METEO

Maltempo, è ancora allerta per regioni del Sud Italia

– Ancora maltempo sull’Italia. Oggi, mercoledì 30 novembre, piogge, temporali e venti di burrasca con forti raffiche caratterizzeranno il meteo al Sud. In particolare la Protezione civile ha valutato l’allerta arancione su alcuni settori della Calabria e della Sicilia. Valutata, inoltre, allerta gialla in Basilicata, su gran parte della Puglia e sui restanti territori della Calabria e della Sicilia. Precipitazioni da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla Calabria, con maggiore riguardo alle aree ioniche, in estensione, dalle prime ore di domani, mercoledì 30 novembre, a Basilicata e Puglia, specie settori meridionali già da ieri sera. E dalle prime ore di oggi è stato previsto, inoltre, il persistere di precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla Sicilia, specie settori settentrionali. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, attività elettrica e forti raffiche di vento. Attesi, inoltre, venti di burrasca, con raffiche di burrasca forte, dai quadranti orientali sulla Calabria, in estensione

Leggi di più...

Meteo, allerta arancione per temporali e nubifragi

(Adnkronos) – Allerta meteo arancione domani, sabato 26 novembre, su Campania, Lazio, Molise e Sicilia. Allerta gialla in undici regioni. E’ quanto scrive il Dipartimento della Protezione Civile sulla base delle previsioni disponibili, secondo le quali un’area di bassa pressione che insiste sul Mar Tirreno, sarà responsabile di una fase di maltempo, che coinvolgerà, nella giornata di domani, gran parte delle regioni centro-meridionali, favorendo, successivamente, anche un’intensificazione dei venti dai quadranti orientali su gran parte del nostro Paese. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche. Dalla sera di oggi si prevedono precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle zone appenniniche dell’Emilia-Romagna, sui settori costieri della Toscana, sul Lazio centro-meridionale, Campania, Abruzzo, Molise e Sicilia, in estensione, dal mattino, su Calabria, Basilicata e Puglia. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, attività elettrica e forti raffiche di vento. Dalle prime ore di domani, sono

Leggi di più...

Maltempo, nubifragi e venti di burrasca

Allerta rossa in Abruzzo e Sardegna Maltempo su gran parte dell’Italia oggi, 22 novembre 2022, in particolare sulle regioni centro-meridionali e nord-orientali, con diffuse precipitazioni anche molto abbondanti e un marcato rinforzo della ventilazione, con conseguenti forti mareggiate sulle coste esposte. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un’allerta rossa per alcune zone di Abruzzo e Sardegna. Allerta arancione su parte di Abruzzo, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Sardegna, Molise, Basilicata, Campania e Veneto. Allerta gialla su settori di Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, Molise, Sardegna, Umbria, Veneto, Basilicata, Puglia e Sicilia.  L’allerta riguarda sia il rischio idrogeologico (ovvero la possibilità che le piogge causino frane, crolli, o colate di fango), che il rischio idraulico (che comprende, ad esempio, eventuali allagamenti e alluvioni).  In alcune regioni del Centro diversi comuni hanno inoltre deciso la chiusura delle scuole per martedì: tra questi ci sono Napoli, Caserta, Latina, Frosinone e Ostia. A Roma, invece,

Leggi di più...

Maltempo Italia, weekend con piogge anche forti

(Adnkronos) – Due cicloni in quattro giorni con maltempo sull’Italia. “Durante il weekend, con il passaggio del primo ciclone, avremo instabilità solo al Centro-Sud con tanta pioggia e pochissima neve, in un secondo momento è previsto maltempo diffuso su tutta l’Italia e qualche sorpresa in più – spiegano gli esperti del sito www.iLMeteo.it – Iniziamo a vedere cosa succederà durante il weekend: il primo ciclone, in transito da Ovest verso Sud-Est con una pressione minima di circa 1000 hPa, porterà piogge intense verso il Centro-Sud, in particolare su Basso Lazio, Campania, Molise, Basilicata e Calabria. Il sabato vedrà anche un sensibile calo termico da Nord a Sud e locali venti di burrasca in Sardegna”. Mattia Gussoni, meteorologo del sito www.iLMeteo.it, avvisa dunque di prestare attenzione ancora una volta ai rovesci intensi di carattere tardo estivo sul medio e basso versante tirrenico: dopo l’Estate 2022 caldissima, i mari sono ancora tiepidi e forniscono energia per possibili nubifragi costieri. Nella giornata di

Leggi di più...

Maltempo, domani allerta arancione in 4 Regioni

  (Adnkronos) – Piogge in arrivo al Centro e al Sud, allerta arancione in quattro Regioni: Campania, Calabria, Basilicata e Molise. I fenomeni meteo potrebbero determinare criticità idrogeologiche e idrauliche, riportate nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento.  È stata, inoltre, valutata l’allerta gialla sui restanti settori delle stesse Regioni, oltre ad Abruzzo, Marche, Sardegna, Puglia e Lazio. Per quest’ultima Regione “sabato 19 novembre e per le successive 18-24 ore, si prevedono sul Lazio precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, specie sui settori meridionali. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, attività elettrica e forti raffiche di vento”.   Il Centro funzionale regionale “ha effettuato la valutazione dei livelli di allerta/criticità e ha pertanto inoltrato un bollettino con allerta gialla per criticità idrogeologica e criticità idrogeologica per temporali su tutto il Lazio. La Sala operativa permanente della Regione Lazio ha diramato l’allertamento del Sistema di Protezione

Leggi di più...

Clima, accelerano eventi estremi in Italia

+27% nel 2022 Accelerano gli eventi climatici estremi in Italia. Nei primi dieci mesi del 2022, si sono registrati 254 fenomeni meteorologici estremi, +27% di quelli dello scorso anno. Preoccupa anche il bilancio degli ultimi 13 anni: dal 2010 al 31 ottobre 2022 si sono verificati in Italia 1.503 eventi estremi con 780 comuni colpiti e 279 vittime. Tra le regioni più colpite: Sicilia (175 eventi estremi), Lombardia (166), Lazio (136), Puglia (112), Emilia-Romagna (111), Toscana (107) e Veneto (101). È quanto emerge dal nuovo report ‘Il clima è già cambiato’ dell’Osservatorio CittàClima 2022 realizzato da Legambiente, con il contributo del Gruppo Unipol.   Entrando nello specifico, su 1.503 fenomeni estremi ben 529 sono stati casi di allagamenti da piogge intense come evento principale, e che diventano 768 se si considerano gli effetti collaterali di altri eventi estremi, quali grandinate ed esondazioni; 531 i casi di stop alle infrastrutture con 89 giorni di blocco di metropolitane e treni urbani, 387

Leggi di più...

Maltempo: allerta gialla in 11 Regioni

Piogge in arrivo al Centro e al Sud, allerta gialla in 11 Regioni. “Il veloce transito di una perturbazione sul Mediterraneo centro-occidentale determinerà, dal tardo pomeriggio di oggi, una fase di maltempo su gran parte delle nostre regioni centrali, in successiva estensione al versante tirrenico meridionale peninsulare”, fa sapere il Dipartimento della Protezione Civile “che, sulla base delle previsioni disponibili, d’intesa con le regioni coinvolte (alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati) ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche”. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento. L’avviso prevede dal tardo pomeriggio di oggi precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sardegna e Toscana in estensione a Umbria, Lazio, Campania e dalla mattinata di domani a Basilicata tirrenica e Calabria centro-settentrionale. I fenomeni saranno

Leggi di più...

E’ arrivato l’Autunno, pioggia per dieci giorni

Ciclone d’Islanda alla riscossa. Dopo aver dormito per lunghi mesi un sonno tranquillo, nei prossimi giorni il ciclone, che staziona sul Nord Atlantico, si approfondirà fino a valori di pressione tipici di un uragano: l’occhio del Ciclone d’Islanda potrebbe scendere sotto i 950 hPa, come un uragano di categoria 3, su una scala che va da un minimo di 1 ad un massimo di 5. Insomma, in poche parole, il Ciclone d’Islanda sarà molto potente per almeno 10 giorni e riuscirà ad inviare un treno di perturbazioni atlantiche verso l’Europa. Lorenzo Tedici, meteorologo del sito www.iLMeteo.it, precisa che molte di queste perturbazioni arriveranno anche in Italia: al momento sono previsti passaggi perturbati tra oggi e domani, poi venerdì e sabato e molto probabilmente anche la prossima settimana. E’ arrivato dunque l’Autunno, quello vero, con temperature massime intorno ai 15 gradi al Centro-Nord, localmente intorno ai 20°C al Sud: in pratica una decina di gradi in meno rispetto ai valori tardo

Leggi di più...

Italia: in arrivo pioggia, vento e neve

Lunga fase di maltempo sull’Italia per un treno di perturbazioni che porteranno piogge intense e neve sui rilievi. Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it, comunica che il comparto Atlantico inizia a ribollire e, dopo un lungo letargo, è pronto a sfornare un treno di cicloni (perturbazioni organizzate) che avranno effetti diretti su gran parte del Vecchio Continente. Detto in poche parole, sta prendendo vigore una vasta area depressionaria, denominata in termine tecnico Depressione d’Islanda. Si tratta, in sostanza, della “fucina delle perturbazioni”, il cuore pulsante della stagione autunnale, pronta a pilotare piogge intense dapprima verso Regno Unito, Francia e Penisola Iberica, poi anche sul Mediterraneo e quindi anche sul nostro Paese. Ma andiamo con ordine: nel corso della giornata odierna residue piogge bagneranno ancora il Nordovest, con fiocchi di neve sui rilievi alpini. Ombrelli a portata di mano anche su molti angoli del Centro, poi nel corso della giornata le piogge tenderanno ad attenuarsi. Una prima perturbazione attraverserà

Leggi di più...

Clima, in Europa l’ottobre più caldo in assoluto

L’Europa ha registrato l’ottobre più caldo in assoluto, con temperature superiori di quasi 2°C rispetto al periodo di riferimento compreso tra il 1991 e il 2020. Un periodo di caldo intenso ha portato a temperature giornaliere da record nell’Europa occidentale e un ottobre da record per Austria, Svizzera e Francia, oltre che per vaste aree dell’Italia e della Spagna. Lo segnala il Servizio per il Cambiamento Climatico di Copernicus (Copernicus Climate Change Service, C3S), implementato dal Centro Europeo per le Previsioni Meteorologiche a Medio Termine per conto della Commissione europea, con il finanziamento dell’Ue. Anche il Canada ha registrato un periodo di caldo eccezionale; condizioni molto più calde rispetto alla media si sono verificate in Groenlandia e Siberia. La maggior incidenza di temperature inferiori alla media è stata rilevata in Australia, nell’estrema Russia orientale e in alcune aree dell’Antartide occidentale. “L’Europa ha registrato l’ottobre più caldo in assoluto, caratterizzato da oltre 2°C in più rispetto alla media degli ultimi 30

Leggi di più...

Meteo, con la ‘Novembrata’ torna il caldo

 E’ ormai imminente il ritorno del caldo, ecco la 1ª Novembrata della storia. Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it informa infatti che in queste ore un campo anticiclonico di matrice sub-tropicale si sta espandendo sul bacino del Mediterraneo e anche sull’Italia. Il tempo è già tornato stabile e ampiamente soleggiato al Centro-Nord e ora lo sarà anche al Sud. Il termine Novembrata l’abbiamo coniato proprio per sottolineare quella che può essere una nuova fase climatica a tratti straordinaria. Il precedente peggioramento provocato dal primo ciclone dell’autunno continuerà a favorire una ventilazione dai quadranti settentrionali almeno fino a martedì. Il cielo più sereno e il vento più freddo manterranno ancora le temperature piuttosto basse di notte e al primo mattino con valori prossimi ai 4-5°C al Nord, fino a 7°C al Centro e non più di 11-13°C su gran parte del Sud. Ci saranno diffuse gelate invece in montagna. Di giorno invece non si andrà oltre i 17°C su

Leggi di più...

Meteo impazzito, l’Halloween più caldo della storia

(Adnkronos) – Anticiclone di Halloween con sole e caldo anomalo per il periodo su gran parte dell’Europa. Ultimi giorni di ottobre dal sapore estivo. Dovremo riscrivere il calendario senza le mezze stagioni o meglio senza alcune stagioni: da aprile ad ottobre estate, da novembre a marzo autunno. Negli ultimi anni sono scomparse le gelate invernali in città e, purtroppo, spesso anche la neve perenne in montagna. Non esistono più l’inverno e la primavera. E si va verso l’Halloween più caldo della storia, con temperature massime oltre i 30°C in Italia e Spagna, addirittura fino a 35°C in Andalusia. Mattia Gussoni, meteorologo del sito www.iLMeteo.it, conferma che il clima è cambiato in modo drammatico. Con questo clima super caldo, appena entrerà una perturbazione sul Mediterraneo, rischieremo fenomeni violenti: all’orizzonte i modelli meteorologici vedono un possibile peggioramento da metà della prossima settimana. Dovremo stare attenti a potenziali nubifragi lungo le coste (il mare è ancora caldo con un’anomalia positiva fino a +4°C

Leggi di più...

Con Scipione caldo fino a fine ottobre

Ancora caldo sull’Italia, con una ‘nuova estate’ fino alla fine di ottobre per l’anticiclone africano Scipione. Il livello del mare a livello globale, avverte la NASA, è aumentato di circa 21-24 centimetri dal 1880 a causa del Riscaldamento Globale e continuerà a salire nel corso di questo secolo come indicato dall’IPCC, Gruppo intergovernativo sul Cambiamento Climatico. Si prevede un rialzo del livello marino di 28-55 cm, se saremo in grado di contenere le emissioni di gas serra, e fino a 63-100 cm nel caso di scenari ad alte emissioni: il mare salirà a causa del caldo per espansione termica e fusione del ghiaccio continentale. Andrea Garbinato, Responsabile Redazione del sito www.iLMeteo.it, indica quindi un altro indizio del cambiamento climatico sempre più esasperato che stiamo vivendo. Con l’inizio dell’era industriale il clima è mutato in modo estremamente veloce, come mai accaduto nella storia. In Italia il 2022 potrebbe diventare l’anno più caldo dal 1800, dall’inizio dei rilevamenti diffusi. E proprio in

Leggi di più...

Milano, accensione riscaldamenti dal 29 ottobre

L’accensione dei riscaldamenti a Milano slitta al 29 ottobre. “Le alte temperature registrate in questi giorni, insolite per la stagione, oltre a un innalzamento dei pm10 presenti nell’aria della città affiancato dall’esigenza di ridurre i consumi, hanno motivato il Comune di Milano a posticipare l’accensione degli impianti di riscaldamento”, fa sapere in una nota Palazzo Marino, dopo che il sindaco Giuseppe Sala ha firmato l’ordinanza per la riduzione del periodo di esercizio degli impianti termici a combustione a uso riscaldamento, posticipandone l’accensione. “Il provvedimento – sottolinea il Comune – è in continuità con il piano nazionale di contenimento dei consumi di gas (dl Cingolani), che prevede, al fine dell’abbattimento dei consumi di gas naturale, l’introduzione di limiti di temperatura, di ore giornaliere di accensione, e di durata del periodo di riscaldamento” e “rafforza l’attenzione dell’amministrazione per la tutela e la qualità dell’aria respirata dai cittadini e cittadine visto che gli impianti termici a uso civile costituiscono una rilevante, anche se

Leggi di più...

Maltempo, domani allerta gialla in 11 regioni

(Adnkronos) – Temporali con allerta meteo su diverse regioni italiane. Una perturbazione in arrivo dal Mar Mediterraneo occidentale tenderà ad accentuare le condizioni di instabilità sul territorio italiano, a partire dai settori di ponente, con fenomeni che assumeranno anche carattere temporalesco e, a partire dalla serata di oggi, risulteranno via via più intensi sulle regioni del sud. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it). L’avviso prevede dalla tarda serata di oggi, domenica 9 ottobre, precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale sulla Campania, in graduale estensione a Molise, Basilicata, Puglia, Calabria

Leggi di più...

Riecco l’estate, escalation delle temperature

Di nuovo estate con la super Ottobrata. “31 gradi in Sicilia e Sardegna, 27°C anche nei fondivalle dolomitici, mari caldi al Sud con acqua a 24-26°C, sole prevalente e giornate ancora relativamente lunghe: ecco gli ingredienti dell’Estate che torna nel mese di Ottobre” spiega il sito www.iLMeteo.it. “Tintarelle possibili, bagni in mare addirittura migliori di quelli di giugno, quando la temperatura dell’acqua è circa 20°C, rischio scottature decisamente minore visto l’inclinazione più bassa dei raggi del sole. Tra 10 anni probabilmente sposteremo le ferie in autunno, non avremo più il Ferragosto, perché farà troppo caldo, ma festeggeremo il Ferrottobre – dicono gli esperti – L’ultimo studio sull’Indice di Vivibilità Climatica, redatto da iLMeteo e Corriere della Sera, ha confermato infatti che negli ultimi 10 anni in Italia le temperature sono aumentate localmente di 1 grado: un valore eccezionale se si pensa al breve periodo. Con questa tendenza avremo quasi 10 gradi in più in un secolo, al netto dei normali

Leggi di più...

Arriva l’Ottobrata, caldo e colpo di coda dell’estate

(Adnkronos) – Caldo e colpo di coda dell’estate dopo il maltempo. Arriva l’Ottobrata sull’Italia con giornate soleggiate e temperature oltre i 25-27°C. Il termine ‘Ottobrata’, spiega il sito www.iLMeteo.it, “deriva dalla tradizione romana di compiere delle belle scampagnate ad Ottobre ai Castelli, cioè sui Colli Albani. Il clima di Roma infatti regala ogni anno periodi caldi e soleggiati in questo mese che inizia oggi: quest’anno il bel tempo di inizio ottobre non sarà confinato entro le mura romane ma si estenderà a tutto il nostro Paese. Ottime notizie dopo una seconda metà di settembre drammatica dal punto di vista meteo”. “A cavallo dell’Equinozio d’Autunno si sono infatti registrate ben 3 tempeste equinoziali, durante le quali lo scambio atmosferico tra aria fredda polare e aria calda subtropicale ha causato fenomeni violenti: ricordiamo la tragedia delle Marche, poi i nubifragi sul versante tirrenico laziale e al Nord-Est per non dimenticare la situazione eccezionale della Campania”. Mattia Gussoni, meteorologo del sito www.iLMeteo.it, conferma

Leggi di più...

Maltempo, domani allerta gialla in 11 Regioni

(Adnkronos) – Ancora maltempo sull’Italia: domani, sabato 1 ottobre 2022, allerta gialla in 11 regioni. Il sistema perturbato già attivo sulla nostra penisola continuerà ad apportare instabilità sulle regioni nord-orientali e su quelle centro-meridionali del versante tirrenico fino alla Sicilia estendendo così i suoi effetti con piogge e temporali, localmente anche di forte intensità. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello diffuso nei giorni scorsi. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it). L’avviso prevede dal primo pomeriggio di oggi, venerdì 30 settembre, precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su

Leggi di più...

Maltempo ancora da Nord a Sud

Poi cambia tutto: previsioni Italia Inizio di Autunno con una serie di perturbazioni sull’Italia, in particolare al Sud e sul versante tirrenico. Lorenzo Tedici, meteorologo del sito www.iLMeteo.it, prevede che maltempo e piogge diffuse ci accompagneranno almeno fino alla fine di settembre. Tra giovedì e venerdì un ciclone colmo di aria fredda causerà nubifragi dalla Sardegna verso le regioni tirreniche e, questa volta, anche sulla Pianura Padana, zona ancora non raggiunta da piogge significative.  Infatti, nonostante il maltempo in Italia, sulla Pianura Padana è ancora presente lo spettro siccità, con la portata dei fiumi ridotta e il livello dei laghi sotto valori accettabili: ricordiamo che l’Autunno deve essere la stagione regina delle piogge per evitare che il deficit idrico continui ancora.  In Toscana ad esempio le piogge degli ultimi giorni hanno restituito dignità al Fiume Arno che da torrente stagnante ha riacquistato il titolo di fiume grazie alle piogge copiose sulla regione.  Nel weekend, ed in particolare da domenica 2

Leggi di più...

Maltempo, allerta meteo: le Regioni a rischio

(Adnkronos) – Il maltempo sferza l’Italia, colpendo in particolare alcune regioni. Un forte temporale si è abbattuto su Napoli e su tutta la parte centro-settentrionale della Campania. Allagamenti e disagi alla circolazione stradale in molti punti della città, come nel caso della Riviera di Chiaia, dove alcuni tratti di strada si presentavano completamente allagati. Su Napoli, isole, Penisola sorrentina e provincia di Caserta è in vigore un’allerta meteo di livello arancione e sono previsti temporali anche nel pomeriggio. Ripercussioni anche sul trasporto pubblico: la società regionale Eav ha comunicato lo stop alla circolazione dei treni sulla linea Circumflegrea tra le stazioni di Licola e Quarto, nel Napoletano, e la sospensione del servizio della Funivia del Faito, che collega la città di Castellammare di Stabia al Monte Faito, in entrambi i casi per cause legate al maltempo. La Protezione Civile ha emesso l’avviso di condizioni meteorologiche avverse anche sul Lazio. Da domani precipitazioni da isolate a sparse, anche a carattere di

Leggi di più...

Maltempo da sabato per almeno 5 giorni

Rischio alluvioni Arriva l’Autunno e subito irrompe una forte tempesta equinoziale. Venerdì 23 settembre ore 3.04 cade l’equinozio che ci traghetta nella nuova stagione, in meno di 24 ore la prima perturbazione atlantica autunnale minaccerà l’Italia con piogge persistenti e potenzialmente alluvionali.  Dalla giornata di sabato su Nord-Ovest e parte del Centro tirrenico, ancora di più da domenica 25 settembre, il maltempo colpirà duro gran parte dell’Italia.  Ma cosa significa il nome ’tempesta equinoziale’? Nel periodo del passaggio tra Estate ed Autunno (così come anche tra Inverno e Primavera) troviamo le prime importanti differenze di temperatura tra le zone polari e le zone subtropicali. In queste ultime settimane dell’Estate il sole ha riscaldato poco le aree a nord del Circolo Polare a causa della notte sempre più lunga e, al contrario, ha continuato a scaldare le aree a Sud dell’Italia.  Questa importante differenza legata alle stagioni e all’inclinazione dell’asse terrestre, ogni anno fa sì che in questo periodo equinoziale si

Leggi di più...

Sole e freddo, ma nel weekend cambia tutto

(Adnkronos) – Freddo di notte, più caldo di giorno: la differenza tra la temperatura minima e la massima in questi giorni risulta decisamente elevata sull’Italia. Al Centro-Nord, si passa spesso da valori autunnali all’alba, con al più 10°C in pianura, fino a valori pomeridiani estivi intorno ai 25-27°C. Significa almeno 15°C di escursione termica diurna, praticamente il passaggio da una stagione all’altra in meno di 12 ore. Ma quanto durerà questa situazione? Lorenzo Tedici, meteorologo del sito www.iLMeteo.it, prevede ancora giornate fredde al mattino e miti nelle ore centrali fino a sabato, poi cambierà tutto. Una perturbazione atlantica si isolerà sulla Penisola Iberica e spingerà correnti umide meridionali verso l’Italia nel weekend: questo flusso porterà un aumento delle nubi e come sappiamo con le nuvole le temperature minime saliranno in modo sensibile. Con minime in aumento e massime in calo la forbice si ridurrà quindi in modo estremo: da domenica l’escursione termica diurna passerà da 15°C a circa 3°C al

Leggi di più...

‘Goccia fredda’ sull’Italia

Temporali e nubifragi Per la prossima settimana si annunciano sorprese sul fronte meteo. La novità che emerge dagli ultimissimi aggiornamenti riguarda il possibile arrivo di una “goccia fredda” in discesa dal Nord Europa che riuscirà verosimilmente a sfondare fin sull’Italia, con conseguenze anche importanti su molte delle nostre regioni. Come spiega www.ILMeteo.it, analizzando il quadro sinottico generale emerge come tra Penisola Scandinava e Russia sia tuttora presente una vasta area di bassa pressione ricolma di aria fredda e instabile di origine artica. Nei prossimi giorni, questa possente struttura scenderà di latitudine fino a interessare buona parte dell’Europa; successivamente, dalla depressione si staccherà un nocciolo, o goccia fredda, che scenderà ulteriormente di latitudine fino ad arrivare fin sull’Italia nel corso della prossima settimana, innescando una fase di maltempo da non sottovalutare. Ma di cosa si tratta? Alle alte latitudini scorrono delle correnti (più fredde e instabili) ben diverse rispetto a quelle che transitano a latitudini più basse (molto calde e stabili)

Leggi di più...

Bomba d’acqua con 400 mm di pioggia

‘Alluvione-lampo’ sulle Marche “In poche ore sono caduti oltre 400 mm di pioggia, è un evento eccezionale. Non possiamo dire con certezza se questi eventi estremi siano aumentati o no di numero perché non abbiamo una statistica che ci dia un trend definito, tuttavia la tipologia dell’evento è un esempio lampante degli effetti previsti da anni dal mondo scientifico relativo ai cambiamenti climatici in Italia. Si tratta infatti di un evento estremo, circoscritto e che ha generato un alluvione-lampo a seguito di una lunga siccità. In futuro è possibile che se ne verifichino degli altri”. A parlare all’Adnkronos è Guido Betti, meteorologo e climatologo presso il Consorzio LaMMA (Laboratorio di Monitoraggio e Modellistica Ambientale) e l’Istituto di Biometeorologia del Cnr di Firenze, nonchè socio Ampro, l’Associazione Meteo Professionisti, commentando, in seguito alla bomba d’acqua che ha colpito la provincia di Ancona, il rischio che un evento simile possa ripetersi.  “L’atmosfera, scaldandosi, si arricchisce sempre più di umidità e questo significa

Leggi di più...

Estate ko, arriva la prima burrasca autunnale

Doppio attacco all’Italia: l’ex-uragano Danielle sta portando maltempo al Centro-Nord con piogge e temporali forti e continuerà a dettare legge per altre 24 ore, soprattutto sul Triveneto e lungo le regioni tirreniche. Subito a ruota arriverà poi, nella notte tra venerdì e sabato, una perturbazione polare dalla Svezia: oltre alle piogge, causerà anche un crollo delle temperature estremo e repentino.  La somma di queste due perturbazioni darà quindi come risultato l’arrivo dell’Autunno all’improvviso, con un crollo di almeno 10°C; potremo avere addirittura fino a 15°C in meno laddove resistono ancora gli ultimi sussulti del clima nordafricano. In numeri, al Centro-Nord passeremo da minime di 20°C in pianura a minime di 8°C all’alba di domenica, al Sud e in Sardegna crolleremo da massime di 35-37°C a massime tra 20 e 25°C. Altri cali termici significativi si avvertiranno anche di giorno al Nord, ad esempio Milano dai 30°C di oggi ai 20°C di domenica, Bologna e Venezia addirittura scenderanno fino a 19°C

Leggi di più...

Weekend con temporali, vento e crollo termico

Estate agli sgoccioli Adesso abbiamo una data: il 17 settembre l’Estate 2022, caldissima, opprimente, siccitosa, afosa e ovunque da record, finirà. E’ previsto infatti un tracollo delle temperature anche di 10-12°C, tireremo fuori i cappotti in questo weekend che sarà autunnale su gran parte dello Stivale e addirittura invernale sulle Alpi di confine con l’arrivo di qualche fiocco di neve oltre i 1700 metri.  Il quadro sinottico, cioè la configurazione meteorologica generale a livello europeo, vede in queste ore il lento spostamento dell’ex-uragano Danielle dalla Spagna verso l’Italia: questo ciclone tropicale si era formato il primo settembre ad ovest delle Azzorre raggiungendo nei giorni successivi categoria 1 della scala Saffir-Simpson, la scala dell’intensità degli uragani, con venti fino a 150 km/h.   Adesso l’ex-uragano Danielle, nettamente indebolito, arriva in Italia portando le prime piogge al Nord-Ovest e sull’Alta Toscana e da domani forte maltempo specie al Centro e sulla Liguria di Levante.  Lorenzo Tedici, meteorologo del sito www.iLMeteo.it, conferma però

Leggi di più...

Meteo weekend Italia, che tempo fa

(Adnkronos) – Weekend soleggiato ma con qualche insidia temporalesca. Sono attesi momenti di incertezza meteorologica dal Nord-Est verso la Romagna, qualche isolato acquazzone anche dalla Campania verso la Basilicata nelle prossime ore. Mattia Gussoni, meteorologo del sito www.iLMeteo.it, conferma, dunque, un deciso miglioramento con il ritorno dell’alta pressione e prevalenza di sole. Non mancheranno però fenomeni temporaleschi a ‘macchia di leopardo’ sul settore orientale e localmente anche sul Basso Tirreno: sono l’eredità del ciclone che ha portato maltempo furioso sull’Italia centro-settentrionale tra mercoledì e venerdì, con qualche acquazzone anche al Sud. In sintesi, il sabato vedrà qualche piovasco al mattino in Emilia Romagna e in Campania, nel corso della giornata non mancheranno temporali sulle Alpi orientali in successiva discesa verso le alte pianure del Veneto e localmente possibili fino alle coste dell’Alto Adriatico, Romagna compresa. Altrove il contesto sarà soleggiato e con temperature gradevoli, insisterà un po’ di caldo solo al Sud. La giornata della domenica vedrà ancora un po’

Leggi di più...