ESTERI

New York, allarme polio: “Forse migliaia di casi”

La ricomparsa della poliomielite allarma lo stato di New York. Secondo le autorità sanitarie locali “potrebbero esserci centinaia o addirittura migliaia di casi non diagnosticati”, di infezioni ‘sommerse’, come ha spiegato alla ‘Bbc’ Patricia Schnabel Ruppert, commissaria alla Salute della contea di Rockland dove il mese scorso è stato segnalato il caso di un uomo non vaccinato che ha riportato una paralisi da polio. La sua infezione appare geneticamente collegata alle tracce di poliovirus rinvenute nelle acque reflue di Londra e di Gerusalemme. Episodi in seguito ai quali i Paesi sono stati invitati ad aumentare i tassi di vaccinazione. Ruppert non nasconde preoccupazione. A parte il fatto di non avere “mai pensato di poter vedere un caso di poliomielite negli Stati Uniti” in vita sua, “se si osserva un caso di paralisi da polio significa che non c’è una sola infezione”, sottolinea l’esperta, evidenziando che “l’incidenza della forma di poliomielite che dà paralisi è inferiore all’1%”, mentre “la maggior parte

Leggi di più...

Ucraina, Pentagono: “70.000 russi morti o feriti”

Per la Russia in Ucraina tra i 70.000 e gli 80.000 morti o feriti. E’ la valutazione che arriva dagli Stati Uniti. “Penso si possa indicare con sicurezza che i russi hanno probabilmente avuto 70 o 80.000 vittime in meno di sei mesi – ha detto il sottosegretario alla Difesa, Colin Kahl, durante un briefing – Si tratta di una combinazione di morti e feriti in azione. Un numero che potrebbe essere leggermente più basso, più alto, ma penso sia più o meno in linea con la realtà”. Un dato giudicato “notevole” dal momento che la Russia “non ha raggiunto nessuno degli obiettivi di Putin” dall’invasione dell’Ucraina, lo scorso 24 febbraio. Ucraina, Kiev: pesanti raid russi su linea fronte Donetsk Pesanti combattimenti sono stati segnalati nelle città in prima linea vicino a Donetsk, nel sud dell’Ucraina, dove secondo funzionari di Kiev la Russia ha lanciato diversi raid aerei. “La situazione nella regione è tesa, i bombardamenti sono costanti in tutta

Leggi di più...

Spazio, ritorno alla Luna: pronto Artemis-1

E’ tutto pronto per il ritorno alla Luna dopo le storiche missioni Apollo. Mancano infatti appena 20 giorni al lancio della prima missione del nuovo programma lunare Artemis della Nasa. Un programma che insieme all’Esa e all’Europa, vede a bordo anche l’Italia con un importante lavoro di cooperazione tra l’Agenzia Spaziale Italiana, l’industria italiana e le numerose piccole e medie imprese coinvolte in questo ambizioso programma internazionale. Il lancio della missione Artemis-1 è previsto il 29 agosto prossimo, alle 14,33 ora italiana dal complesso di lancio 39B del Kennedy Space Center di Cape Canaveral, lo stesso delle missioni Apollo che hanno segnato il primo passo dell’uomo sul nostro satellite naturale il 20 luglio 1969. Il prossimo lancio di Artemis-1 vedrà il gigantesco vettore americano Space Launch System (Sls-1) portare per la prima volta la capsula Orion – ma senza uomini – attorno alla Luna e anche il nostro Paese sarà a bordo della missione. L’Italia è infatti coinvolta nel programma

Leggi di più...

Cina, identificato nuovo virus

Colpisce anche fegato e reni  Un nuovo virus ha infettato 35 persone in Cina, nelle province di Shandong e Henan. Si chiama Langya virus (LayV), del genere henipavirus, ed è stato identificato nei tamponi faringei grazie all’analisi metagenomica e poi all’isolamento del patogeno. Descritta in uno studio condotto da scienziati di Cina e Singapore e pubblicato sul ‘Nejm’, questa infezione – una zoonosi – provoca sintomi come febbre, affaticamento, tosse e può compromettere anche la funzionalità epatica e quella renale. Attualmente non esiste un vaccino o un trattamento per l’henipavirus; l’unica terapia è la gestione delle complicanze.   Il genere henipavirus è una delle zoonosi emergenti nella regione Asia-Pacifico. Sono stati osservati infatti altri virus di questa ‘famiglia’, come Hendra (HeV) e Nipah (NiV), che possono infettare gli essere umani e che trovano nei pipistrelli il loro ospite naturale. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, gli henipavirus possono causare gravi malattie negli animali e nell’uomo e sono classificati con un livello

Leggi di più...

Usa, Fbi nel resort di Trump in Florida.

Portati via documenti L’Fbi ha eseguito un mandato di perquisizione presso il resort di Donald Trump a Mar-a-Lago, in Florida, e portato via scatole piene di documenti. Gli agenti hanno mostrato un mandato di perquisizione al giudice nell’ambito di un’indagine sul trattamento dei documenti presidenziali, compresi alcuni riservati, che Trump avrebbe potuto conservare nella sua casa in Florida, come riporta la Cnn citando tre fonti ben informare. Secondo il Guardian si tratterebbe di una nuova probabile causa di violazione della legge federale sulla gestione dei documenti della Casa Bianca da parte di Trump.  L’ex presidente ha confermato che gli agenti dell’Fbi erano entrati a Mar-a-Lago, dicendo che “hanno persino fatto irruzione nella mia cassaforte”. La Cnn spiega che l’ex inquilino della Casa Bianca si trovava alla Trump Tower di New York quando il mandato di perquisizione è stato eseguito in Florida. “La mia bella casa, Mar-A-Lago a Palm Beach, in Florida, è attualmente sotto assedio, perquisita e occupata da un

Leggi di più...

Covid Cina, lockdown: 80mila turisti ‘in trappola’

Circa 80mila turisti sono ”in trappola”, sull’isola tropicale di Hainan in Cina, dopo che le autorità di Pechino hanno imposto un rigido lockdown in seguito alla scoperta di un focolaio della sottovariante Omicron BA.5.1.3 di Covid-19. Sono 127 i nuovi contagi segnalati sull’isola, di cui 48 nel capoluogo di Sanya. Numeri relativamente piccoli per un’isola sulla quale vivono 9,2 milioni di persone, ma Pechino continua ad applicare la politica del Covid-zero. Le autorità locali hanno affermato che l’epidemia di Hainan è iniziata in un porto di pescatori e probabilmente è emersa da gente del posto che commerciava pesce con pescatori al di fuori della Cina. Le autorità hanno anche affermato che la sottovariante Omicron BA.5.1.3, una propaggine del ceppo BA.5 che è dominante negli Stati Uniti, sta guidando l’attuale ondata di infezioni. L’isola di Hainan, nota per le sue spiagge bianche e il clima caldo tutto l’anno, con i suoi resort all inclusive attira ogni anno decine di milioni di

Leggi di più...

Siccità, altri resti umani emergono dal Lago Mead

Il Lago Mead, un bacino artificiale del Nevada che a causa della siccità e dell’ondata di caldo si sta prosciugando da settimane, ha svelato i resti di una quarta persona. La scoperta è avvenuta sabato, nella località di Swim Beach. L’identità del corpo è sconosciuta, così come le circostanze della morte. Il lago è al suo livello più basso da oltre 80 anni, e il suo probabile esaurimento mette a rischio una fonte d’acqua cruciale per 25 milioni di persone. La siccità ha prosciugato i suoi affluenti, minacciato la produzione di energia idroelettrica e danneggiato il turismo. Anche la scoperta di quattro corpi – uno dei quali sicuramente ucciso con modalità mafiose tra gli anni 70 e 80 – gli ha guadagnato l’interesse della stampa popolare. (Adnkronos)

Leggi di più...

Elezioni,”Spettro interferenza russa sul voto”

“Lo spettro dell’interferenza russa aleggia sulle elezioni anticipate italiane”. È il titolo di un articolo pubblicato oggi dal Financial Times. Nel riportare le dichiarazioni di diversi esponenti politici e analisti italiani, il quotidiano britannico evidenzia che “da quando è caduto il governo Draghi, gli italiani si domandano se Vladimir Putin abbia potuto contribuire alla destituzione del presidente del Consiglio come vendetta per la sua dura presa di posizione in merito all’invasione russa dell’Ucraina”. “I tre politici che hanno staccato la spina al governo Draghi – Giuseppe Conte, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi – sono noti per aver sempre avuto relazioni amichevoli con Putin e con il suo partito Russia Unita”, scrive il FT che commenta: “Benché secondo gli analisti tutti e tre i leader avessero ottimi motivi legati ai sondaggi nazionali per prendere quella decisione, ciò non ha messo a tacere l’ipotesi che Mosca abbia cospirato con alcuni esponenti insoddisfatti della coalizione di Draghi per far cadere il premier. Questa

Leggi di più...

Gaza, regge cessate il fuoco tra Israele e la Jihad.

Tiene – dopo un inizio esitante – il cessate il fuoco tra Israele e la Jihad Islamica entrato in vigore alle 23.30: a scriverlo è il ‘Times of Israel’ che riporta come il sistema di difesa israeliano Iron Dome abbia intercettato il lancio di un proiettile da Gaza pochi minuti dopo l’entrata in vigore della tregua. Le sirene di allarme – riferisce ‘Ha’aretz’ – sono scattate nelle città israeliane meridionali che circondano Gaza poco dopo l’entrata in vigore del cessate il fuoco mediato dall’Egitto. “Accolgo con favore l’annuncio stasera di un cessate il fuoco tra Israele e i miliziani a Gaza dopo tre giorni di ostilità”, ha dichiarato nella notte il presidente americano Joe Biden. “In queste ultime 72 ore – ha proseguito – gli Stati Uniti hanno lavorato con funzionari di Israele, Autorità Palestinese, Egitto, Qatar, Giordania ed altri in tutta la regione per incoraggiare una rapida risoluzione del conflitto. Ringrazio il presidente Abdel Fattah Al Sisi e gli

Leggi di più...

“Ogni attacco a centrale nucleare è suicida”

Ucraina, attacco a Zaporizhzhya. Guterres: “Ogni attacco a centrale nucleare è suicida”  – “Qualsiasi attacco a una centrale nucleare è una cosa suicida”. A dichiararlo, dal Giappone, dove due giorni fa ha partecipato alla cerimonia di commemorazione del 77esimo anniversario del bombardamento atomico di Hiroshima, è stato oggi il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres.   Sull’attacco alla centrale nucleare di Zaporizhzhya, nel sud dell’Ucraina, c’è stato uno scambio di accuse tra Mosca e Kiev. E’ la seconda volta che accade in pochi giorni. Secondo l’amministrazione della città di Enerhodar in mano ai russi, citata dall’agenzia di stampa russa Interfax, è stato l’esercito ucraino a lanciare un missile contro Zaporizhzhya. Ma l’autorità nucleare ucraina Enerhoatom, invece, accusa i russi di aver colpito il sito nucleare. Al di là della responsabilità, a essere colpito è stato un impianto di stoccaggio per il combustibile nucleare usato e i sensori per la misurazione delle radiazioni sono stati danneggiati. Enerhoatom ha anche riferito

Leggi di più...

Nancy Pelosi e la scomposta reazione cinese

“Da parte americana, diversi errori – molti di questi tattici e legati alla politica interna – hanno prodotto una realtà pericolosa: non ci sono serie relazioni bilaterali tra i due attori più influenti del 21esimo secolo”. Fareed Zakaria, in un’opinione pubblicata online sul Washington Post, inquadra la visita a Taiwan della presidente della Camera dei rappresentati americana, Nancy Pelosi, all’interno dei pessimi rapporti tra Stati Uniti e Cina, aggiungendo che la speaker “avrebbe voluto fare la sua visita già mesi fa”.   Si può partire da qui per raccontare la tensione di queste ore, che nasce da lontano. E’ stata una visita utile o una visita controproducente? La prima a rispondere è stata la stessa Pelosi. A chi le ha chiesto in conferenza stampa se ritenesse che la sua visita abbia portato o meno benefici all’isola, la presidente ha risposto che si tratta di una disputa “ridicola”, aggiungendo che il Paese asiatico è uno dei “più liberi del mondo”. Una cosa

Leggi di più...

Taiwan, contromisure Cina contro Usa.

Stop cooperazione su vari dossier La Cina annuncia “otto contromisure in risposta alla visita di Nancy Pelosi a Taiwan”. Lo scrive il Global Times, elencando tra le misure la scelta di “sospendere” i colloqui sui cambiamenti climatici tra Cina e Usa e la decisione di “annullare l”organizzazione di colloqui” tra i vertici militari, di “riunioni di lavoro dei ministeri della Difesa” dei due Paesi e di “riunioni del meccanismo di consultazione di sicurezza marittima”. Tra le “contromisure” anche la decisione di “sospendere”, secondo il Global Times, la “cooperazione” sui “rimpatri” riguardo l’ “immigrazione illegale”, sull’assistenza giudiziaria in materia penale, nella lotta alla criminalità transnazionale e per le politiche antidroga.  Nel frattempo l’ambasciataore cinese negli Usa è stato convocato alla Casa Bianca per “condannare l’escalation di azioni di Pechino contro Taiwan” e ribadire che gli Usa “non vogliono una crisi nella regione”, dopo la visita di Nancy Pelosi. Lo scrive il Washington Post.  “Dopo le azioni della Cina nella notte –

Leggi di più...

“Mezzi Cina oltre linea mediana dello Stretto”

Per il secondo giorno consecutivo mezzi della Cina che partecipano alle maxi manovre militari intorno a Taiwan “hanno superato la linea mediana” di demarcazione nello Stretto. Lo conferma il ministero della Difesa di Taipei, secondo cui “sono stati individuati vari aerei e navi dell’Esercito popolare di liberazione che partecipano alle manovre intorno allo Stretto di Taiwan e hanno superato la linea mediana”. Pechino considera Taiwan, di fatto indipendente, una “provincia ribelle”. “Taiwan non sarà l’ultimo tassello del sogno di espansionismo cinese”, ha affermato il ministro degli Esteri dell’isola, Joseph Wu. In un’intervista alla Bbc Wu ha sollecitato “la comunità internazionale e i Paesi della regione” affinché “stiano attenti a quello che la Cina sta cercando di fare” e ripetuto l’impegno dell’isola, di fatto indipendente, a mantenere lo “status quo”, affermando che “ha le chiavi per lo sviluppo economico, in particolare nel settore dell’high tech” e ribadendo come sia strategica la fabbrica mondiale dei chip. Wu ha accusato il gigante asiatico

Leggi di più...

Amnesty: “Kiev ha messo in pericolo civili”

“Nel tentativo di respingere l’invasione russa iniziata a febbraio, le forze ucraine hanno messo in pericolo la popolazione civile collocando basi e usando armamenti all’interno di centri abitati, anche in scuole e ospedali. Queste tattiche violano il diritto internazionale umanitario perché trasformano obiettivi civili in obiettivi militari. Gli attacchi russi che sono seguiti hanno ucciso civili e distrutto infrastrutture civili”. E’ quanto ha dichiarato Amnesty International al termine di una ricerca durata diverse settimane, tra aprile e luglio, nelle regioni di Kharkiv, del Donbass e di Mykolaiv. “L’organizzazione – si legge – ha visitato luoghi colpiti dagli attacchi, ha intervistato sopravvissuti, testimoni e familiari di vittime, ha analizzato le armi usate e ha svolto ulteriori ricerche da remoto. I ricercatori di Amnesty International hanno riscontrato prove che le forze ucraine hanno lanciato attacchi da centri abitati, a volte dall’interno di edifici civili, in 19 città e villaggi. Per convalidare ulteriormente queste prove, il Crisis Evidence Lab dell’organizzazione per i diritti

Leggi di più...

Taiwan, Usa e Cina contro

In gioco la fabbrica mondiale dei chip Qualsiasi prodotto tecnologico che abbia bisogno di un chip per funzionare deve la sua esistenza a Taiwan. E buona parte dei trasporti marittimi da e per l’Oriente passa da Taiwan. Bastano queste due informazioni basilari per comprendere quanto strategica sia l’isola e come nei rapporti, tesissimi, tra Cina e Stati Uniti pesi il suo destino.   Taipei non solo esporta tecnologia, e buona parte delle componenti necessaria a produrla altrove, ma controlla anche una fetta consistente, circa il 10%, delle navi che la portano nel mondo. Gli altri dati significativi sono quelli che descrivono la capillare distribuzione a livello globale del suo interscambio commerciale: Cina (26%), Usa (13%), Giappone (11%), Hong Kong e Ue (8%). L’isola non è un luogo di passaggio delle rotte commerciali, è uno degli snodi principali che alimentano il commercio globale. La conseguenza, sul piano operativo, è che una crisi a Taiwan rischia di fermare una parte consistente dell’economia

Leggi di più...

Kansas, bocciato referendum per aborto

Kansas, bocciato referendum per annullare diritto aborto Nel primo test elettorale sul diritto all’aborto dopo la sentenza shock della Corte Suprema, la grande maggioranza degli elettori del Kansas hanno deciso tramite un referendum di continuare a garantire il diritto all’interruzione di gravidanza inserito nella costituzione dello stato.   Con i dati ancora non definitivi, oltre il 62% degli elettori dello stato, tradizionalmente conservatore, ha votato no alla proposta di emendare la Costituzione in modo da permettere alla maggioranza repubblicana che guida lo stato di approvare anche in Kansas una legge per limitare, o annullare del tutto, l’accesso all’aborto, come hanno fatto decine di altri stati dalla sentenza emessa lo scorso giugno dalla Corte Suprema.   Ed un altro segnale positivo per i democratici è che ieri in Kansas, dove si votava come in altri quattro stati anche per le primarie, si è registrata un’affluenza alle urne superiore a quella degli ultimi anni, che potrebbe alla fine raggiungere quella record registrata

Leggi di più...

“Subito attività ricerca e soccorso”

Sos Med, Msf e Sea watch a Ue: “Subito attività ricerca e soccorso” Sos Mediterranee, Medici Senza Frontiere (MSF) e Sea watch richiedono “con urgenza l’avvio di un’attività di ricerca e soccorso (SAR) gestita a livello europeo nel Mediterraneo centrale per prevenire ulteriori morti”. “In cinque giorni la Geo Barents, nave SAR di MSF, e la Ocean Viking, nave SAR di Sos Med in partnership con la Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, hanno salvato sedici imbarcazioni in difficoltà, mentre la settimana precedente la Sea-Watch 3 aveva soccorso cinque imbarcazioni per un totale di 444 persone. Senza la presenza di navi civili di ricerca e soccorso nel Mediterraneo centrale, i bambini, le donne e gli uomini soccorsi durante queste operazioni di salvataggio sarebbero stati abbandonati al loro destino nelle acque internazionali al largo della Libia, sulla rotta migratoria marittima più letale al mondo dal 2014 – dicono -Il mancato impegno a livello europeo di un’attività di

Leggi di più...

Taiwan, Cina annuncia esercitazioni militari

Nancy Pelosi a Taiwan, Cina annuncia esercitazioni militari Pechino ha annunciato che si terranno esercitazioni militari al largo di Taiwan dopo lo sbarco della presidente della Camera dei rappresentanti Nancy Pelosi. Lo ha riferito l’agenzia di stampa Xinhua spiegando che le esercitazioni si terranno in sei zone attorno a Taiwan dal 4 al 7 agosto.   Il ministero della Difesa di Taipei ha risposto dicendo di avere ”piena comprensione delle attività vicino a Taiwan” e che ”invierà forze appropriate in relazione alle minacce”.  Intanto oggi dopo l’atterraggio della speaker della Camera dei Rappresentanti Usa a Taiwan, il Comitato centrale del Partito comunista cinese ha messo in guardia affermando che “qualsiasi attività che cerchi l’indipendenza di Taiwan sarà schiacciata dalle potenti forze anti-secessione e pro-riunificazione del popolo cinese”. Lo sottolinea l’ufficio per Taiwan del Comitato centrale del Partito Comunista Cinese, in una nota diffusa integralmente dall’agenzia di Stato Xinhua, .   La visita odierna di Pelosi nella “regione cinese di Taiwan”,

Leggi di più...

I leader jihadisti eliminati dagli Usa

Da Bin Laden a Zawahiri L’uccisione di oggi di Ayman al-Zawahiri rimanda alla notte tra il primo e il 2 maggio del 2011 quando il fondatore di al-Qaeda, il saudita Osama Bin Laden, è stato colpito a morte dalle forze speciali americane nel corso della cosiddetta Operation Neptune Spear ad Abottabad, in Pakistan. Il corpo del leader jihadista fu preso in custodia, portato su una portaerei e seppellito nel mar Arabico dopo un breve rito islamico. A dare notizia della sua morte fu l’allora presidente degli Stati Uniti Barack Obama, come oggi l’annuncio della morte di al-Zawahiri è stato dato dall’inquilino della Casa Bianca Joe Biden.  “Oggi è un grande giorno per l’America, il mondo è più sicuro, è un posto migliore perché è morto Osama Bin Laden”, aveva detto un trionfante Obama sintetizzando la gioia degli Stati Uniti di fronte alla notizia dell’uccisione del nemico numero uno, il leader di al Qaeda responsabile degli attacchi dell’11 settembre e di

Leggi di più...

Nancy Pelosi a Taiwan, alta tensione

La speaker della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, Nancy Pelosi, è attesa a Taiwan alle 22.20 ora locale, le 16.20 in Italia. Lo scrive il quotidiano dell’isola Liberty Times, secondo cui Pelosi dovrebbe ripartire domani a metà giornata. Intanto, anche se non è “emergenza”, i militari di Taiwan hanno “aumentato” il livello di “prontezza operativa” da questa mattina “in risposta a esercitazioni militari” cinesi. Lo scrive l’agenzia Cna, che cita una fonte ben informata che parla della “minaccia militare” rappresentata dai movimenti cinesi. La stessa fonte precisa che resta un livello “normale” di “prontezza operativa”, in base al sistema a due livelli dell’isola (che la Cina considera una “provincia ribelle”), e che quindi non c’è stato un innalzamento a “emergenza”. Ieri il Comando del teatro orientale dell’Esercito popolare di liberazione cinese ha diffuso un video dedicato a manovre delle Forze armate con la didascalia “pronti a combattere”. Cina L’esercito della Cina non resterà a guardare se la presidente della

Leggi di più...

Ucciso leader al-Qaeda al Zawahiri.

“Giustizia è fatta, questo leader terroristico non c’è più”. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden si affaccia all’1.30 ora italiana dal balcone della Casa Bianca – dove è di nuovo in isolamento a causa del covid – per rivendicare il successo dell’uccisione di Ayman al Zawahiri. “Miei concittadini americani – dice – sabato, su mio ordine, gli Stati Uniti hanno concluso un raid aereo a Kabul, nel quale è stato ucciso l’emiro di al Qaeda”.  “Al Zawahiri – ricorda – era il numero due di bin Laden, il suo vice al momento degli attacchi dell’11 settembre, era profondamente coinvolto nella pianificazione dell’11 settembre, uno dei maggiormente responsabili per gli attacchi che hanno ucciso 2.977 persone sul suolo americano”.   Il presidente cita tutti gli attacchi attribuiti al medico egiziano e ricorda i video di cui fu protagonista nei quali incitava ad attaccare l’America ed i suoi alleati, ancora nelle settimane scorse. “Adesso è stata fatta giustizia, questo leader terroristico

Leggi di più...

Ucraina aumenterà esportazione di elettricità

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che l’Ucraina prevede di aumentare le esportazioni di elettricità verso la Ue, che, a causa del blocco delle forniture imposto alla Russia, deve affrontare potenziali carenze energetiche. “Ci stiamo preparando ad aumentare le nostre esportazioni di elettricità verso i consumatori nell’Unione Europea”, ha detto Zelensky nel suo discorso di ieri sera. “Le nostre esportazioni ci consentono non solo di guadagnare valuta estera, ma anche di aiutare i nostri partner a resistere alla pressione energetica russa”. La Russia ha sostanzialmente ridotto le forniture di gas all’Europa attraverso il gasdotto Nord Stream 1. Gas che è utilizzato in parte per la produzione di energia elettrica. Zelensky ha affermato che l’Ucraina ha collegato la sua rete al sistema europeo nonostante la guerra. “Faremo gradualmente dell’Ucraina uno dei garanti della sicurezza energetica europea grazie alla nostra produzione nazionale di elettricità”, ha affermato. Prima dell’invasione della Russia, il fabbisogno energetico dell’Ucraina veniva soddisfatto con il 50% di energia

Leggi di più...

Filippine. Terremoto di magnitudo 7.3

Il bilancio, ancora provvisorio, riferisce di almeno quattro morti, tra cui un operaio di 25 anni a La Trinidad, e una sessantina di feriti in diverse località. Ingenti i danni agli edifici; paura e persone in strada nella capitale Manila. Sarebbe un operaio di 25 anni che era al lavoro in un cantiere della città di La Trinidad, la prima vittima – ma ce ne sarebbe almeno un’altra – del violento sisma di magnitudo 7.3 che ha colpito la parte nordoccidentale dell’isola di Luzon, nelle Filippine alle ore 8.43 locali (le 2.43 in Italia). Ferite persone che viaggiavano in auto Secondo quanto riferiscono le autorità locali, tra i feriti più gravi ci sarebbero almeno cinque persone che viaggiavano rispettivamente a bordo di un suv e di un camion che sono state colpite da rocce staccatesi dalla montagna lungo una strada collinare nella provincia di La Union, tra le città di Baguio e quella di Rosario. Una quarantina di feriti si

Leggi di più...

Il Papa: la Chiesa ha bisogno di guarigione

Madri e nonne aiutano a risanare le ferite Francesco partecipa con gli indigeni al pellegrinaggio al Lac Ste. Anne, dove celebra una liturgia della Parola. Sulle rive di questo luogo ritenuto sacro, il Pontefice chiede la guarigione del passato segnato dai “terribili effetti della colonizzazione” e dal “dolore di tante famiglie”, ma anche la guarigione di un presente che vede anziani abbandonati e giovani “anestetizzati”. Un pensiero alle anziane a cui è stato “impedito di trasmettere la fede nella loro lingua e cultura”. Si presenta come “un pellegrino”, Francesco, sulle rive del Lac Ste. Anne, quello che i Nakota Sioux chiamano Wakamne, “Lago di Dio”, e il popolo Cree “Lago dello Spirito”. In queste torbide acque sacre, meta da secoli di pellegrinaggi delle popolazioni autoctone del Canada che vi si bagnano per invocare dalla madre di Maria la guarigione del corpo, anche il Papa, venuto a celebrare una Liturgia della Parola, implora da Dio la guarigione. La guarigione della memoria, di un

Leggi di più...

Guerini: “Italia chiara su suo posizionamento”

“Penso che sicuramente l’Italia in questa situazione di crisi internazionale molto profonda abbia innanzitutto posto con chiarezza qual è il suo posizionamento” sulla crisi in Ucraina. Lo ha dichiarato il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, intervenendo alla conferenza della Fondazione Med-Or dal titolo ‘Ucraina e mediterraneo. C’è un filo rosso?’. “Sicuramente l’Italia ha posto con chiarezza qual è la sua posizione, nella consapevolezza che l’aggressione della Russia all’Ucraina rappresentasse una minaccia per la sicurezza globale”, ha proseguito Guerini, sottolineando che nella fase precedente all’ “aggressione russa”, l’Italia è stata “protagonista” sul piano diplomatico, sia bilaterale che multilaterale, del “tentativo di aprire una discussione con la Russia che potesse avere come effetto la possibilità che la minaccia non si concretizzasse”. E’ necessario far comprendere all’Europa” che in Africa “si giocano  questioni fondamentali per la sicurezza, il contrasto al terrorismo, la stabilità, la crescita e lo sviluppo”, ha continuato il ministro della Difesa. “Se c’è un luogo in cui l’Europa misura l’ambizione di

Leggi di più...

“Russia ha perso 40mila soldati in guerra”

La Russia ha perso in guerra quasi 40mila soldati da quando ha avviato l’operazione di invasione dell’Ucraina. A dichiararlo è stato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky: “Per quattro mesi, lo stato russo non ha fornito ai suoi cittadini alcuna informazione sulle perdite del contingente di occupazione. Silenzio totale. Nulla è stato pubblicato o detto in numerose interviste e discorsi a livello politico e militare. Tuttavia, questo numero è già quasi di 40mila, ovvero il numero di persone che l’esercito russo ha perso dal 24 febbraio. E altre decine di migliaia di persone sono state ferite”, ha affermato il capo dello stato ucraino. Zelensky ha chiesto inoltre all’Occidente di imporre un nuovo round di sanzioni a Mosca dopo l’annuncio di ulteriori tagli alle forniture di gas russo all’Europa. Il presidente ha sottolineato come sia ora “chiaro a tutti” che la Russia sta tenendo l’Europa in ostaggio e usando il colosso energetico statale Gazprom per rendere questo inverno “il più duro” per

Leggi di più...

Libano, sistema idrico in bilico

Milioni di persone in pericolo Evitato il collasso delle infrastrutture, ma i servizi di approvvigionamento rimangono precari. La preoccupante analisi dell’UNICEF sulla situazione nel Paese che – tra crisi energetica, pandemia, siccità e la passata esplosione di Beirut – mette a rischio la salute della popolazione. L’Avsi in Libano: “sfiducia nel futuro”. “Struggling to keep the taps on” (“Lottando per tenere i rubinetti aperti”) è il nuovo rapporto dell’UNICEF che fotografa la situazione in Libano, dove già nello scorso anno si erano avvertite delle forti ripercussioni sulle infrastrutture di base, impossibilitate a dare garanzie alla popolazione. Il crollo economico del Paese, già accentuato dall’impatto della pandemia da Covid-19 e dalle conseguenze delle esplosioni di Beirut del 2020, è stato aggravato dall’aumento dei prezzi globali del petrolio. In un contesto di inflazione vertiginosa, i fornitori del servizio pubblico non sono stati in grado di mettere a disposizione acqua a sufficienza a causa della crisi energetica, ma non solo, a questo si

Leggi di più...

Ucraina, Kiev: morti 39.700 soldati Russia

Ammonterebbero a 39.700 le perdite fra le fila russe dal giorno dell’attacco della Russia all’Ucraina, lo scorso 24 febbraio. Lo rende noto il bollettino quotidiano dello Stato Maggiore delle Forze Armate ucraine, diffuso su Facebook, che riporta cifre che non è possibile verificare in modo indipendente. Secondo il resoconto dei militari ucraini, a oggi le perdite russe sarebbero di circa 39.700 uomini, 1730 carri armati, 3950 mezzi corazzati, 876 sistemi d’artiglieria, 257 lanciarazzi multipli, 116 sistemi di difesa antiaerea. Stando al bollettino, che specifica che i dati sono in aggiornamento a causa degli intensi combattimenti, le forze russe avrebbero perso anche 222 aerei, 188 elicotteri, 2832 autoveicoli, 15 unità navali e 719 droni. Ucraina: “Distrutto posto di comando della Russia nel sud” L’esercito ucraino ha distrutto un posto di comando russo e depositi di munizioni nell’Ucraina meridionale. Lo ha annunciato il comando operativo ‘Sud’ delle forze armate ucraine, citato su Twitter dal ‘Kyiv Independent’, secondo cui nell’attacco sono stati uccisi

Leggi di più...

Caldo killer, 1.700 morti

Caldo killer, 1.700 morti in Spagna e Portogallo nel 2022 Caldo rovente in tutta Europa. “Quest’anno abbiamo già assistito a più di 1.700 decessi solo in Spagna e Portogallo”, fa sapere l’Oms Europa sottolineando che “il cambiamento climatico non è un fenomeno nuovo”. E le conseguenze del climate change “stanno crescendo anno dopo anno con esiti disastrosi”, afferma il direttore regionale dell’agenzia, Hans Kluge. “Il calore estremo uccide”, avverte, ricordando che “negli ultimi decenni centinaia di migliaia di persone sono morte”.   Adesso però “gli incendi boschivi, ben noti per gli effetti disastrosi nell’Europa meridionale, si stanno osservando fino alla Scandinavia – sottolinea Kluge – A Londra, questa settimana, 41 case sono andate distrutte per incendi”. Oltre ai roghi, “l’esposizione al calore estremo spesso esacerba problemi di salute preesistenti. Il colpo di calore e altre gravi forme di ipertermia causano sofferenza e morte prematura”, con “bambini e anziani particolarmente a rischio”.  L’Oms Europa – spiega l’agenzia in una nota –

Leggi di più...

Bombe e grano: le due facce del conflitto

Le armi non tacciono in Ucraina: il bombardamento russo che ha colpito la città di Toretsk, nella regione orientale di Donetsk, ha provocato almeno sei morti. A Washington, il Segretario di Stato Blinken ha ribadito l’aiuto a Kiev, ricevendo la moglie del presidente Zelensky, attesa mercoledì dalla first lady alla Casa Bianca. Intanto, in Iran giornata di colloqui con il presidente russo Putin e quello turco Erdogan che in un bilaterale parlano anche della questione grano. In Ucraina, un bombardamento russo ha colpito la città di Toretsk, nella regione orientale di Donetsk, provocando la morte di almeno sei persone. A Washington, il segretario di Stato Blinken ha ribadito l’aiuto a Kiev, ricevendo ieri la moglie del presidente Zelensky, Olena, che domani incontrerà la first lady alla Casa Bianca. A Teheran, Putin e Erdoğan Intanto, oggi in Iran sono attesi il presidente russo Putin e quello turco Erdoğan. A Teheran, oltre all’incontro con il presidente iraniano Ebrahim Raisi, è previsto un bilaterale

Leggi di più...

JLo e Ben Affleck si sono sposati a Las Vegas

I Bennifer hanno detto sì. Le star di Hollywood Jennifer Lopez e Ben Affleck si sono sposate a Las Vegas. Lo ha confermato la stess JLo. “Ce l’abbiamo fatta. L’amore è bellissimo. L’amore è gentile. E si scopre che l’amore è anche paziente. Paziente da vent’anni”, ha scritto la star sul suo sito web dedicato ai fan OntheJLo riferendosi al fatto che il primo fidanzamento della coppia era naufragato prima delle nozze nel gennaio 2004. La notizia del ritorno di fiamma tra i due, l’estate scorsa, aveva mandato in visibilio i fan, con gli scatti romantici dei due tra una vacanza in barca sulle coste italiane e il red carpet percorso mano nella mano alla Mostra del cinema di Venezia. Sul sito web OntheJLo, l’attrice e cantante ha raccontato di essere volata a Las Vegas con Affleck sabato e di aver fatto la fila per una licenza di matrimonio insieme ad altre quattro coppie. “Avevano ragione quando dicevano, ‘all you

Leggi di più...

Peskov: “Finirà quando obiettivi raggiunti”

Non c’è una data precisa per la fine dell’”operazione militare speciale” della Russia in Ucraina. A ribadirlo il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, sottolineando che l’operazione si concluderà quando “tutti i suoi obiettivi saranno raggiunti”. “L’aspetto essenziale non è il tempo ma l’efficacia”, ha dichiarato Peskov in un’intervista rilasciata ai media iraniani. La priorità è distruggere i missili a lungo raggio in dotazione dell’esercito ucraino e annullare la loro capacità di artiglieria, ha aggiunto dal canto suo il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu durante un incontro con le truppe schierate in Ucraina e in particolare con il gruppo ‘Vostok’. E’ quanto riporta l’agenzia di stampa Tass, sottolineando che la priorità segnalata da Shoigu riguarda l’eliminazione della minaccia ucraina al Donbass. Ucraina, Ue cerca intesa su sostegno militare a Kiev Nel Consiglio Affari Esteri di oggi “vedremo come continuare a sostenere l’Ucraina”. I ministri “discuteranno l’aumento del sostegno militare” a Kiev. “E sono sicuro che troveranno un accordo politico su

Leggi di più...

“Concordato centro coordinamento a Istanbul”

Grano Ucraina, Turchia: “Concordato centro coordinamento a Istanbul” E’ stato concordato di istituire un centro di coordinamento a Istanbul nel corso della riunione sullo sblocco delle esportazioni del grano ucraino che si è tenuta nella metropoli sul Bosforo fra le delegazioni militari di Mosca, Kiev e Ankara, che media insieme a rappresentanti dell’Onu. Lo ha annunciato il ministro della Difesa turco, Hulusi Akar, citato dall’agenzia di stampa Anadolu.  Secondo Akar, nel corso della riunione si è raggiunto “un consenso sui controlli congiunti ai porti di partenza e destinazione e sulla sicurezza delle navi lungo le rotte di trasferimento”. Inoltre la prossima settimana le delegazioni ucraina e russa si incontreranno nuovamente in Turchia e “tutti i dettagli saranno esaminati e sarà siglato il lavoro svolto”.  L’intesa raggiunta a Istanbul è “un passo rilevante” per contrastare l’emergenza alimentare e “spero” che la prossima settimana possa essere siglato l’accordo “finale”, ha dichiarato il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, commentando l’esito dei

Leggi di più...

“Fucilazione per mercenari condannati”

“I mercenari stranieri” che sono stati condannati a morte nell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk, nell’Ucraina orientale, saranno “fucilati” se i loro appelli contro la sentenza saranno respinti. Lo ha dichiarato il leader separatista filo-russo, Denis Pushilin, citato dall’agenzia Sputnik. “Tutti gli stranieri hanno presentato appello e siamo in attesa del verdetto del tribunale”, ha detto, precisando che la sentenza, se verrà confermata, sarà eseguita “tramite fucilazione”. Le parole di Pushilin si riferiscono a due cittadini britannici e a un marocchino catturati mentre combattevano al fianco delle forze di Kiev a Mariupol e successivamente condannati a morte. Donetsk, terzo cittadino Usa in mano ai filo-russi C’è un terzo cittadino americano, Suedi Murekezi, in mano ai filo-russi a Donetsk, nell’Ucraina orientale. Lo denunciano gli amici e i familiari di Murekezi, 35 anni, sostenendo che l’uomo è stato catturato a giugno a Kherson, nell’Ucraina meridionale, dove viveva da oltre due anni. Ora Murekezi si trova nella stessa prigione dove sono detenuti altri due

Leggi di più...

Vertice in Turchia sulla questione del grano

A Istanbul è in programma una riunione tra rappresentanti di Mosca, di Kiev e dell’Onu, con l mediazione turca. Per il ministro degli Esteri ucraino l’accordo è vicino. In Ucraina continua a salire il bilancio delle vittime del bombardamento russo su Chasiv Yar, nella regione del Donbass. Sono almeno 45 i morti. Intanto potrebbe risolversi la crisi del grano. Al via oggi in Turchia un incontro tra una delegazione russa e una e ucraina, alla presenza dei rappresentanti delle Nazioni Unite, sulla questione delle esportazioni di cereali attraverso il Mar Nero.  Otto navi straniere sono già arrivate nei porti ucraini per caricare il frumento prima che marcisca a causa del caldo, ma per la Russia è prioritario “controllare e perquisire le navi” ed evitare quello che ha definito “il contrabbando di armi”. L’Ucraina, da parte sua, si è detta “favorevole alla soluzione della questione del rilascio di cereali ucraini sotto l’egida dell’Onu”. Il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, ha dichiarato

Leggi di più...

Twitter fa causa a Elon Musk

Twitter ha intentato una causa contro Elon Musk per costringere il miliardario a mantenere la sua promessa di acquistare la società, primo passo legale in quello che dovrebbe essere uno dei processi aziendali di più alto profilo nella storia recente. Lo riporta il Washington Post. Per mesi Musk ha minacciato pubblicamente di abbandonare la vendita dell’influente social network. La scorsa settimana ha annunciato che stava “risolvendo” l’accordo perché Twitter non gli aveva fornito informazioni sufficienti su spam e bot. Ora il giudice di un tribunale specializzato in affari nel Delaware deve determinare se l’uomo più ricco del mondo può uscire dall’accordo da 44 miliardi di dollari, nonostante un contratto lo vincoli a completare l’acquisizione. Twitter, la società: “Musk rispetti accordo” Le azioni di Twitter affondano in borsa dopo che Elon Musk ha annunciato che avrebbe ritirato l’accordo da 44 miliardi di dollari per acquistare la piattaforma, accusando il social media di non aver fornito informazioni sufficienti sul numero di spam

Leggi di più...