesi del 2022, rispetto allo stesso periodo del 2021, solo dei casi avvenuti in occasione di lavoro, scesi da 815 a 659, per il notevole minor peso delle morti da Covid-19, mentre quelli in itinere sono passati da 202 a 250. Il calo ha riguardato soprattutto l’industria e servizi (da 859 a

Leggi di più...

Benzina e diesel, prezzo carburanti ancora in calo

Scendono ancora i prezzi dei carburanti, nonostante il rimbalzo delle quotazioni dei prodotti raffinati. La media nazionale della benzina in self service è a 1,65 euro/litro, quella del diesel a 1,73. Quanto ai prezzi in modalità “servito”, la media della verde scende sotto quota 1,8, il gasolio è a 1,88. A mezzanotte scatterà però l’aumento delle accise su benzina, gasolio e Gpl, cioè la riduzione del taglio introdotto lo scorso 22 marzo e prorogato per nove volte. Entra infatti in vigore il decreto Accise varato una settimana fa dal governo, che introduce dal primo dicembre nuove aliquote di accisa: per la benzina si passa da 478,40 euro per mille litri a 578,40 euro per mille litri; per il gasolio usato come carburante da 367,40 euro per mille litri a 467,40 euro per mille litri; per il Gpl carburante da 182,61 euro per mille chilogrammi a 216,67 euro per mille chilogrammi. L‘aumento è quindi pari a 100 euro per mille litri

Leggi di più...

Manovra 2023, obbligo Pos solo dai 60 euro

– Manovra 2023, obbligo Pos solo dai 60 euro. E’ quanto risulta nella nuova bozza in cui risulta la conferma dell’innalzamento a 5mila euro del tetto per l’utilizzo del contante. Le sanzioni previste, infatti, si applicheranno esclusivamente in caso di mancata accettazione da parte di soggetti che effettuano attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali, di pagamenti, a mezzo di carta di pagamento (carta di debito, carta di credito e carte prepagate), di importo superiore a 60 euro. Sulla questione del limite minimo per l’uso del Pos per i pagamenti ieri ci sono stati contatti tra Italia e Ue. “Si precisa che sul tema delle soglie al di sotto delle quali gli esercizi commerciali non sono tenuti ad accettare pagamenti con carte di pagamento, sono in corso interlocuzioni con la Commissione europea dei cui esiti si terrà conto nel prosieguo dell’iter della legge di bilancio”, si legge in una nota di Palazzo Chigi. “La scelta

Leggi di più...

Russia include Meta tra le organizzazioni estremiste

(Adnkronos) – Il ministero della Giustizia russo ha annunciato oggi che la società Meta – che controlla le piattaforme Facebook, Instagram e WhatsApp – è stata inclusa nell’elenco delle organizzazioni “estremiste”. Meta – hanno sostenuto le autorità russe – avrebbe consentito la diffusione di appelli alla violenza contro i cittadini russi, secondo quanto riferisce l’agenzia di stampa TASS. Una corte russa aveva già dichiarato Meta organizzazione estremista a fine marzo, decisione ratificata dopo l’appello del colosso americano. La Russia da mesi perseguita Meta e le sue attività, accusando la società di aver consentito che i social che controlla diffondessero false informazioni e “propaganda terroristica”.

Leggi di più...

Black Friday, è allarme truffe sul web

E’ allarme truffe online in vista del Black Friday e la corsa all’occasione rischia di trasformarsi in una sonora delusione o peggio ancora nel furto dei dati della carta di credito usata per l’acquisto. In vista della giornata di domani la Polizia Postale lancia un alert: ”Attenzione a offerte troppo vantaggiose e siti clone”. ”Al commissariato di Ps online arrivano tantissime segnalazioni di truffe in ambiente e-commerce, dall’inizio dell’anno ne abbiamo avute circa 10.300 – spiega all’Adnkronos la responsabile del Commissariato di Ps online della Polizia Postale, Luisa Massaro – in alcuni periodi dell’anno c’è un intensificarsi del fenomeno, per esempio in estate la truffa delle case vacanza, in inverno la truffa del pellet o ancora quelle dei regali natalizi. Naturalmente accade anche in occasione del Black Friday: sul web, accanto alle offerte reali, compaiono false occasioni a cui è davvero difficile rinunciare. Dagli utenti riceviamo le segnalazioni di siti che sponsorizzano dei prodotti a prezzi estremamente vantaggiosi e quasi

Leggi di più...

Soumahoro si autosospende

Soumahoro si autosospende da gruppo Alleanza Verdi-Sinistra La riunione tra Alleanza Verdi e Sinistra e Aboubakar Soumahoro si è appena conclusa con la scelta dell’ex sindacalista dei braccianti di autosospendersi da Avs. A comunicarlo, in una nota congiunta, i vertici di Avs. “Abbiamo incontrato Aboubakar Soumahoro per discutere ed approfondire le vicende che da giorni sono al centro della cronaca. Lo abbiamo trovato sereno e determinato. Aboubakar Soumahoro ci ha esposto il suo punto di vista e ha annunciato l’intenzione di rispondere punto su punto e nel merito alle contestazioni giornalistiche ribadendo la sua assoluta estraneità alle vicende. Naturalmente sarà lui a farlo, nelle forme e nei tempi che riterrà più opportuni. Perché questo avvenga con la massima libertà Aboubakar Soumahoro ci ha comunicato la decisione di autosospendersi dal gruppo parlamentare di Alleanza Verdi Sinistra”, fanno sapere Angelo Bonelli, Nicola Fratoianni e Luana Zanella.  “Rispettiamo questa scelta che seppur non dovuta – sottolineano – mostra il massimo rispetto che Aboubakar

Leggi di più...

Non più obbligo del Pos sotto 30 euro

Non c’è solo l’incremento del tetto all’uso del contante a 5000 euro. L’orientamento ‘pro banconote’ del governo Meloni si concretizza anche in un’altra misura significativa: non sarà più obbligatorio l’uso del pos, quindi i pagamenti con bancomat o carte di credito, per le transazioni inferiori a 30 euro. Cosa cambia? Molto. Se finora tantissimi commercianti, soprattutto i piccoli esercenti, dovevano ricorrere a scuse varie, disservizi di rete o dispositivo rotto le più gettonate, ora potranno semplicemente dire ‘no’ a chi vuole pagare con moneta digitale. La norma inserita in manovra prevede che il ministero delle Imprese e del Made in Italy decida entro 180 giorni, quindi entro giugno, i criteri di esclusione, al fine di garantire la proporzionalità della sanzione e di assicurare l’economicità delle transazioni in rapporto ai costi delle stesse. Lo stesso articolo dice che sono sospesi i procedimenti e i termini per l’adozione delle sanzioni. Quindi, niente più obbligo e niente più sanzioni. Anche se già prima

Leggi di più...

“Con Eni e Aspi partnership strategica”

Barchiesi (Cdp): “Con Eni e Aspi partnership strategica per quella sostenibile” “L’iniziativa a favore della transizione energetica e della mobilità sostenibile che abbiamo concepito e che stiamo implementando in collaborazione con partner industriali quali Autostrade per l’Italia ed Eni dimostra come CDP sia sempre più impegnata nel dare concreta attuazione al Piano Strategico garantendo, al contempo, benefici al territorio e favorendo inoltre l’implementazione dei principi di economia circolare”. Lo afferma Fabio Barchiesi, Responsabile del Coordinamento Implementazione Piano e Iniziative Strategiche di Cassa Depositi e Prestiti che ha fra le sue priorità quello di accelerare il processo di transizione energetica, rendendolo possibile anche nell’ambito del trasporto autostradale, senza dimenticare lo sviluppo dell’economia circolare, un altro dei 10 campi di intervento individuati nel Piano Strategico 2022-2024 per colmare i gap di mercato identificati con gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’Onu per lo Sviluppo Sostenibile e con le missioni del PNRR.  Il riferimento di Barchiesi è all’accordo che Cassa ha siglato a metà novembre

Leggi di più...

Federalberghi: “Gestire un unico sistema”

“Gestire in un unico sistema presenze, fatturato e costi per essere competitivi” “La volontà di Federalberghi Veneto è quella di aiutare i nostri associati nell’ottimizzare gli investimenti e le risorse che sono destinate all’efficientamento energetico delle strutture anche in relazione al cambiamento del profilo del turista. Quello che la nostra categoria deve fare è un salto culturale nella gestione. Perché in questi anni è cambiato il modello: al fattore presenze si è aggiunto il tema del fatturato ed oggi anche quello del controllo dei costi. Dobbiamo essere capaci di gestire insieme questi tre fattori in un unico sistema. Così infatti saremo in grado prendere decisioni velocemente e, inoltre, per lo stesso motivo è necessario dotarsi di piattaforme tecnologiche digitali in grado di leggere i trend futuri della domanda, oggi disponibili sul mercato. Questo significa passare ad una visione manageriale fondamentale per rimanere sul mercato ed essere competitivi”. Così il presidente di Federalberghi Veneto Massimiliano Schiavon ha chiuso l’incontro dl titolo

Leggi di più...

Lavoro Donne Imprese

Gli strumenti e le opportunità delle nuove Politiche di Genere E’ stato dedicato al ruolo delle donne nelle imprese e agli strumenti di incentivazione per la valorizzazione di genere il seminario organizzato da Confimi Industria Bari presso la Camera di Commercio, in collaborazione con il suo Gruppo Donne Imprenditrici, con il contributo scientifico di Csqa Certificazioni, del Centro Studi Intrapresa e della Rete Donne Costituenti di Puglia e quello organizzativo del Consorzio Stabile Athanor. Dopo l’introduzione di Riccardo Figliolia Segretario Generale di Confimi Industria Bari, sono intervenuti Emanuela Megli di M74 Solution, l’avvocato Antonella Ida Roselli del Consiglio Nazionale Forense e Marco De Feo della Commissione Sindacale Nazionale di Confimi Industria, Antonella Bellino per la Regione Puglia, l’imprenditrice Giusy Cialdella del Centro Studi Intrapresa, Marco Omodei Sale’ per Csqa Certificazioni, Giulio Florido per Confimi Ambiente Bari e Tea Dubois per la Rete Donne Costituenti Puglia. Le conclusioni sono state  affidate a Gianna Elisa Berlingerio Direttora dell’Assessorato allo Sviluppo Economico della

Leggi di più...

Lavoro, tornano i ‘voucher’

Lavoro, tornano i ‘voucher’: da quando e a chi sono destinati Tornano i ‘voucher’, i cosiddetti buoni lavoro, cancellati nel 2017 dal Governo Gentiloni dopo un dibattito politico a dir poco tempestoso e introdotti per la prima volta nel 2003 con la legge Biagi, ma operativi solo dal 2008 come forma di pagamento alternativa in caso di lavoro occasionale accessorio, o di prestazioni saltuarie. L’occasione per reintrodurre uno strumento che dal 2018, dal dl dignità in poi, ha conosciuto una profonda trasformazione, è la manovra 2023 presentata oggi dal premier Giorgia Meloni.   Sarà dunque possibile, dal 1 gennaio prossimo, ricorrere ai buoni lavoro per i settori dell’agricoltura, del comparto Horeca, e della cura della persona, in particolare per quel che riguarda i lavori domestici. Il nuovo ‘assegno’ dunque avrà un valore nominale di 10 euro lordi all’ora, 7,50 euro netti, e un tetto di reddito per i lavoratori, fino a 10mila euro l’anno. Obiettivo quello di avere “uno strumento

Leggi di più...

WindTre, 5 milioni di multa da Antitrust

(Adnkronos) – Windtre nel mirino dell’Antitrust che ha comminato al gestore telefonico una sanzione di 5 milioni di euro per “aver attivato automaticamente ai propri clienti titolari di scheda Sim prepagata ‘voce e internet’ un servizio aggiuntivo a pagamento”. In particolare, si legge nel Bollettino Antitrust, Wind Tre ha aumentato di almeno 2 euro il costo mensile del piano tariffario degli utenti a fronte dell’offerta di Giga aggiuntivi (in quota variabile a seconda del piano tariffario di partenza) senza che questi abbiano espresso alcun preventivo consenso al riguardo. “La condotta adottata da Wind Tre è quella, dunque, di aver aumentato i Giga disponibili e il costo mensile del piano tariffario di alcuni clienti ‘mobili’ dandone comunicazione come se fosse una modifica contrattuale unilaterale e al contempo prevedendo, in aggiunta alla facoltà di recedere dal contratto/cambiare operatore contemplata dalla citata disposizione, anche la possibilità per l’utente di mantenere l’originaria offerta con modalità in opt-out, rifiutando la modifica tramite Sms”. Ma l’utente

Leggi di più...

Nuove aperture al Centro Commerciale

Grandi novità per gli appassionati della moda, dell’hi-tech e dello shopping in genere al Parco Commerciale Casamassima e una grande occasione per il lavoro grazie alle duecento nuove assunzioni in vista. La notizia più attesa, finalmente confermata anche dall’azienda, è la prossima, nonché vicinissima, apertura del colosso irlandese Primark, specializzato nella vendita di moda a basso prezzo. Con una superficie totale di oltre 4000 metri quadrati, il punto vendita di Casamassima sarà il quattordicesimo maxi-store sul territorio italiano e, si legge dal comunicato dell’azienda, “creerà oltre 150 nuovi posti di lavoro a livello locale inaugurando così la campagna di recruiting a supporto. Nel dettaglio, Primark è alla ricerca di diverse figure in ambito retail tra cui visual merchandiser, department manager e retail assistant. Per tutti i nuovi assunti, Primark offrirà un’ampia varietà di programmi di formazione interni, nonché opportunità di crescita e sviluppo a tutti i livelli”. L’apertura è prevista nelle prime settimane del prossimo anno.Le sorprese non finiscono qui:

Leggi di più...

Manovra 2023: pensioni verso quota 103

Manovra 2023: pensioni verso quota 103, flat tax estesa e via Iva su pane e latte   (Adnkronos) – Quota 103 per le pensioni, flat tax estesa, stretta sul reddito di cittadinanza. Sono alcuni dei cardini della manovra 2023 – da circa 30-32 miliardi – secondo quando emerge dal vertice di maggioranza guidato dal presidente del Consiglio Giorgia Meloni a Palazzo Chigi.  La flat tax al 15% viene estesa. A beneficiarne saranno le partite Iva e gli autonomi con ricavi fino a 85mila euro (ora, invece, il tesso è fissato a 85mila euro). Aumento del credito d’imposta con aumento dell’aliquota sugli extra profitti, per quanto riguarda l’energia. Proroga dell’Ape sociale e opzione donna, quota 103 (62-41), sul tema pensioni.   Il governo è orientato a una stretta sul reddito di cittadinanza: bisogna accertare che i percettori del reddito cittadinanza vivano in Italia, sarebbe stato il ragionamento della presidente del Consiglio secondo quanto apprende l’Adnkronos.  Sul tavolo anche l’ipotesi di togliere

Leggi di più...

Elon Musk ha perso il controllo di Twitter…

(Adnkronos) – “What Twitter should do next?”. Il tweet di Elon Musk, letteralmente “Cosa dovrebbe fare Twitter ora (o dopo)?”, è la rappresentazione plastica del paradosso in cui si sta consumando l’evoluzione, involuzione o fine, del social network. Il patron di Tesla sta smontando la società che ha appena comprato, sostendendo di doverlo fare perché sostanzialmente fuori controllo. Al punto da innescare una escalation di fatti rispetto ai quali sembra difficile poter tornare indietro. Prima l’annuncio dei licenziamenti di massa, poi le dimissioni volontarie, perché centinaia di dipendenti hanno scelto di non sottostare al’ultimatum ‘lavorare senza condizioni o lasciare’. A lasciare Twitter sono anche gli utenti. Una fuga scandita dagli hashtag che sul social network vanno sistematicamente in tendenza #RIPTwitter, #TwitterDown, con la ricerca ‘chiude Twitter’ tra le più utilizzate in Italia. Il travaso verso altre destinazioni, come Mastodon, è destinato a diventare più consistente nelle prossime ore. Intanto, dopo le proteste di fronte al quartier generale di San Francisco,

Leggi di più...

Sos formaggi

Energia: rischia crack 1 stalla su 10 Quasi una stalla su dieci (8%) è in una situazione così critica da portare alla cessazione dell’attività per l’esplosione dei costi con rischi per l’economia e l’occupazione ma anche per l’ambiente, la biodiversità e il patrimonio enogastronomico regionale. E’ la Coldiretti Puglia a lanciare l’allarme sul crack degli allevamenti pugliesi stretti nella morsa del caro bollette e dei rincari dei costi di produzione schizzati alle stelle, in occasione dell’assemblea dell’Associazione regionale Allevatori della Puglia, nel corso della quale è stato confermato alla presidenza Pietro Laterza e mantenuto l’intero consiglio direttivo. Va garantita la stabilità del settore lattiero – caseario che ha un’importanza per  l’economia regionale ma anche una rilevanza sociale e ambientale – insiste Coldiretti Puglia – perché quando una stalla chiude  si perde un intero sistema fatto di animali, di prati per il foraggio, di formaggi tipici e soprattutto di persone impegnate a combattere, spesso da intere generazioni, lo spopolamento e il

Leggi di più...

Mastodon, alternativa per chi fugge da Twitter?

Twitter ha comunicato ai dipendenti che gli uffici dell’azienda saranno temporaneamente chiusi, con effetto immediato. E sulla piattaforma social vola l’hashtag #Riptwitter con l’ipotesi che il social tra una settimana venga spento. La ricerca di alternative si fa più importante e la fuga verso nuovi social è già iniziata. Può essere Mastodon un’alternativa che. secondo la Cnn, spicca tra le mete preferite. Nato nel 2016, Metadon a quanto pare nelle ultime settimane ha registrato una crescita significativa. Il suo identikit, del resto, ricorda proprio quello della creatura attualmente nelle mani di Musk: i post sono ordinati in una time-line che si aggiorna su base cronologica, senza l’influsso decisivo di algoritmi vari. Niente abbonamenti, nessuna somma da pagare, niente pubblicità per il social riconducibile al ‘creator’ Eugen Rochko e sostenuto da un meccanismo di crowdfunding.  Nella versione italiana, “Mastodon si descrive come la più grande rete di microblogging libera, open-source e decentralizzata del mondo. In termini più semplici, è un Twitter

Leggi di più...

Decalogo impianti di produzione da fonte rinn.

Nasce il decalogo degli impianti di produzione da fonte rinnovabile Il Distretto Produttivo Pugliese delle Energie Rinnovabili e dell’Efficienza Energetica “la Nuova Energia”, riconosciuto dalla Regione Puglia e che rappresenta il sistema produttivo pugliese della green economy, intende affermare con forza i principi ispiratori dell’economia green, ambientalmente sostenibile, rispettosa delle persone e del territorio, nonché quale sia la via più corretta per tradurre in pratica gli stessi principi con la realizzazione di impianti di produzione di energia ben fatti e di opere di efficientamento energetico di edifici, siti, sistemi, macchinari o componenti. “L’energia è materia apparentemente semplice – dichiara il presidente Beppe Bratta – ma come abbiamo imparato in questo ultimo anno a danno dei bilanci familiari, aziendali e dell’intero Paese , cela insidie ai non addetti ai lavori. Dell’energia non si può occupare chiunque. Per agire con consapevolezza è necessario studiare, informarsi bene e fare esperienza nel suo ambito, per diventare professionisti del settore”.Il Manifesto intende intervenire all’interno del

Leggi di più...

Ripartono gli incentivi alle ‘imprese rosa’

Riapre il portale Ismea per la presentazione delle domande di accesso alla misura “Più Impresa”, dedicata all’imprenditoria femminile in agricoltura, dopo che sono state proprio le donne a pagare il prezzo più alto sul fronte occupazionale con il 70% dei posti di lavoro persi a causa della crisi economica e occupazionale per il Covid 19 e per lo scenario di crisi causato dalla guerra in Ucraina. E’ quanto afferma Coldiretti Puglia, in relazione alla ripartenza della misura Più Impresa con Il portale che sarà attivo nei giorni feriali, dalle ore 09,00 alle ore 17,00 e le domande saranno ammesse in base all’ordine cronologico di presentazione. L’agevolazione, che è valida sull’intero territorio nazionale, fino ad un massimo di 1,5 milioni d’investimento, consiste in mutuo agevolato, a tasso zero, per un importo non superiore al 60 per cento delle spese ammissibili e contributo a fondo perduto, per un importo non superiore al 35 per cento delle spese ammissibili.“C’è bisogno di sostenere con

Leggi di più...

Ismea: “Calo di fiducia degli imprenditori…”

Ismea: “Calo di fiducia degli imprenditori non scoraggia gli investimenti” La crisi economica e l’aumento dei costi continuano a pesare sulla fiducia degli imprenditori agricoli anche nel terzo trimestre del 2022. L’indice che misura il ‘sentiment’ delle imprese del settore elaborato dall’Ismea scende a -14,7 punti (in una scala che va da -100 a +100), in peggioramento rispetto al trimestre precedente (-2,6 punti) e sotto di 17,8 punti rispetto allo stesso periodo del 2021. L’eccezionalità dell’attuale situazione economica, sottolinea l’Ismea nel report Agrimercati appena pubblicato, è testimoniata da questo dato che risulta il peggiore dall’inizio della serie storica nel 2011.  Il calo della fiducia, tuttavia, non scoraggia la propensione ad investire delle imprese. La crisi energetica sta infatti spingendo gli operatori a indirizzare gli investimenti in energie rinnovabili. Il 28,7% degli intervistati ha dichiarato di avere in programma un investimento nell’ultimo scorcio del 2022 e nel corso del 2023 (la quota era del 24,9% nel 2021) e tra questi il

Leggi di più...

Inflazione, +11,8%: al top dal 1984

Inflazione, a ottobre +11,8% su anno: al top dal 1984 Impennata dell’inflazione ad ottobre. L’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività, al lordo dei tabacchi, registra un aumento del 3,4% su base mensile e dell’11,8% su base annua (da +8,9% del mese precedente); la stima preliminare era +11,9%. E’ quanto emerge dai dati definitivi diffusi oggi dall’Istat. È necessario risalire e a marzo 1984 (quando fu +11,9%) per una variazione tendenziale dell’indice generale Nic superiore a +11,8%. L’inflazione acquisita per il 2022 è pari a +8% per l’indice generale e a +3,7% per la componente di fondo.  A ottobre accelerano i prezzi dei Beni alimentari, per la cura della casa e della persona, da +10,9% a +12,6%, e quelli dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto, da +8,4% a +8,9%. E’ quanto emerge dai dati definitivi diffusi dall’Istat. È necessario risalire a giugno 1983 (quando registrarono una variazione tendenziale del +13,0%) per trovare una crescita su base annua dei

Leggi di più...

Amazon, …Prima l’uomo e poi il pianeta

Amazon, un inserzionista a Bezos: “Prima l’uomo e poi il pianeta” Beneficenza, tanta. E licenziamenti, troppi. Le due cose fanno fatica a stare insieme, evidentemente. Sono le due facce di Amazon, in questo momento. Da una parte, il fondatore Jeff Bezos vuole donare la maggior parte del suo patrimonio, si parla della buona parte di 124 mild di dollari, per la lotta ai cambiamenti climatici e per sostenere personalità capaci di combattere le divisioni sociali. Dall’altra, il colosso statunitense dell’e-commerce prevede di tagliare circa 10mila posti di lavoro nel mondo forse già questa settimana.   Il contrasto tra le due notizie è stato evidenziato da molti osservatori, ovunque nel mondo. Stamattina si unisce un inserzionista, si sigla G.A., che ha acquistato un’intera pagina pubblicitaria sul Sole 24 ore per diffondere il suo punto di vista: “Egregio Mr. Bezos, mi complimento con lei per la scelta di donare in futuro una parte del suo patrimonio per salvaguardare il pianeta. Nello stesso

Leggi di più...

Fisco, Leo: “Cartelle sotto 1.000 euro…”

Fisco, Leo: “Cartelle sotto 1.000 euro possono essere cestinate” ”Tutte le cartelle di un valore inferiore a 1.000 euro possono essere cestinate”. Lo afferma il viceministro all’Economia, Maurizio Leo, intervenendo a ‘Quarta repubblica’ su Rete 4. “In una situazione normale si dovrebbe togliere di mezzo questa massa di cartelle non riscuotibili”, secondo Leo. ”Faccio degli esempi: i deceduti, ci sono delle cartelle che hanno raggiunto i deceduti e purtroppo non possono più essere onorate. I falliti, tante cartelle riguardano soggetti che non possono più adempiere alle loro obbligazioni tributarie. Queste cartelle vanno necessariamente tolte di mezzo. Sulle restanti cartelle bisogna fare una selezione”.   ”Se ci sono cartelle il cui ammontare non supera i 1.000 euro, i costi di riscossione sono più elevati rispetto a quello che si può riscuotere”, dichiara il vice ministro. ”Già un provvedimento analogo fu adottato dal 2000 al 2010, quando si azzerarono queste cartelle”, ricorda Leo. ”Ora se quella data la spostiamo in avanti al

Leggi di più...

Il Ministero della Sovranità Alimentare

Le tante sfide oltre il nome La formazione del nuovo Governo ha recato con sé anche una novità di un certo rilievo con nuove denominazioni per alcuni Ministeri. Alcune vengono ridotte all’osso per chiarirne funzioni e significato, altre ampliate e meglio specificate. Il fenomeno non è nuovo e risponde a logiche politiche ed organizzative. È consuetudine che con la nomina dei Sottosegretari si procedesse allo spacchettamento dei contenuti dei Ministeri, per aderire alla personalità degli incaricati e alla coerenza delle politiche del Governo. In questa occasione il numero delle modifiche è superiore al passato e se ne distingue per avere introdotto denominazioni che contengono un messaggio sulle linee di politica del Governo. È così, crediamo, con l’aggiunta del termine “Sovranità Alimentare” al già bisticciato nome del Ministero agricolo. Vogliamo chiamarlo così perché più volte, dai tempi di Cavour in poi, per esigenze di questo genere o più oggettive come rimediare al risultato del referendum che l’aveva improvvidamente abolito, è stato

Leggi di più...

Pensioni, ecco come lasciare il lavoro nel 2023

“Stiamo cominciando a lavorare alle pensioni, è un cantiere molto importante. Il sottosegretario Durigon e il ministro Calderone stanno lavorando e certamente partirà quota 41, questa è una certezza”. Le parole del sottosegretario all’Economia, Federico Freni, ribadiscono il paletto, ben piantato dalla Lega, intorno al quale si sta costruendo la soluzione per evitare che dal 1 gennaio 2023 si torni ai 67 per il pensionamento di vecchiaia, previsti dalla Legge Fornero. Quota 41, però, è una promessa elettorale che almeno per il prossimo anno sarà sostanzialmente ridimensionata dal requisito che sarà affiancato agli anni di contributi necessari, quello relativo al requisito anagrafico, probabilmente 62 anni. “Che quota 41 partirà netta, secca, senza un coefficiente annuale in questo momento tenderei ad escluderlo. Partirà, probabilmente con 61 o 62 anni, vedremo come e quando, ma certamente partirà. Quello che è sicuro è che nel 2023 non ci sarà la legge Fornero”, aggiunge Freni. Ecco il quadro che si delinea, oltre ai canali

Leggi di più...

Nuovi ribassi oggi per prezzi diesel e benzina

Nuovo intervento al ribasso sul prezzo diesel. Oggi è Tamoil a tagliare di due centesimi il prezzo raccomandato del carburante sulla rete nazionale. Le medie dei prezzi praticati alla pompa mostrano ritocchi all’ingiù anche sulla benzina, principalmente nella modalità self. Quanto alle quotazioni internazionali dei prodotti petroliferi, ieri hanno chiuso stabili sul diesel e in discesa sulla benzina. Venendo nel dettaglio alla situazione della rete italiana, in base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi del Mimit aggiornati alle 8 di ieri 14 novembre, il prezzo medio nazionale praticato della benzina in modalità self è 1,717 euro/litro (1,721 il valore di ieri), con i diversi marchi compresi tra 1,710 e 1,721 euro/litro (no logo 1,719). Il prezzo medio praticato del diesel self è 1,852 euro/litro (contro 1,858), con le compagnie tra 1,846 e 1,860 euro/litro (no logo 1,849). Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato è 1,866 euro/litro (1,867 il valore precedente) con gli

Leggi di più...

Twitter, dipendente corregge Musk: “Licenziato”

(Adnkronos) – Elon Musk licenzia un dipendente di Twitter ‘in diretta’. Ovviamente con un tweet. Il miliardario, proprietario dei social, non ha gradito le osservazioni di uno sviluppatore per Android. Tutto è nato da un cinguettio di Musk che si è scusato “perché Twitter è estremamente lento in molti paesi”. Eric Frohnhoefer ha pensato bene di citare il tweet del suo boss: “Ho passato 6 anni a lavorare su Twitter per Android e posso dire che questo è sbagliato”. Le parole del dipendente non sono passate inosservate, qualche utente ha suggerito di rivolgersi in maniera riservata al datore di lavoro. “Forse dovrebbe porre domande in privato, magari usando Slack o l’email”, ha replicato Frohnhoefer. E a questo punto, è calata la mannaia: “Con questo atteggiamento, forse non vuoi questa persona nel tuo team”, ha scritto un utente a Musk. La risposta è stata categorica: “E’ licenziato”.

Leggi di più...

Eccellenze nojane

Ottica tedesco e miti di bellezza DA CINQUANT’ANNI AL FIANCO DEI NOJANI Nell’era degli acquisti online e della grande distribuzione, è sempre più bello poter essere al fianco di realtà cittadine, vera spina dorsale del nostro paese, che, nel tempo, si confermano come veri e propri punti di riferimento per intere generazioni di nojani. È per noi motivo di grandissimo orgoglio poterci congratulare con due attività che si confermano pilastri della nostra comunità: Ottica Tedesco e Miti di Bellezza. Ben cinquanta anni fa, un giovane ottico ed un giovane parrucchiere avevano capito su cosa puntare: la passione e la dedizione, perché senza queste doti fondamentali si potrebbe anche partire ma, di sicuro, non si arriverebbe da nessuna parte! Hanno costruito le loro attività, tassello dopo tassello, tante esperienze, tanti periodi, tante lune, tanti soli accesi o meno accesi si sono fatti strada tra le mura dei loro “templi”, intere generazioni sono cresciute e cambiate davanti ai loro occhi e poi

Leggi di più...

“Bene servizi digitali 4 italiani su 10 non li usano”

L’ultimo indice di digitalizzazione dell’economia e della società (Desi) ha fatto emergere un piccolo balzo in avanti per l’Italia che si colloca al 18° posto su 27 in Europa, guadagnando due posizioni rispetto all’anno precedente. La Commissione europea ha ricondotto, nella sua analisi, questo avanzamento a una maggiore attenzione politica posta alle questioni digitali e in particolare “all’istituzionale di un ministero per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale”. Dicastero, quest’ultimo, che non ha però trovato spazio nella nuova formazione stabilita dal nuovo Governo. L’entità di questo passo avanti appare come una magra consolazione se si pensa che quella italiana è la terza economia UE e che anche la fotografia scattata da Bruxelles ha confermato la persistenza di alcune gravi carenze già emerse nei report precedenti. In tema di transizione al digitale, più che gli strumenti, il nostro tallone d’Achille sembrano essere ancora, soprattutto, le competenze. La percentuale di cittadini italiani che non dispone neppure di competenze digitali di base resta

Leggi di più...

Coca-Cola, nuovo stabilimento a Gaglianico

Il Gruppo Coca-Cola Hbc, che con Coca-Cola Hbc Italia rappresenta il principale imbottigliatore dei prodotti a marchio The Coca-Cola Company sul territorio nazionale, inaugura ufficialmente oggi lo stabilimento di Gaglianico per la produzione di bottiglie in Pet riciclato (rPet). Grazie a un investimento di oltre 30 milioni di euro, il più grande del Gruppo Coca-Cola Hbc, che si aggiunge agli oltre 100 milioni di euro in sostenibilità investiti nel Paese solo negli ultimi 10 anni, la fabbrica, in disuso da 8 anni, è stata recuperata e riconvertita in un innovativo impianto capace di trasformare fino a 30mila tonnellate di Pet all’anno in nuove preforme in 100% Pet riciclato destinate all’imbottigliamento delle bevande dell’azienda. Il sito, che a tendere impiegherà 41 dipendenti, si estende su una superficie complessiva di 18mila m2 alimentata al 100% con energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili, effettua 4.700 controlli qualità al giorno e dispone, tra i primi in Italia e nel mondo, di alcune tra le

Leggi di più...