FAMIGLIA

“Approccio prudente, senza pazzie di bilancio”

Manovra, Giorgetti: “Approccio prudente, senza pazzie di bilancio”   (Adnkronos) – “Quello che ha fatto il governo è prendere atto della realtà e la prima realtà che riguarda l’Italia” è “l’emergenza energetica” e il governo ha fatto “tutto quello che serve per mettere in protezione famiglie e imprese sui prezzi dell’energia”. Così il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti, intervenendo da remoto all’evento ‘La recessione che verrà’ organizzato da MoltoEconomia del ‘Messaggero’, parlando della manovra 2023.   Un altro tema, ha spiegato ancora, “è quello della sostenibilità del debito con cui confrontarci ogni 15 giorni, ogni mese, e su questo fronte dobbiamo continuare a porre attenzione. Il governo ha fatto quello che deve fare un governo con grande senso di responsabilità” e “ha tenuto conto di tutto questo”. Una legge di bilancio “positiva, che risulterà utile all’Italia” e che ha “un approccio prudente, senza pazzie di bilancio”, ha detto ancora.  Letta  “Abbiamo avuto due giorni di incontri, una concertazione importante per noi

Leggi di più...

Rdc, Inps: “1,16 milioni famiglie beneficiari”

Nel mese di ottobre 2022, i nuclei beneficiari di Reddito di Cittadinanza (RdC) e Pensione di Cittadinanza (PdC) sono stati 1,16 milioni in totale (1,04 milioni RdC e 122mila PdC), con 2,47 milioni di persone coinvolte (2,33 milioni per il RdC e 138mila per la PdC) e un importo medio mensile erogato a livello nazionale di 552 euro (583 euro per il RdC e 285 euro per la PdC). Lo indica l’Inps. L’importo medio varia sensibilmente con il numero dei componenti il nucleo familiare, e va da un minimo di 453 euro per i nuclei costituiti da una sola persona a un massimo di 738 euro per le famiglie con cinque componenti. La platea dei percettori di reddito di cittadinanza e di pensione di cittadinanza è composta da 2,18 milioni di cittadini italiani, 204mila cittadini extra comunitari con permesso di soggiorno UE e 83mila cittadini europei (residuale la quota di familiari delle precedenti categorie e titolari di protezione internazionale). Per

Leggi di più...

Reddito di libertà, alle donne vittime di violenza

Il 25 novembre si celebra la Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne, una ricorrenza istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite tramite risoluzione del 17 dicembre 1999. Un tema particolarmente delicato e di grande impatto sociale, specie per il nostro Paese, dove le statistiche parlano di una donna vittima di violenza ogni tre giorni. Violenza fisica, ma non solo, anche psicologica ed economica, in oltre la metà dei casi perpetrata da mariti e compagni, che quando non causa la morte, comunque obbliga molte delle vittime a vivere in condizione di dipendenza mentale e finanziaria. Proprio la complessità delle componenti implicate rende questa tipologia di violenza particolarmente subdola e insidiosa. Per questo le donne devono essere messe nelle condizioni non solo di denunciare le violenze di qualunque genere esse siano, ma anche essere tutelate da eventuali ritorsioni e sostenute concretamente in un percorso verso l’autonomia finanziaria, lavorativa e psicologica. Tra le diverse iniziative messe in campo dalle Istituzioni per

Leggi di più...

Povertà, Istat: in 2022 lieve calo diseguaglianze

Povertà, Istat: in 2022 lieve calo diseguaglianze grazie a politiche famiglia Sul fronte redditi nel 2022 l’Italia è divenuta un paese leggermente meno ‘diseguale’. Lo certifica l’Istat che stima come l’insieme delle politiche sulle famiglie abbia abbassato l’indice di Gini (che misura appunto i divari di reddito) da 30,4% a 29,6%, mentre il rischio di povertà si riduce dal 18,6% al 16,8%. L’istituto di statistica ricorda come le stime includono gli effetti dei principali interventi sui redditi familiari adottati nel 2022: e cioè la riforma Irpef; l’assegno unico e universale per i figli a carico; le indennità una tantum di 200 e 150 euro, i bonus per le bollette elettriche e del gas e l’anticipo della rivalutazione delle pensioni.  In particolare – segnala l’Istat – la riforma dell’Irpef, l’assegno unico e gli altri interventi hanno ridotto il rischio di povertà per le famiglie con figli minori, sia coppie (-4,3 punti), sia monogenitori (-4,2 punti), soprattutto in seguito all’introduzione dell’assegno unico.

Leggi di più...

Mutui under 36 tasso fisso

Finanziamenti sbloccati a dicembre Con un emendamento al Decreto Aiuti-ter il governo ha cambiato il meccanismo che regola i mutui fissi al 100% destinati agli Under 36 che, a causa dell’aumento dei tassi di interesse, negli ultimi mesi sono scomparsi dal mercato. Ma cosa cambia in concreto? Con le nuove regole, almeno sulla carta, le banche potranno tornare a erogare questo tipo di finanziamenti e i giovani potrebbero accedere a tassi migliori e rate più basse di almeno 100 euro rispetto ai mutui attuali*, ma il tempo è pochissimo, tutto scadrà il 31 dicembre 2022 sottolinea Facile.it che ha fatto alcune simulazioni.  “È positivo che il governo sia intervenuto; grazie alle nuove regole, in linea teorica, viene dato agli istituti di credito un margine più ampio per tornare a proporre questo genere di finanziamenti, ma il tempo è davvero pochissimo visto che il provvedimento sarà valido solo per coloro che sottoscriveranno la richiesta di accesso al Fondo Garanzia Prima Casa

Leggi di più...

Prezzi benzina e diesel in calo oggi in Italia

Continuano a scendere i prezzi dei carburanti, nonostante il rimbalzo delle quotazioni petrolifere internazionali. La benzina in self service scende sotto quota 1,7 euro/litro in media nazionale, il gasolio sotto 1,8 euro/litro. Stando alla consueta rilevazione di Staffetta Quotidiana, questa mattina Tamoil ha ridotto di un centesimo al litro i prezzi consigliati della benzina e di 3 cent/litro quelli del gasolio. Queste sono le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati dalla Staffetta, rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 15mila impianti: benzina self service a 1,694 euro/litro (-7 millesimi, compagnie 1,693, pompe bianche 1,695), diesel a 1,793 euro/litro (-13, compagnie 1,794, pompe bianche 1,791). Benzina servito a 1,839 euro/litro (-7, compagnie 1,881, pompe bianche 1,757), diesel a 1,938 euro/litro (-12, compagnie 1,982, pompe bianche 1,851). Gpl servito a 0,763 euro/litro (-1, compagnie 0,771, pompe bianche 0,753), metano servito a 2,167 euro/kg (+7, compagnie 2,195, pompe bianche 2,145), Gnl 2,304

Leggi di più...

Conte: “Un massacro sociale…”

Manovra 2023, Conte: “Non possiamo permettere un massacro sociale” “Questo Governo ha voluto mostrare i muscoli solo contro una fascia ristretta di popolazione: spaccia vigliaccheria per coraggio, confonde la prudenza con l’ignavia. Vuole togliere al Paese l’unico sostegno che non ha mandato per strada milioni di persone in estrema difficoltà e lavoratori che pagano lo scotto di stipendi da fame che non consentono nemmeno di fare la spesa. Se vogliono mandare fuori strada gli ultimi, troveranno un muro. Non possiamo permettere un massacro sociale”. Così, su Facebook, il leader del M5S Giuseppe Conte, commentando le misure contenute nella manovra economica 2023.  “Ci avevano raccontato -sostiene – di essere ‘pronti’, eppure la legge di bilancio si conferma una manovra davvero misera che, incapace di rispondere al disagio del Paese, apre una guerra agli ultimi. Nella conferenza stampa di oggi il Presidente Meloni ha parlato di una manovra coraggiosa, nel segno della crescita e della giustizia sociale: parole impudenti che suonano come

Leggi di più...

Salvini: “Abbiamo fermato legge Fornero”

Quella approvata dal Cdm “è una manovra che porta soldi in più in milioni di case degli italiani, abbiamo rinnovato il bonus Maroni, con la possibilità per chi vuole di continuare a lavorare, con un premio del 10% sullo stipendio, e abbiamo anche fermato la legge Fornero che era un nostro impegno morale”. Lo afferma il ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini in conferenza stampa, spiegando che questo è “il primo passo di un percorso” che durerà 5 anni. “Dedicheremo a lui”, a Maroni, “che fu innovatore anche al Ministero del Welfare, non solo all’Interno, l’avvio della riforma delle pensioni”. La manovra approvata “politicamente parlando è un ottimo inizio – sottolinea Salvini – siamo qua da trenta giorni e sembra che gli italiani stiano cogliendo il cambio di marcia. E’ la manovra che risolve i problemi in Italia in un solo colpo? No, ma abbiamo un percorso quinquennale e quindi buona la prima, un’ottima partenza”. PONTE SULLO STRETTO – “In questa

Leggi di più...

Bonus matrimonio, proposta Lega

Reazioni e polemiche   (Adnkronos) – Un bonus matrimonio se ti sposi in chiesa. Ad accendere il dibattito politico è una nuova proposta di legge presentata da deputati della Lega che prevede un bonus fino a 20mila euro ripartito in cinque quote annuali, da corrispondere attraverso le detrazioni delle spese sostenute e documentate nella dichiarazione dei redditi, per chi decide di contrarre il matrimonio religioso e quindi di sposarsi in chiesa. Immediate le polemiche e la Lega annuncia un allargamento della misura. Il vicecapogruppo della Lega, Domenico Furgiuele, primo firmatario della proposta di legge in questione, spiega: “La proposta di legge a mia prima firma, volta a incentivare il settore del wedding, che per questioni di oneri prevedeva un bonus destinato ai soli matrimoni religiosi, durante il dibattito parlamentare sarà naturalmente allargata a tutti i matrimoni, indipendentemente che vengano celebrati in chiesa oppure no”.  La proposta di legge è stata presentata da Domenico Furgiuele (vicecapogruppo), Simone Billi, Ingrid Bisa (segretaria

Leggi di più...

Salvini: “Su cartelle esattoriali si può fare di più”

(Adnkronos) – In manovra “ci sarà l’annullamento di milioni di cartelle esattoriali sotto i mille euro, la rateizzazione di quelle sotto i tremila, ma per me si può fare molto di più bloccando anche quelle da 5 o 10mila euro”. Lo dice Matteo Salvini in una diretta social. Il leader della Lega ringrazia poi “Piantedosi, dopo il sonno di Lamorgese… siamo al governo da meno di un mese però mi sembra che è cambiata la musica grazie all’impegno di tutti, da Meloni a Berlusconi a tutti i ministri”. Nel corso della diretta Salvini parla anche dell’autonomia (“entro la fine dell’anno ci saranno i primi passi concreti in Cdm”) e del Ponte sullo Stretto di Messina: “Mi impegno a farlo partire, sarà l’opera pià green, più innovativa, più eccezionale” che toglierà inquinamento e pulirà anche il mare, dice il ministro. Poi il canone tv. “Via il canone Rai? Assolutamente sì – scandisce – pagare il canone Rai per guardare i Fazio

Leggi di più...

Giornata infanzia, “Bambini e ragazzi sono priorità”

(Adnkronos) – “Il Governo intende istituire un gruppo di lavoro con tutti i Ministeri e le Istituzioni competenti per stilare un piano d’azione operativo e concreto. Dare nuova centralità ai bambini e ai ragazzi è una priorità: una sfida epocale, che intendiamo portare avanti perché il futuro della nostra Nazione dipende dalla capacità di rispondere ai bisogni delle giovani generazioni”. Così il presidente del Consiglio Giorgia Meloni in occasione della Giornata mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. “Una ricorrenza estremamente importante, che intendiamo celebrare confermando l’impegno a 360 gradi del Governo per garantire a bambini e adolescenti il godimento di quei diritti sanciti dalla Convenzione Onu e che spesso vengono negati o non assicurati come dovrebbero”, ha sottolineato. “La crisi pandemica, il difficile contesto economico che ne è derivato e la complessa congiuntura internazionale nella quale ci troviamo stanno incidendo profondamente sul nostro tessuto economico e sociale. Hanno aggravato problemi già noti, dalla povertà alle diseguaglianze, e creato nuove emergenze.

Leggi di più...

Imu 2022, ecco chi non pagherà la seconda rata

(Adnkronos) – Si avvicina la scadenza per il pagamento dell’Imu. Il termine ultimo per pagare la seconda rata dell’imposta municipale unica è il 16 dicembre 2022. La lista delle esenzioni, però, potrebbe allungarsi. Secondo quanto contenuto nella bozza del decreto Aiuti quater, infatti, è prevista l’esenzione della seconda rata Imu per una categoria molto specifica: il settore dello spettacolo. In base a quanto scritto nel testo provvisorio del provvedimento, l’esenzione Imu spetta agli immobili rientranti nella categoria catastale D3, cioè quelli destinati per spettacoli cinematografici, teatri, sale per concerti e spettacoli. L’esenzione è prevista a condizione che i proprietari degli immobili siano anche gestori delle attività esercitate. Come ricorda Money.it, la regola generale dell’esenzione Imu prevede che l’imposta non sia dovuta sull’abitazione principale e sulle relative pertinenze. Di conseguenza, non devono pagare l’Imu i proprietari di un solo immobile adibito ad abitazione principale; le pertinenze di categoria catastale C2, C6 e C7, le unità immobiliari delle cooperative a proprietà indivisa

Leggi di più...

Manovra 2023: pensioni verso quota 103

Manovra 2023: pensioni verso quota 103, flat tax estesa e via Iva su pane e latte   (Adnkronos) – Quota 103 per le pensioni, flat tax estesa, stretta sul reddito di cittadinanza. Sono alcuni dei cardini della manovra 2023 – da circa 30-32 miliardi – secondo quando emerge dal vertice di maggioranza guidato dal presidente del Consiglio Giorgia Meloni a Palazzo Chigi.  La flat tax al 15% viene estesa. A beneficiarne saranno le partite Iva e gli autonomi con ricavi fino a 85mila euro (ora, invece, il tesso è fissato a 85mila euro). Aumento del credito d’imposta con aumento dell’aliquota sugli extra profitti, per quanto riguarda l’energia. Proroga dell’Ape sociale e opzione donna, quota 103 (62-41), sul tema pensioni.   Il governo è orientato a una stretta sul reddito di cittadinanza: bisogna accertare che i percettori del reddito cittadinanza vivano in Italia, sarebbe stato il ragionamento della presidente del Consiglio secondo quanto apprende l’Adnkronos.  Sul tavolo anche l’ipotesi di togliere

Leggi di più...

Più camper, sostenere il turismo all’aria aperta

Consentire l’utilizzo della patente B anche per la guida dei camper, incentivare l’acquisto e l’utilizzo di quelli meno inquinanti, aumentare le aree di sosta e le strutture ricettive. Sono alcune delle proposte contenute nel disegno di legge per il rilancio della produzione di autocaravan e del turismo all’aria aperta presentato dal senatore M5S Marco Croatti. “Il cosiddetto ‘turismo all’aria aperta’ -spiega l’esponente pentastellato- è un comparto che fa registrare ricavi per circa 3 miliardi di euro all’anno ed è un settore in continua crescita che offre grandi potenzia­lità di sviluppo. Connesso a quello del turi­smo open air è il settore della camperistica che invece, dopo decenni di continua ed ininterrotta crescita, sta registrando, negli ul­timi anni, una preoccupante inversione di tendenza”. Il “turismo itinerante -sottolinea ancora Croatti- consente di fruire in modo ravvicinato delle bel­lezze paesaggistiche e artistiche, delle tradizioni e delle produzioni locali sia artigianali che enogastronomiche, ed il nostro Paese è senza alcun dubbio una delle mete turistiche

Leggi di più...

Arezzo, “la madre è una sola”

Tribunale respinge ricorso due donne Per l’anagrafe la mamma dei gemellini di Anghiari (Arezzo) resterà una sola, la donna che li ha partoriti. E’ stato respinto dalla sezione civile del Tribunale di Arezzo il ricorso della coppia che chiedeva il riconoscimento del rapporto di filiazione anche per l’altra donna, che si era sottoposta a inseminazione artificiale, praticata in Spagna, con successivo trasferimento e impianto degli ovociti sulla compagna.  Pur nella comprensione umana del caso e del “concreto rapporto genitoriale non solo intenzionale ed affettivo ma anche biologico tra i minori ed entrambe le ricorrenti”, scrivono i giudici di Arezzo, “l’esigenza di tutela dell’interesse dei minori, allo stato della legislazione vigente, non può legittimare il tribunale a sostituire le proprie valutazioni con quelle spettanti esclusivamente al legislatore”.  Per la sezione civile del Tribunale aretino, tutta formata da donne, c’è uno spazio vuoto da colmare a livello normativo che orienti le decisioni della magistratura rispetto a quanto di nuovo avviene nella società

Leggi di più...

Inflazione, +11,8%: al top dal 1984

Inflazione, a ottobre +11,8% su anno: al top dal 1984 Impennata dell’inflazione ad ottobre. L’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività, al lordo dei tabacchi, registra un aumento del 3,4% su base mensile e dell’11,8% su base annua (da +8,9% del mese precedente); la stima preliminare era +11,9%. E’ quanto emerge dai dati definitivi diffusi oggi dall’Istat. È necessario risalire e a marzo 1984 (quando fu +11,9%) per una variazione tendenziale dell’indice generale Nic superiore a +11,8%. L’inflazione acquisita per il 2022 è pari a +8% per l’indice generale e a +3,7% per la componente di fondo.  A ottobre accelerano i prezzi dei Beni alimentari, per la cura della casa e della persona, da +10,9% a +12,6%, e quelli dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto, da +8,4% a +8,9%. E’ quanto emerge dai dati definitivi diffusi dall’Istat. È necessario risalire a giugno 1983 (quando registrarono una variazione tendenziale del +13,0%) per trovare una crescita su base annua dei

Leggi di più...

Fisco, Leo: “Cartelle sotto 1.000 euro…”

Fisco, Leo: “Cartelle sotto 1.000 euro possono essere cestinate” ”Tutte le cartelle di un valore inferiore a 1.000 euro possono essere cestinate”. Lo afferma il viceministro all’Economia, Maurizio Leo, intervenendo a ‘Quarta repubblica’ su Rete 4. “In una situazione normale si dovrebbe togliere di mezzo questa massa di cartelle non riscuotibili”, secondo Leo. ”Faccio degli esempi: i deceduti, ci sono delle cartelle che hanno raggiunto i deceduti e purtroppo non possono più essere onorate. I falliti, tante cartelle riguardano soggetti che non possono più adempiere alle loro obbligazioni tributarie. Queste cartelle vanno necessariamente tolte di mezzo. Sulle restanti cartelle bisogna fare una selezione”.   ”Se ci sono cartelle il cui ammontare non supera i 1.000 euro, i costi di riscossione sono più elevati rispetto a quello che si può riscuotere”, dichiara il vice ministro. ”Già un provvedimento analogo fu adottato dal 2000 al 2010, quando si azzerarono queste cartelle”, ricorda Leo. ”Ora se quella data la spostiamo in avanti al

Leggi di più...

Canone Rai resta in bolletta

Baudo: “Se si fa servizio pubblico è giusto così” “Se un servizio pubblico fa servizio pubblico, allora è giusto che si paghi il canone e che vada nella bolletta. Ma di fronte a questo grande mandato del pubblico, che dà alla Rai una potenza enorme dovuta a un incasso certo, l’Azienda ha un grande peso specifico culturale da assolvere”. Pippo Baudo, conversando con l’Adnkronos, commenta così la decisione del governo di lasciare il canone nella bolletta elettrica. Ieri infatti il Mise in una nota ha smentito le voci di un’esclusione del canone Rai dalla bolletta elettrica.  Baudo loda l’”altissima qualità” della serie ‘Esterno Notte’ di Marco Bellocchio che ha debuttato ieri sera su Rai1: “Un prodotto bellissimo, ma che non ha avuto il successo sperato perché il pubblico non è più abituato a questo livello qualitativo. Quando conducevo ‘Domenica In’ – ricorda il conduttore – cercavo di parlare di libri, portavo grandi scrittori per affrontare temi importanti. All’inizio non ha

Leggi di più...

Pensioni, ecco come lasciare il lavoro nel 2023

“Stiamo cominciando a lavorare alle pensioni, è un cantiere molto importante. Il sottosegretario Durigon e il ministro Calderone stanno lavorando e certamente partirà quota 41, questa è una certezza”. Le parole del sottosegretario all’Economia, Federico Freni, ribadiscono il paletto, ben piantato dalla Lega, intorno al quale si sta costruendo la soluzione per evitare che dal 1 gennaio 2023 si torni ai 67 per il pensionamento di vecchiaia, previsti dalla Legge Fornero. Quota 41, però, è una promessa elettorale che almeno per il prossimo anno sarà sostanzialmente ridimensionata dal requisito che sarà affiancato agli anni di contributi necessari, quello relativo al requisito anagrafico, probabilmente 62 anni. “Che quota 41 partirà netta, secca, senza un coefficiente annuale in questo momento tenderei ad escluderlo. Partirà, probabilmente con 61 o 62 anni, vedremo come e quando, ma certamente partirà. Quello che è sicuro è che nel 2023 non ci sarà la legge Fornero”, aggiunge Freni. Ecco il quadro che si delinea, oltre ai canali

Leggi di più...

Canone Rai in bolletta, cosa cambia dal 2023

Le voci di un’esclusione del canone Rai dalla bolletta elettrica non risultano, alla luce del lungo lavoro istruttorio in corso, fondate. La milestone Pnrr trova il suo fondamento nell’esigenza di tutela della concorrenza del mercato dell’energia elettrica e si basa sulle proposte AGCM, la quale non aveva rilevato alcuna criticità in merito al pagamento del canone Rai dal punto di vista della concorrenza del mercato dell’energia, a condizione che il pagamento fosse trasparente per gli utenti finali. Requisito che risulta soddisfatto. Così una nota del Mef. I sindacati, in una nota congiunta, hanno chiesto al ministro dell’Economia e delle Finanze, Giancarlo Giorgetti, un “autorevole intervento” sul tema del canone Rai. “Come Le sarà certamente noto, la determina del precedente Esecutivo, a seguito di una specifica deliberazione del Parlamento, ha indicato la riscossione del Canone in bolletta elettrica fra gli oneri impropri la cui permanenza non sarà più consentita a far data dal 1° gennaio 2023. Questa decisione, vista anche la

Leggi di più...

Il 25 marzo Giornata della vita nascente

La proposta di Fratelli d’Italia Di fronte al “drammatico tema del crescente andamento del fenomeno della denatalità nel nostro Paese”, non sono sufficienti “provvedimenti di tipo econo­mico, pur necessari. Urgono anche segnali forti ed espliciti, da parte delle istituzioni, per valorizzare l’accoglienza di ogni nuova vita, per incoraggiare e sostenere la scelta di diventare genitori”. Di qui la proposta di istituire la ‘Giornata della vita nascente’, per “promuovere la consapevolezza del valore sociale –costi­tuzionalmente riconosciuto– della mater­nità”. A chiederlo un disegno di legge presentato al Senato dall’attuale capogruppo di Fratelli d’Italia, Lucio Malan, e dalla senatrice Isabella Rauti, nel frattempo nominata sottosegretaria alla Difesa.  Data prescelta il 25 marzo (giorno nel quale la Chiesa cattolica fa memoria dell’Annunciazione a Maria) perchè, spiegano i proponenti, “ha un re­spiro internazionale”, in quanto “già altri Stati nel mondo (Argentina, Cile, Costarica, Ecuador, El Salvador, Filippine, Honduras, Nicaragua, Repubblica Domenicana, Para­guay, Perù e Portorico) hanno istituito – per decisione dei rispettivi Parlamenti– una giornata

Leggi di più...

Decreto Aiuti Quater

La bozza: bollette, tetto contanti e Superbonus Dal tetto all’uso del contante al taglio delle accise passando per il Superbonus e alle bollette. Sono le misure contenute nella bozza del dl aiuti quater atteso oggi in Consiglio dei ministri e visionato dall’Adnkronos. Sale da 1.000 a 5.000 euro il tetto all’uso del contante. E’ quanto è scritto, nero su bianco, nella bozza. La norma è contenuta nell’articolo 6 del decreto, dove sono previste ‘Misure urgenti in materia di mezzi di pagamento’, e dove si interviene sul decreto legislativo 21 novembre 2007, prevedendo che le “Limitazioni all’uso del contante e dei titoli al portatore al comma 3-bis, secondo periodo, le parole “1.000 euro” sono sostituite dalle seguenti “5.000 euro””.  Rateizzazione delle bollette per le imprese al fine di fronteggiare i rincari. “Al fine di contrastare gli effetti dell’eccezionale incremento dei costi dell’energia – si legge nella bozza – le imprese residenti in Italia hanno facoltà di richiedere la rateizzazione degli importi

Leggi di più...

Indice povertà a settembre in lieve aumento

Il Misery Index stilato da Confcommercio a settembre 2022 si è attestato su un valore stimato di 17,3, in aumento di cinque decimi di punto sul mese precedente. L’incremento è attribuibile ad una ripresa dell’inflazione per i prezzi dei beni e dei servizi ad alta frequenza d’acquisto, che a settembre hanno registrato una variazione, su base annua, dell’8,4% a fronte del 7,7% di agosto, spiega l’Ufficio studi. A settembre 2022 il mercato del lavoro ha mostrato contenuti segnali di miglioramento. Il numero di occupati è tornato a crescere (+46mila unità su agosto) dopo le riduzioni del bimestre precedente. Il numero di persone in cerca di lavoro ha registrato una variazione minima (+8mila unità in termini congiunturali). Queste dinamiche hanno comportato una stabilità del tasso di disoccupazione ufficiale (7,9%). A questa evoluzione si è associata, una riduzione degli inattivi (-86mila unità su agosto). Nello stesso mese le ore autorizzate di CIG sono state oltre 31,1 milioni, a cui si sommano circa

Leggi di più...

Giorgetti: “Domani in Cdm nuovo decreto aiuti”

Il decreto Aiuti Quater approderà in Consiglio dei ministri domani. Lo ha annunciato il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti, sottolineando che sarà confermata la proroga del credito di imposta per le imprese e del taglio delle accise. “Con il prossimo decreto-legge – ha detto durante l’audizione sulla Nadef davanti alle commissioni Bilancio congiunte – saranno confermate anche per il mese di dicembre 2022 le misure che riconoscono, a parziale compensazione dei maggiori oneri sostenuti, contributi straordinari, sotto forma di crediti d’imposta, pari a una quota delle spese sostenute per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale. Inoltre sarà prorogata fino al 31 dicembre 2022 la riduzione delle aliquote di accisa su benzina, gasolio, gpl e gas naturale impiegati come carburanti; per quest’ultimo sarà confermata fino al 31 dicembre la riduzione dell’IVA al 5%”. BOLLETTE E CARO ENERGIA – Giorgetti ha spiegato che l’intenzione del governo nella manovra di destinare risorse pari a circa 21 miliardi per misure contro il caro-energia in

Leggi di più...

Il lavoro stabile rischia di scomparire

Lo dicono i nuovi contratti La flessibilità, buona o cattiva che sia, sta diventando l’unica forma di lavoro in Italia. C’è un dato, contenuto nel rapporto dell’Inapp presentato oggi, che più di altri segnala la trasformazione in atto. Il lavoro stabile, se il trend rilevato nel 2021 dovesse confermarsi, rischia di scomparire.   L’anno scorso il 68,9% dei nuovi contratti sono a tempo determinato (il 14,8% a tempo indeterminato). Nell’insieme il lavoro atipico (ovvero tutte quelle forme di contratto diverse dal contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato full time) rappresenta l’83% delle nuove assunzioni con un aumento del 34% negli ultimi 12 anni. Vuol dire che dei nuovi contratti fatti solo il 17% è a tempo pieno e stabile.   “Il tema del crescente aumento dei contratti non standard rappresenta una costante del modello di sviluppo occupazionale italiano, che ha attraversato la prima crisi 2007-2008, sino a diventare requisito ‘strutturale’ della ripresa post Covid”, ha evidenziato il presidente dell’Inapp

Leggi di più...

Black Friday, budget italiani cala a 251 euro

(Adnkronos) – Per il Black Friday 2022 si abbassa a 251 euro il budget di spesa degli italiani, -8% rispetto allo scorso anno, e mentre due italiani su tre sono pronti a fare acquisti, oltre il 30% dei nostri connazionali avverte che le proprie spese saranno inferiori a quelle dello scorso anno. Stando all’annuale indagine a tema Black Friday del portale idealo, che l’Adnkronos è in grado di anticipare, il 65% degli acquirenti online si dice pronto ad acquistare un prodotto durante il prossimo Black Friday, un dato quasi in linea con quello registrato lo scorso anno (66%). Ciononostante, in occasione del Black Friday del 25 novembre prossimo, oltre il 30% degli italiani ritiene che i propri acquisti saranno inferiori a quelli dello scorso anno. Si modifica, infatti, il budget medio di spesa dei consumatori: se lo scorso anno si attestava sui 272 euro, quest’anno viene decurtato dell’8% attestandosi sui 251 euro. Un dato, avvertono gli analisti di idealo, che

Leggi di più...

“I social con mia figlia mi hanno salvato vita”

“Avevo toccato il fondo, perso il lavoro, non avevo nemmeno una macchina per dormire. Dormivo in quella di un amico. Sono vivo grazie a mia figlia Ilary ed ora viviamo, insieme, la nostra riscossa”. Così all’Adnkronos Stefano Pollari, romano, 33 anni, considerato il papà influencer più famoso d’Italia, racconta la sua storia, alla vigilia dell’uscita del suo primo libro “I papà sono bugiardi”, edito da Mondadori e in collaborazione con Whatthefactory, in programma domani. Un volume che narra di come sia cambiata la sua vita grazie all’amore per la figlia Ilary con cui ora produce video e contenuti per bambini. Un milione di seguaci su TikTok con una media di 15 milioni di visualizzazioni al mese, oltre 400mila iscritti sul canale Youtube, 315 mila su Instagram, è entrato nelle case e soprattutto nel cuore di tante famiglie. “Non è stato facile – spiega – poco dopo la nascita di Ilary, mia figlia (che ora ha compiuto 6 anni ndr) arriva

Leggi di più...

Benzina, oggi prezzi alla pompa tornano in salita

Tornano a salire oggi, dopo un paio di settimane di ribassi, i prezzi di benzina e carburanti alla pompa, sulla scia dei forti rialzi delle quotazioni dei prodotti raffinati. Stando alla consueta rilevazione di Staffetta Quotidiana, sabato Eni ha aumentato di due centesimi al litro i prezzi consigliati della benzina. Stessa mossa per IP, mentre per Q8 registriamo un rialzo di un cent sulla benzina. Per Tamoil +2 cent/litro sulla verde e +1 cent sul diesel. Queste sono le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati dalla Staffetta, rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 15mila impianti: benzina self service a 1,700 euro/litro (+16, compagnie 1,702, pompe bianche 1,695), diesel a 1,863 euro/litro (-2, compagnie 1,866, pompe bianche 1,858). Benzina servito a 1,840 euro/litro (+12, compagnie 1,882, pompe bianche 1,756), diesel a 2,002 euro/litro (-2millesimi, compagnie 2,046, pompe bianche 1,917). Gpl servito a 0,771 euro/litro (-1, compagnie 0,778, pompe bianche

Leggi di più...

Bonus 600 euro da aziende a dipendenti

Pronte le istruzioni per i datori di lavoro che intendono erogare ai propri dipendenti somme o rimborsi per contenere il costo di energia elettrica, acqua e gas naturale. Ma come funziona il bonus per far fronte al caro bollette? L’Agenzia delle Entrate, con una circolare, fornisce alcuni chiarimenti sulla nuova disciplina del welfare aziendale, soffermandosi in particolare sull’ambito applicativo, documentale e temporale. Il decreto Aiuti-bis, si ricorda in una nota, ha innalzato per il 2022 fino a 600 euro (al posto degli ordinari 258,23 euro) il limite entro il quale è possibile riconoscere ai dipendenti beni e servizi esenti da imposte, includendo anche le somme erogate o rimborsate per il pagamento delle utenze domestiche. Al riguardo, la circolare spiega che per utenze domestiche si intendono quelle relative a immobili a uso abitativo posseduti o detenuti dal dipendente, dal coniuge o dai suoi familiari, a prescindere che vi abbiano o meno stabilito la residenza o il domicilio. Vi rientrano, quindi, anche

Leggi di più...

Bce, Lagarde: “Alzeremo ancora tassi…”

“L’inflazione nell’area dell’euro è troppo elevata e raggiungerà per la prima volta la doppia cifra a ottobre”: “La combinazione di shock che stiamo affrontando – guerra, energia, catene di approvvigionamento interrotte – significa che l’inflazione rimarrà probabilmente al di sopra del nostro obiettivo per qualche tempo”. Ad affermarlo è il presidente della Bce, Christine Lagarde intervenendo a Tallinn. Quindi, sottolinea Lagarde, “dovremo alzare i tassi a livelli che raggiungano il nostro obiettivo di inflazione a medio termine del 2%. L’obiettivo finale del nostro percorso sui tassi di interesse è chiaro e non ci siamo ancora”. In tempi così difficili, sottolinea il presidente della Bce, “le banche centrali devono fare affidamento sulla loro bussola interna – la loro lealtà al loro mandato – per garantire la stabilità dei prezzi. Devono essere pronti a prendere le decisioni necessarie, per quanto difficili, per far scendere l’inflazione – perché le conseguenze di lasciare che un’inflazione troppo alta si consolidi sarebbero molto negative per tutti”.

Leggi di più...

Pil: Diffuso peggioramento prospettive crescita

“Il peggioramento delle prospettive di crescita è diffuso. Secondo il Fondo monetario internazionale il tasso di espansione dell’economia globale diminuirebbe dal 3,2 per cento stimato per quest’anno al 2,7 nel 2023, quasi un punto percentuale in meno rispetto a quanto previsto lo scorso aprile. Nell’area dell’euro la crescita del prodotto scenderebbe dal 3,1 per cento del 2022 allo 0,5 nel prossimo anno, un sostanziale arresto e una revisione al ribasso di quasi due punti percentuali in soli sei mesi”. Lo ha detto il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, nel suo intervento alla 98esima Giornata Mondiale del Risparmio. “In seguito alla necessaria normalizzazione delle condizioni monetarie, il costo per il servizio del debito è destinato a salire. Ciò rende ancora più importante delineare un percorso realistico per proseguire la fase di graduale rientro dagli alti livelli del debito pubblico in rapporto al Pil avviata negli ultimi due anni. Sarebbe un segnale decisivo di credibilità per i mercati, che si tradurrebbe

Leggi di più...

Prezzo benzina e diesel in calo oggi in Italia

Prezzo di benzina e diesel in calo oggi in Italia al distributore, da Roma a Milano, da Palermo a Torino. La diminuzione riguarda soprattutto il gasolio. Sui mercati petroliferi internazionali la quotazione della benzina ha chiuso la settimana passata in calo, mentre il diesel è tornato a salire. Stando alla consueta rilevazione di Staffetta Quotidiana, Q8 ha ridotto di due centesimi al litro i prezzi consigliati della benzina e di quattro quelli del gasolio. Queste sono le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati dalla Staffetta, rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 15mila impianti: benzina self service a 1,685 euro/litro (-3 millesimi, compagnie 1,688, pompe bianche 1,679), diesel a 1,869 euro/litro (-6, compagnie 1,870, pompe bianche 1,866). Benzina servito a 1,829 euro/litro (-4, compagnie 1,874, pompe bianche 1,742), diesel a 2,010 euro/litro (-5, compagnie 2,051, pompe bianche 1,926). Gpl servito a 0,774 euro/litro (invariato, compagnie 0,780, pompe bianche 0,766),

Leggi di più...

Papa: “Nostro motto non è ‘me ne frego’ ma…”

(Adnkronos) – “Il nostro motto non è ‘me ne frego’, ma ‘mi interessa’”! Lo ha detto il Papa incontrando in Aula Paolo VI i ragazzi dell’Azione Cattolica. “Attenti – mette in guardia Francesco – è più pericolosa di un cancro la malattia del menefreghismo tra i giovani”. In Aula Paolo VI, tra i ragazzi, c’è anche Rosy Bindi. “Il cristiano – dice Bergoglio – si interessa alla realtà sociale e dà il proprio contributo”. Bergoglio ricorda ai giovani che “la miseria umana non è un destino che tocca ad alcuni sfortunati, ma quasi sempre il frutto di ingiustizie da estirpare”. A inizio discorso il Papa osserva: “Vi dico subito che apprezzo molto il fatto che a voi sta a cuore la parrocchia. Anche a me sta a cuore! Ma io sono di un’altra generazione. Sono nato e cresciuto in un contesto sociale ed ecclesiale diverso, quando la parrocchia – con il suo parroco – era un punto di riferimento centrale

Leggi di più...

Inps: nuove tutele e indicazioni per maternità…

“L’arrivo di un figlio è un momento straordinario nella vita di una persona. Ma la nascita e i primi anni di crescita rappresentano anche una fase delicata che richiede tempo, impegno personale ed economico. In effetti, per molti genitori che lavorano riuscire a conciliare la vita professionale e la famiglia rappresenta un grosso problema. Per sostenere i genitori nel momento dell’arrivo di un figlio e al tempo stesso puntare al raggiungimento di una effettiva parità di genere, il Legislatore riconosce determinate tutele e indennità sia alla madre che al padre. Proprio in tema di maternità, paternità e congedo parentale sono state introdotte importanti novità con il Decreto Legislativo 30 giugno 2022 n.105”. E’ quanto si legge in una nota dell’Inps. “Tra le novità indicate dalle nuove disposizioni normative -spiegano ancora dall’Inps- ricordiamo sinteticamente le principali: congedo di paternità obbligatorio di 10 giorni fruibile dal padre lavoratore dipendente tra i due mesi precedenti e i cinque successivi al parto (in precedenza

Leggi di più...

L’inflazione riporta al 1984

Il problema oggi sono gli stipendi Si torna al 1984. E’ l’anno che sceglie George Orwel per il suo capolavoro distopico, l’anno in cui Apple lancia il suo primo Macintosh e l’anno della morte di Enrico Berlinguer. L’amarcord può finire qui, perché il ritorno al passato avviene per un primato difficile da gestire, la corsa dell’inflazione. L’indice dei prezzi al consumo sfiora il 12%, all’11,9%, oggi come allora.   L’Istat spiega perché si è arrivati a questo punto. Sono per lo più i beni energetici a spiegare “la straordinaria accelerazione dell’inflazione di ottobre 2022”, con i prezzi dei beni alimentari che continuano ad accelerare, in un quadro di tensioni inflazionistiche che attraversano quasi tutti i comparti merceologici; frenano solo i Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona.   I numeri record aiutano a descrivere un contesto del tutto eccezionale. È necessario risalire a giugno 1983 (quando registrarono una variazione tendenziale del +13,0%) per trovare una crescita dei prezzi

Leggi di più...

Carburanti, proroga taglio accise fino al 18/11

Per contrastare la crisi energetica e contro l’aumento dei prezzi della benzina arriva la proroga del taglio delle accise e sforbiciata dell’IVA per i carburanti fino al 18 novembre. E’ la decisione assunta dall’ultimo Cdm del governo Draghi, convocato nel pomeriggio a Palazzo Chigi. La misura era in scadenza al 31 ottobre. “Il Consiglio dei ministri odierno, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro dell’economia e delle finanze Daniele Franco – si legge nella nota diramata – ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti in materia di accise e IVA sui carburanti. Al fine di contrastare il perdurare della crisi energetica e, in particolare, l’aumento dei costi dei carburanti, in continuità con gli interventi emergenziali adottati nel corso del 2022, si proroga, fino al 18 novembre 2022: la riduzione delle aliquote di accisa su prodotti energetici utilizzati come carburanti (aliquote di accisa sulla benzina, sul gasolio e sui gas di petrolio liquefatti (GPL) impiegati come carburanti); l’esenzione

Leggi di più...