ECONOMIA

Brambilla “Numeri su cui riflettere”

Numero sempre più esiguo di contribuenti paga sempre di più in tasse’ Un numero sempre più esiguo di contribuenti paga sempre di più in tasse. E’ quanto emerge dall’Osservatorio dedicato a entrate fiscali e finanziamento del sistema di protezione sociale realizzato da Itinerari previdenziali con il sostegno di Cida e presentato oggi in occasione di un convegno al Cnel promosso proprio con la Confederazione dei manager. “Numeri su cui riflettere”, ha spiegato il presidente del centro studi e ricerche Itinerari Previdenziali Alberto Brambilla, rilevando “una differenza tra le diversi classi troppo marcata e destinata ad acuirsi per effetto dei recenti provvedimenti che aumentano importo e platea dei destinatari di bonus e agevolazioni varie. Giusto aiutare chi ha bisogno ma i nostri decisori politici tendono a trascurare come queste percentuali dipendano in buona parte da economia sommersa, evasione fiscale e assenza di controlli adeguati, per le quali primeggiamo in Europa: è davvero credibile che oltre la metà degli italiani viva con

Leggi di più...

“Approccio prudente, senza pazzie di bilancio”

Manovra, Giorgetti: “Approccio prudente, senza pazzie di bilancio”   (Adnkronos) – “Quello che ha fatto il governo è prendere atto della realtà e la prima realtà che riguarda l’Italia” è “l’emergenza energetica” e il governo ha fatto “tutto quello che serve per mettere in protezione famiglie e imprese sui prezzi dell’energia”. Così il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti, intervenendo da remoto all’evento ‘La recessione che verrà’ organizzato da MoltoEconomia del ‘Messaggero’, parlando della manovra 2023.   Un altro tema, ha spiegato ancora, “è quello della sostenibilità del debito con cui confrontarci ogni 15 giorni, ogni mese, e su questo fronte dobbiamo continuare a porre attenzione. Il governo ha fatto quello che deve fare un governo con grande senso di responsabilità” e “ha tenuto conto di tutto questo”. Una legge di bilancio “positiva, che risulterà utile all’Italia” e che ha “un approccio prudente, senza pazzie di bilancio”, ha detto ancora.  Letta  “Abbiamo avuto due giorni di incontri, una concertazione importante per noi

Leggi di più...

Tetto al contante e pagamenti senza Pos, a chi serve l’area grigia

– Il tetto all’utilizzo al contante sale a 5000 euro. Non c’è più l’obbligo di accettare i pagamenti digitali, bancomat e carte di credito, fino a 60 euro di valore della transazione. Quando queste misure saranno in vigore, con l’approvazione definitiva della manovra, cambieranno molti comportamenti quotidiani. Si determina un’area grigia che sfugge ai controlli e che, grazie alla maggiore circolazione delle banconote, sarà impossibile da tracciare. Ci sono due tipologie di conseguenze. La prima riguarda la sfera dell’illegalità. Qualsiasi tipo di pagamento, soprattutto quelli tra le persone fisiche, come avviene nel caso delle prestazioni dei liberi professionisti, potrà facilmente essere fatto in contanti, con evidenti ripercussioni sulla quota di transazioni che sfuggirà al fisco. Sarà anche molto più semplice spendere denaro frutto di operazioni illecite o di guadagno in nero. La seconda attiene, invece, al disincentivo ai pagamenti digitali. Banalmente, chi è abituato a maneggiare denaro contante è avvantaggiato e chi invece preferisce usare carte o app viene penalizzato.

Leggi di più...

Benzina e diesel, prezzo carburanti ancora in calo

Scendono ancora i prezzi dei carburanti, nonostante il rimbalzo delle quotazioni dei prodotti raffinati. La media nazionale della benzina in self service è a 1,65 euro/litro, quella del diesel a 1,73. Quanto ai prezzi in modalità “servito”, la media della verde scende sotto quota 1,8, il gasolio è a 1,88. A mezzanotte scatterà però l’aumento delle accise su benzina, gasolio e Gpl, cioè la riduzione del taglio introdotto lo scorso 22 marzo e prorogato per nove volte. Entra infatti in vigore il decreto Accise varato una settimana fa dal governo, che introduce dal primo dicembre nuove aliquote di accisa: per la benzina si passa da 478,40 euro per mille litri a 578,40 euro per mille litri; per il gasolio usato come carburante da 367,40 euro per mille litri a 467,40 euro per mille litri; per il Gpl carburante da 182,61 euro per mille chilogrammi a 216,67 euro per mille chilogrammi. L‘aumento è quindi pari a 100 euro per mille litri

Leggi di più...

Manovra 2023, obbligo Pos solo dai 60 euro

– Manovra 2023, obbligo Pos solo dai 60 euro. E’ quanto risulta nella nuova bozza in cui risulta la conferma dell’innalzamento a 5mila euro del tetto per l’utilizzo del contante. Le sanzioni previste, infatti, si applicheranno esclusivamente in caso di mancata accettazione da parte di soggetti che effettuano attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali, di pagamenti, a mezzo di carta di pagamento (carta di debito, carta di credito e carte prepagate), di importo superiore a 60 euro. Sulla questione del limite minimo per l’uso del Pos per i pagamenti ieri ci sono stati contatti tra Italia e Ue. “Si precisa che sul tema delle soglie al di sotto delle quali gli esercizi commerciali non sono tenuti ad accettare pagamenti con carte di pagamento, sono in corso interlocuzioni con la Commissione europea dei cui esiti si terrà conto nel prosieguo dell’iter della legge di bilancio”, si legge in una nota di Palazzo Chigi. “La scelta

Leggi di più...

Rdc, Inps: “1,16 milioni famiglie beneficiari”

Nel mese di ottobre 2022, i nuclei beneficiari di Reddito di Cittadinanza (RdC) e Pensione di Cittadinanza (PdC) sono stati 1,16 milioni in totale (1,04 milioni RdC e 122mila PdC), con 2,47 milioni di persone coinvolte (2,33 milioni per il RdC e 138mila per la PdC) e un importo medio mensile erogato a livello nazionale di 552 euro (583 euro per il RdC e 285 euro per la PdC). Lo indica l’Inps. L’importo medio varia sensibilmente con il numero dei componenti il nucleo familiare, e va da un minimo di 453 euro per i nuclei costituiti da una sola persona a un massimo di 738 euro per le famiglie con cinque componenti. La platea dei percettori di reddito di cittadinanza e di pensione di cittadinanza è composta da 2,18 milioni di cittadini italiani, 204mila cittadini extra comunitari con permesso di soggiorno UE e 83mila cittadini europei (residuale la quota di familiari delle precedenti categorie e titolari di protezione internazionale). Per

Leggi di più...

Black Friday, italiani anticipano regali Natale: l’indagine

– Sale a 5,3 miliardi di euro la spesa degli italiani in occasione del Black Friday con oltre quattro cittadini su dieci (43%), tra quanti fanno i regali di Natale, che anticipano l’acquisto dei doni da mettere sotto l’albero di un mese e oltre, anche approfittando della settimana dedicata agli sconti. E’ quanto emerge dall’analisi Coldiretti/Ixe’ che evidenzia l’effetto del caro bollette legato alla crisi energetica sulle scelte di consumo con la corsa allo shopping nel giorno del ‘venerdì nero’. Un modo per avvantaggiarsi dei prezzi più convenienti – rileva la Coldiretti – proposti dai siti di e-commerce e dai negozi tradizionali sotto forma di offerte speciali o per non dovere affrontare le lunghe file che caratterizzano il momento clou dello shopping delle festività. Complessivamente la spesa per l’intero periodo di promozioni ammonta a 169 euro a persona, secondo Coldiretti/Ixe’, seppur con notevoli differenze. Se la maggioranza assoluta di chi fa acquisti (51%) conterrà il budget sotto la soglia dei

Leggi di più...

Carburanti, prezzi benzina e diesel ancora giù oggi in Italia

– Ancora ribassi per benzina e diesel oggi in Italia. Stando alla consueta rilevazione di Staffetta Quotidiana, questa mattina Eni ha ridotto di due centesimi al litro i prezzi consigliati di benzina e gasolio. Per Tamoil -2 cent/litro sulla benzina e -3 cent/litro sul gasolio. Queste sono le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati dalla Staffetta, rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 15mila impianti: benzina self service a 1,683 euro/litro (-5 millesimi, compagnie 1,683, pompe bianche 1,683), diesel a 1,776 euro/litro (-8, compagnie 1,778, pompe bianche 1,772). Benzina servito a 1,828 euro/litro (-5, compagnie 1,869, pompe bianche 1,746), diesel a 1,921 euro/litro (-8, compagnie 1,964, pompe bianche 1,834). Gpl servito a 0,762 euro/litro (-1, compagnie 0,770, pompe bianche 0,753), metano servito a 2,177 euro/kg (+9, compagnie 2,198, pompe bianche 2,160), Gnl 2,302 euro/kg (-15, compagnie 2,346 euro/kg, pompe bianche 2,268 euro/kg). Questi sono i prezzi sulle autostrade: benzina

Leggi di più...

Black Friday, è allarme truffe sul web

E’ allarme truffe online in vista del Black Friday e la corsa all’occasione rischia di trasformarsi in una sonora delusione o peggio ancora nel furto dei dati della carta di credito usata per l’acquisto. In vista della giornata di domani la Polizia Postale lancia un alert: ”Attenzione a offerte troppo vantaggiose e siti clone”. ”Al commissariato di Ps online arrivano tantissime segnalazioni di truffe in ambiente e-commerce, dall’inizio dell’anno ne abbiamo avute circa 10.300 – spiega all’Adnkronos la responsabile del Commissariato di Ps online della Polizia Postale, Luisa Massaro – in alcuni periodi dell’anno c’è un intensificarsi del fenomeno, per esempio in estate la truffa delle case vacanza, in inverno la truffa del pellet o ancora quelle dei regali natalizi. Naturalmente accade anche in occasione del Black Friday: sul web, accanto alle offerte reali, compaiono false occasioni a cui è davvero difficile rinunciare. Dagli utenti riceviamo le segnalazioni di siti che sponsorizzano dei prodotti a prezzi estremamente vantaggiosi e quasi

Leggi di più...

Non più obbligo del Pos sotto 30 euro

Non c’è solo l’incremento del tetto all’uso del contante a 5000 euro. L’orientamento ‘pro banconote’ del governo Meloni si concretizza anche in un’altra misura significativa: non sarà più obbligatorio l’uso del pos, quindi i pagamenti con bancomat o carte di credito, per le transazioni inferiori a 30 euro. Cosa cambia? Molto. Se finora tantissimi commercianti, soprattutto i piccoli esercenti, dovevano ricorrere a scuse varie, disservizi di rete o dispositivo rotto le più gettonate, ora potranno semplicemente dire ‘no’ a chi vuole pagare con moneta digitale. La norma inserita in manovra prevede che il ministero delle Imprese e del Made in Italy decida entro 180 giorni, quindi entro giugno, i criteri di esclusione, al fine di garantire la proporzionalità della sanzione e di assicurare l’economicità delle transazioni in rapporto ai costi delle stesse. Lo stesso articolo dice che sono sospesi i procedimenti e i termini per l’adozione delle sanzioni. Quindi, niente più obbligo e niente più sanzioni. Anche se già prima

Leggi di più...

“Con Eni e Aspi partnership strategica”

Barchiesi (Cdp): “Con Eni e Aspi partnership strategica per quella sostenibile” “L’iniziativa a favore della transizione energetica e della mobilità sostenibile che abbiamo concepito e che stiamo implementando in collaborazione con partner industriali quali Autostrade per l’Italia ed Eni dimostra come CDP sia sempre più impegnata nel dare concreta attuazione al Piano Strategico garantendo, al contempo, benefici al territorio e favorendo inoltre l’implementazione dei principi di economia circolare”. Lo afferma Fabio Barchiesi, Responsabile del Coordinamento Implementazione Piano e Iniziative Strategiche di Cassa Depositi e Prestiti che ha fra le sue priorità quello di accelerare il processo di transizione energetica, rendendolo possibile anche nell’ambito del trasporto autostradale, senza dimenticare lo sviluppo dell’economia circolare, un altro dei 10 campi di intervento individuati nel Piano Strategico 2022-2024 per colmare i gap di mercato identificati con gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’Onu per lo Sviluppo Sostenibile e con le missioni del PNRR.  Il riferimento di Barchiesi è all’accordo che Cassa ha siglato a metà novembre

Leggi di più...

Federalberghi: “Gestire un unico sistema”

“Gestire in un unico sistema presenze, fatturato e costi per essere competitivi” “La volontà di Federalberghi Veneto è quella di aiutare i nostri associati nell’ottimizzare gli investimenti e le risorse che sono destinate all’efficientamento energetico delle strutture anche in relazione al cambiamento del profilo del turista. Quello che la nostra categoria deve fare è un salto culturale nella gestione. Perché in questi anni è cambiato il modello: al fattore presenze si è aggiunto il tema del fatturato ed oggi anche quello del controllo dei costi. Dobbiamo essere capaci di gestire insieme questi tre fattori in un unico sistema. Così infatti saremo in grado prendere decisioni velocemente e, inoltre, per lo stesso motivo è necessario dotarsi di piattaforme tecnologiche digitali in grado di leggere i trend futuri della domanda, oggi disponibili sul mercato. Questo significa passare ad una visione manageriale fondamentale per rimanere sul mercato ed essere competitivi”. Così il presidente di Federalberghi Veneto Massimiliano Schiavon ha chiuso l’incontro dl titolo

Leggi di più...

Povertà, Istat: in 2022 lieve calo diseguaglianze

Povertà, Istat: in 2022 lieve calo diseguaglianze grazie a politiche famiglia Sul fronte redditi nel 2022 l’Italia è divenuta un paese leggermente meno ‘diseguale’. Lo certifica l’Istat che stima come l’insieme delle politiche sulle famiglie abbia abbassato l’indice di Gini (che misura appunto i divari di reddito) da 30,4% a 29,6%, mentre il rischio di povertà si riduce dal 18,6% al 16,8%. L’istituto di statistica ricorda come le stime includono gli effetti dei principali interventi sui redditi familiari adottati nel 2022: e cioè la riforma Irpef; l’assegno unico e universale per i figli a carico; le indennità una tantum di 200 e 150 euro, i bonus per le bollette elettriche e del gas e l’anticipo della rivalutazione delle pensioni.  In particolare – segnala l’Istat – la riforma dell’Irpef, l’assegno unico e gli altri interventi hanno ridotto il rischio di povertà per le famiglie con figli minori, sia coppie (-4,3 punti), sia monogenitori (-4,2 punti), soprattutto in seguito all’introduzione dell’assegno unico.

Leggi di più...

Mutui under 36 tasso fisso

Finanziamenti sbloccati a dicembre Con un emendamento al Decreto Aiuti-ter il governo ha cambiato il meccanismo che regola i mutui fissi al 100% destinati agli Under 36 che, a causa dell’aumento dei tassi di interesse, negli ultimi mesi sono scomparsi dal mercato. Ma cosa cambia in concreto? Con le nuove regole, almeno sulla carta, le banche potranno tornare a erogare questo tipo di finanziamenti e i giovani potrebbero accedere a tassi migliori e rate più basse di almeno 100 euro rispetto ai mutui attuali*, ma il tempo è pochissimo, tutto scadrà il 31 dicembre 2022 sottolinea Facile.it che ha fatto alcune simulazioni.  “È positivo che il governo sia intervenuto; grazie alle nuove regole, in linea teorica, viene dato agli istituti di credito un margine più ampio per tornare a proporre questo genere di finanziamenti, ma il tempo è davvero pochissimo visto che il provvedimento sarà valido solo per coloro che sottoscriveranno la richiesta di accesso al Fondo Garanzia Prima Casa

Leggi di più...

Prezzi benzina e diesel in calo oggi in Italia

Continuano a scendere i prezzi dei carburanti, nonostante il rimbalzo delle quotazioni petrolifere internazionali. La benzina in self service scende sotto quota 1,7 euro/litro in media nazionale, il gasolio sotto 1,8 euro/litro. Stando alla consueta rilevazione di Staffetta Quotidiana, questa mattina Tamoil ha ridotto di un centesimo al litro i prezzi consigliati della benzina e di 3 cent/litro quelli del gasolio. Queste sono le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati dalla Staffetta, rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 15mila impianti: benzina self service a 1,694 euro/litro (-7 millesimi, compagnie 1,693, pompe bianche 1,695), diesel a 1,793 euro/litro (-13, compagnie 1,794, pompe bianche 1,791). Benzina servito a 1,839 euro/litro (-7, compagnie 1,881, pompe bianche 1,757), diesel a 1,938 euro/litro (-12, compagnie 1,982, pompe bianche 1,851). Gpl servito a 0,763 euro/litro (-1, compagnie 0,771, pompe bianche 0,753), metano servito a 2,167 euro/kg (+7, compagnie 2,195, pompe bianche 2,145), Gnl 2,304

Leggi di più...

Conte: “Un massacro sociale…”

Manovra 2023, Conte: “Non possiamo permettere un massacro sociale” “Questo Governo ha voluto mostrare i muscoli solo contro una fascia ristretta di popolazione: spaccia vigliaccheria per coraggio, confonde la prudenza con l’ignavia. Vuole togliere al Paese l’unico sostegno che non ha mandato per strada milioni di persone in estrema difficoltà e lavoratori che pagano lo scotto di stipendi da fame che non consentono nemmeno di fare la spesa. Se vogliono mandare fuori strada gli ultimi, troveranno un muro. Non possiamo permettere un massacro sociale”. Così, su Facebook, il leader del M5S Giuseppe Conte, commentando le misure contenute nella manovra economica 2023.  “Ci avevano raccontato -sostiene – di essere ‘pronti’, eppure la legge di bilancio si conferma una manovra davvero misera che, incapace di rispondere al disagio del Paese, apre una guerra agli ultimi. Nella conferenza stampa di oggi il Presidente Meloni ha parlato di una manovra coraggiosa, nel segno della crescita e della giustizia sociale: parole impudenti che suonano come

Leggi di più...

Salvini: “Abbiamo fermato legge Fornero”

Quella approvata dal Cdm “è una manovra che porta soldi in più in milioni di case degli italiani, abbiamo rinnovato il bonus Maroni, con la possibilità per chi vuole di continuare a lavorare, con un premio del 10% sullo stipendio, e abbiamo anche fermato la legge Fornero che era un nostro impegno morale”. Lo afferma il ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini in conferenza stampa, spiegando che questo è “il primo passo di un percorso” che durerà 5 anni. “Dedicheremo a lui”, a Maroni, “che fu innovatore anche al Ministero del Welfare, non solo all’Interno, l’avvio della riforma delle pensioni”. La manovra approvata “politicamente parlando è un ottimo inizio – sottolinea Salvini – siamo qua da trenta giorni e sembra che gli italiani stiano cogliendo il cambio di marcia. E’ la manovra che risolve i problemi in Italia in un solo colpo? No, ma abbiamo un percorso quinquennale e quindi buona la prima, un’ottima partenza”. PONTE SULLO STRETTO – “In questa

Leggi di più...

Manovra da 35 miliardi, via libera dal Cdm

(Adnkronos) – Manovra da quasi 35 miliardi, c’è il via libera del Consiglio dei ministri. Oggi alle 10 “in conferenza stampa illustrerò nello specifico un’importante e coraggiosa manovra economica a sostegno dei cittadini, con particolare attenzione a redditi bassi e categorie in difficoltà” scrive su Twitter il premier Giorgia Meloni, al termine del Cdm che ha dato il via libera alla manovra economica. REDDITO CITTADINANZA – Inizia il periodo transitorio verso l’abolizione del reddito di cittadinanza. Dal 1 gennaio 2023 alle persone tra 18 e 59 anni (abili al lavoro ma che non abbiano nel nucleo disabili, minori o persone a carico con almeno 60 anni d’età) è riconosciuto il reddito nel limite massimo di 8 mensilità invece delle attuali 18 rinnovabili. E’ inoltre previsto un periodo di almeno sei mesi di partecipazione a un corso di formazione o riqualificazione professionale. In mancanza, decade il beneficio del reddito. Si decade anche nel caso in cui si rifiuti la prima offerta

Leggi di più...

Comuni ‘collaboranti’ con l’Agenzia delle Entrate…

Comuni ‘collaboranti’ con l’Agenzia delle Entrate da 517 del 2016 a 253 del 2021   (Adnkronos) – Sono solo 253, poco più del 3% del totale, i Comuni italiani che nell’arco del 2021 hanno collaborato con l’Agenzia delle Entrate facendo delle segnalazioni che hanno portato l’amministrazione finanziaria a individuare situazioni di evasione o elusione fiscale. A evidenziarlo una elaborazione di Centro Studi Enti Locali (Csel), per Adnkronos, basata su dati del ministero dell’Economia e Finanze e dell’Istat. L’analisi prende in considerazione lo strumento delle ‘segnalazioni qualificate’, che prevede importanti meccanismi premiali per gli enti che collaborano e che “potrebbe, quindi, servire a tradurre i proventi della lotta all’evasione in benefici diretti per il territorio interessato, ma che, ciò nonostante, continua a non sembrare attrattivo per i Comuni italiani”, come osserva Csel.   Mediamente, le amministrazioni interessate hanno ricavato da questa attività poco meno di 53mila euro ciascuna ma con ampie differenze: si va da un minimo di 19,56 euro, assegnate

Leggi di più...

Salvini: “Su cartelle esattoriali si può fare di più”

(Adnkronos) – In manovra “ci sarà l’annullamento di milioni di cartelle esattoriali sotto i mille euro, la rateizzazione di quelle sotto i tremila, ma per me si può fare molto di più bloccando anche quelle da 5 o 10mila euro”. Lo dice Matteo Salvini in una diretta social. Il leader della Lega ringrazia poi “Piantedosi, dopo il sonno di Lamorgese… siamo al governo da meno di un mese però mi sembra che è cambiata la musica grazie all’impegno di tutti, da Meloni a Berlusconi a tutti i ministri”. Nel corso della diretta Salvini parla anche dell’autonomia (“entro la fine dell’anno ci saranno i primi passi concreti in Cdm”) e del Ponte sullo Stretto di Messina: “Mi impegno a farlo partire, sarà l’opera pià green, più innovativa, più eccezionale” che toglierà inquinamento e pulirà anche il mare, dice il ministro. Poi il canone tv. “Via il canone Rai? Assolutamente sì – scandisce – pagare il canone Rai per guardare i Fazio

Leggi di più...

Imu 2022, ecco chi non pagherà la seconda rata

(Adnkronos) – Si avvicina la scadenza per il pagamento dell’Imu. Il termine ultimo per pagare la seconda rata dell’imposta municipale unica è il 16 dicembre 2022. La lista delle esenzioni, però, potrebbe allungarsi. Secondo quanto contenuto nella bozza del decreto Aiuti quater, infatti, è prevista l’esenzione della seconda rata Imu per una categoria molto specifica: il settore dello spettacolo. In base a quanto scritto nel testo provvisorio del provvedimento, l’esenzione Imu spetta agli immobili rientranti nella categoria catastale D3, cioè quelli destinati per spettacoli cinematografici, teatri, sale per concerti e spettacoli. L’esenzione è prevista a condizione che i proprietari degli immobili siano anche gestori delle attività esercitate. Come ricorda Money.it, la regola generale dell’esenzione Imu prevede che l’imposta non sia dovuta sull’abitazione principale e sulle relative pertinenze. Di conseguenza, non devono pagare l’Imu i proprietari di un solo immobile adibito ad abitazione principale; le pertinenze di categoria catastale C2, C6 e C7, le unità immobiliari delle cooperative a proprietà indivisa

Leggi di più...

Manovra 2023: pensioni verso quota 103

Manovra 2023: pensioni verso quota 103, flat tax estesa e via Iva su pane e latte   (Adnkronos) – Quota 103 per le pensioni, flat tax estesa, stretta sul reddito di cittadinanza. Sono alcuni dei cardini della manovra 2023 – da circa 30-32 miliardi – secondo quando emerge dal vertice di maggioranza guidato dal presidente del Consiglio Giorgia Meloni a Palazzo Chigi.  La flat tax al 15% viene estesa. A beneficiarne saranno le partite Iva e gli autonomi con ricavi fino a 85mila euro (ora, invece, il tesso è fissato a 85mila euro). Aumento del credito d’imposta con aumento dell’aliquota sugli extra profitti, per quanto riguarda l’energia. Proroga dell’Ape sociale e opzione donna, quota 103 (62-41), sul tema pensioni.   Il governo è orientato a una stretta sul reddito di cittadinanza: bisogna accertare che i percettori del reddito cittadinanza vivano in Italia, sarebbe stato il ragionamento della presidente del Consiglio secondo quanto apprende l’Adnkronos.  Sul tavolo anche l’ipotesi di togliere

Leggi di più...

Sos formaggi

Energia: rischia crack 1 stalla su 10 Quasi una stalla su dieci (8%) è in una situazione così critica da portare alla cessazione dell’attività per l’esplosione dei costi con rischi per l’economia e l’occupazione ma anche per l’ambiente, la biodiversità e il patrimonio enogastronomico regionale. E’ la Coldiretti Puglia a lanciare l’allarme sul crack degli allevamenti pugliesi stretti nella morsa del caro bollette e dei rincari dei costi di produzione schizzati alle stelle, in occasione dell’assemblea dell’Associazione regionale Allevatori della Puglia, nel corso della quale è stato confermato alla presidenza Pietro Laterza e mantenuto l’intero consiglio direttivo. Va garantita la stabilità del settore lattiero – caseario che ha un’importanza per  l’economia regionale ma anche una rilevanza sociale e ambientale – insiste Coldiretti Puglia – perché quando una stalla chiude  si perde un intero sistema fatto di animali, di prati per il foraggio, di formaggi tipici e soprattutto di persone impegnate a combattere, spesso da intere generazioni, lo spopolamento e il

Leggi di più...

Cripto, il clamoroso crack di Ftx

Cosa è successo e cosa può succedere La scelta delle persone può aiutare a descrivere, se non a cambiare, il corso della storia. Il nuovo ceo di Ftx, John J. Ray III, è lo stesso uomo a cui fu affidata, 21 anni fa, la gestione del fallimento della Enron. Allora era finanza tradizionale, oggi è industria cripto. In comune ci sono i meccanismi perversi che si innescano quando si arriva a una bancarotta che colpisce creditori, investitori e manager e spazza via quel legame minimo di credibilità e fiducia che è il presupposto di qualsiasi transazione, di qualsiasi titolo, di qualsiasi asset, fisico o virtuale che sia, a cui attribuire un valore economico.   Il tentativo di ricostruire quello che è successo serve anche a cercare di capire quello che potrà succedere ora. Le rassicurazioni via Twitter del fondatore Sam Bankman-Fried appartengono già inevitabilmente a un passato più utile alle indagini che al futuro. Il fattore che ha innescato la

Leggi di più...

Lagarde: “Alzeremo tassi finché inflazione vicina”

“Prevediamo di aumentare ancora i tassi, e il ritiro dell’accomodamento potrebbe non essere sufficiente. In definitiva, alzeremo i tassi a livelli tali da riportare l’inflazione al nostro obiettivo di medio termine in modo tempestivo”. Così la presidente della Bce Christine Lagarde in un intervento a Francoforte. “La portata e la velocità del nostro intervento dipenderanno dalle prospettive dell’inflazione”, aggiunge. Il rialzo dei costi energetici “è uno dei motivi principali per cui, insieme all’aumento dei prezzi dell’energia, l’inflazione è tornata così forte”, ha sottolineato. Gli shock innescati dalla pandemia e dalla guerra, con il rialzo dei prezzi dell’energia “stanno creando quella che ho definito una ‘nuova mappa globale’ delle relazioni economiche”, spiega, caratterizzata da due elementi chiave: l’efficienza e la sicurezza nelle catene di approvvigionamento globali e la dipendenza e la diversificazione dei mercati energetici. Nell’attuale contesto internazionale caratterizzato dal rialzo dei prezzi energetici tre elementi risultano “cruciali: garantire la stabilità dei prezzi man mano che i diversi shock si manifestano,

Leggi di più...

Decalogo impianti di produzione da fonte rinn.

Nasce il decalogo degli impianti di produzione da fonte rinnovabile Il Distretto Produttivo Pugliese delle Energie Rinnovabili e dell’Efficienza Energetica “la Nuova Energia”, riconosciuto dalla Regione Puglia e che rappresenta il sistema produttivo pugliese della green economy, intende affermare con forza i principi ispiratori dell’economia green, ambientalmente sostenibile, rispettosa delle persone e del territorio, nonché quale sia la via più corretta per tradurre in pratica gli stessi principi con la realizzazione di impianti di produzione di energia ben fatti e di opere di efficientamento energetico di edifici, siti, sistemi, macchinari o componenti. “L’energia è materia apparentemente semplice – dichiara il presidente Beppe Bratta – ma come abbiamo imparato in questo ultimo anno a danno dei bilanci familiari, aziendali e dell’intero Paese , cela insidie ai non addetti ai lavori. Dell’energia non si può occupare chiunque. Per agire con consapevolezza è necessario studiare, informarsi bene e fare esperienza nel suo ambito, per diventare professionisti del settore”.Il Manifesto intende intervenire all’interno del

Leggi di più...

Ismea: “Calo di fiducia degli imprenditori…”

Ismea: “Calo di fiducia degli imprenditori non scoraggia gli investimenti” La crisi economica e l’aumento dei costi continuano a pesare sulla fiducia degli imprenditori agricoli anche nel terzo trimestre del 2022. L’indice che misura il ‘sentiment’ delle imprese del settore elaborato dall’Ismea scende a -14,7 punti (in una scala che va da -100 a +100), in peggioramento rispetto al trimestre precedente (-2,6 punti) e sotto di 17,8 punti rispetto allo stesso periodo del 2021. L’eccezionalità dell’attuale situazione economica, sottolinea l’Ismea nel report Agrimercati appena pubblicato, è testimoniata da questo dato che risulta il peggiore dall’inizio della serie storica nel 2011.  Il calo della fiducia, tuttavia, non scoraggia la propensione ad investire delle imprese. La crisi energetica sta infatti spingendo gli operatori a indirizzare gli investimenti in energie rinnovabili. Il 28,7% degli intervistati ha dichiarato di avere in programma un investimento nell’ultimo scorcio del 2022 e nel corso del 2023 (la quota era del 24,9% nel 2021) e tra questi il

Leggi di più...

Inflazione, +11,8%: al top dal 1984

Inflazione, a ottobre +11,8% su anno: al top dal 1984 Impennata dell’inflazione ad ottobre. L’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività, al lordo dei tabacchi, registra un aumento del 3,4% su base mensile e dell’11,8% su base annua (da +8,9% del mese precedente); la stima preliminare era +11,9%. E’ quanto emerge dai dati definitivi diffusi oggi dall’Istat. È necessario risalire e a marzo 1984 (quando fu +11,9%) per una variazione tendenziale dell’indice generale Nic superiore a +11,8%. L’inflazione acquisita per il 2022 è pari a +8% per l’indice generale e a +3,7% per la componente di fondo.  A ottobre accelerano i prezzi dei Beni alimentari, per la cura della casa e della persona, da +10,9% a +12,6%, e quelli dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto, da +8,4% a +8,9%. E’ quanto emerge dai dati definitivi diffusi dall’Istat. È necessario risalire a giugno 1983 (quando registrarono una variazione tendenziale del +13,0%) per trovare una crescita su base annua dei

Leggi di più...

Illuminazione dei borghi deve essere poetica

La variante dell’illuminazione pubblica del Borgo Antico era attesa da anni poiché di sera la luce gialla era sì suggestiva, ma nel nostro caso cancellava l’azzurro non consentendo visite serali, inoltre i consumi erano sempre più elevati e un nuovo concept di illuminotecnica si rendeva sempre più necessario. La proposta fu fatta nel 2016 in occasione del Bilancio Partecipato al quale per la Pro Loco partecipai io con Peppino Carelli e Gianni De Tommaso con il progetto IL PAESE AZZURRO–PREMESSE e FINALITA’, finalizzato alla riqualificazione ambientale e alla crescita socio-culturale-turistica-lavorativa dell’intero territorio di Casamassima, valorizzando la storia, le tradizioni e i talenti locali, partendo dal centro antico sempre più conosciuto come Paese Azzurro. Gli interventi previsti erano “Illuminiamo il Paese Azzurro”, “Cartellonistica”, “Museo a Cielo Aperto” e “Promozione-Informazione”. Di pari passo il Comune doveva realizzare una volta per tutte i Piano Colore, Piano del Traffico, Piano Commerciale. L’illuminazione nell’ambito di un progetto di valorizzazione di un centro antico assume un

Leggi di più...

Fisco, Leo: “Cartelle sotto 1.000 euro…”

Fisco, Leo: “Cartelle sotto 1.000 euro possono essere cestinate” ”Tutte le cartelle di un valore inferiore a 1.000 euro possono essere cestinate”. Lo afferma il viceministro all’Economia, Maurizio Leo, intervenendo a ‘Quarta repubblica’ su Rete 4. “In una situazione normale si dovrebbe togliere di mezzo questa massa di cartelle non riscuotibili”, secondo Leo. ”Faccio degli esempi: i deceduti, ci sono delle cartelle che hanno raggiunto i deceduti e purtroppo non possono più essere onorate. I falliti, tante cartelle riguardano soggetti che non possono più adempiere alle loro obbligazioni tributarie. Queste cartelle vanno necessariamente tolte di mezzo. Sulle restanti cartelle bisogna fare una selezione”.   ”Se ci sono cartelle il cui ammontare non supera i 1.000 euro, i costi di riscossione sono più elevati rispetto a quello che si può riscuotere”, dichiara il vice ministro. ”Già un provvedimento analogo fu adottato dal 2000 al 2010, quando si azzerarono queste cartelle”, ricorda Leo. ”Ora se quella data la spostiamo in avanti al

Leggi di più...

Canone Rai resta in bolletta

Baudo: “Se si fa servizio pubblico è giusto così” “Se un servizio pubblico fa servizio pubblico, allora è giusto che si paghi il canone e che vada nella bolletta. Ma di fronte a questo grande mandato del pubblico, che dà alla Rai una potenza enorme dovuta a un incasso certo, l’Azienda ha un grande peso specifico culturale da assolvere”. Pippo Baudo, conversando con l’Adnkronos, commenta così la decisione del governo di lasciare il canone nella bolletta elettrica. Ieri infatti il Mise in una nota ha smentito le voci di un’esclusione del canone Rai dalla bolletta elettrica.  Baudo loda l’”altissima qualità” della serie ‘Esterno Notte’ di Marco Bellocchio che ha debuttato ieri sera su Rai1: “Un prodotto bellissimo, ma che non ha avuto il successo sperato perché il pubblico non è più abituato a questo livello qualitativo. Quando conducevo ‘Domenica In’ – ricorda il conduttore – cercavo di parlare di libri, portavo grandi scrittori per affrontare temi importanti. All’inizio non ha

Leggi di più...

Criptovalute ”Droghe e hacking tra le nuove vie”

(Adnkronos) – Aumenta sempre di più l’utilizzo delle criptovalute in attività illegali. Droghe, hacking, omicidi, finanziamento al terrorismo, riciclaggio e sottrazione dei capitali alla tassazione, sembrano non esserci limiti per questa nuova forma di investimento e allo stesso tempo di pagamento. Con la criminalità che detiene più di 25 miliardi di dollari in criptovalute da fonti illecite. Un fenomeno che non sembra risparmiare alcun paese come spiega il Colonnello Gian Luca Berruti, già Comandante del gruppo investigativo del nucleo speciale tutela privacy e frodi tecnologiche della Guardia di Finanza e da poco trasferito in servizio presso l’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale. ”I Cripto-Asset, in generale -spiega all’Adnkronos- possono costituire apparentemente uno strumento efficiente per la criminalità e le transazioni illegali. Ad esempio, le criptovalute sono considerate più efficienti per il riciclaggio rispetto al contante per la grande facilità e velocità di spostamento internazionale che il contante non può assolutamente avere. Proprio questa loro caratteristica le rende universali e quindi attualmente

Leggi di più...

Pensioni, ecco come lasciare il lavoro nel 2023

“Stiamo cominciando a lavorare alle pensioni, è un cantiere molto importante. Il sottosegretario Durigon e il ministro Calderone stanno lavorando e certamente partirà quota 41, questa è una certezza”. Le parole del sottosegretario all’Economia, Federico Freni, ribadiscono il paletto, ben piantato dalla Lega, intorno al quale si sta costruendo la soluzione per evitare che dal 1 gennaio 2023 si torni ai 67 per il pensionamento di vecchiaia, previsti dalla Legge Fornero. Quota 41, però, è una promessa elettorale che almeno per il prossimo anno sarà sostanzialmente ridimensionata dal requisito che sarà affiancato agli anni di contributi necessari, quello relativo al requisito anagrafico, probabilmente 62 anni. “Che quota 41 partirà netta, secca, senza un coefficiente annuale in questo momento tenderei ad escluderlo. Partirà, probabilmente con 61 o 62 anni, vedremo come e quando, ma certamente partirà. Quello che è sicuro è che nel 2023 non ci sarà la legge Fornero”, aggiunge Freni. Ecco il quadro che si delinea, oltre ai canali

Leggi di più...

Canone Rai in bolletta, cosa cambia dal 2023

Le voci di un’esclusione del canone Rai dalla bolletta elettrica non risultano, alla luce del lungo lavoro istruttorio in corso, fondate. La milestone Pnrr trova il suo fondamento nell’esigenza di tutela della concorrenza del mercato dell’energia elettrica e si basa sulle proposte AGCM, la quale non aveva rilevato alcuna criticità in merito al pagamento del canone Rai dal punto di vista della concorrenza del mercato dell’energia, a condizione che il pagamento fosse trasparente per gli utenti finali. Requisito che risulta soddisfatto. Così una nota del Mef. I sindacati, in una nota congiunta, hanno chiesto al ministro dell’Economia e delle Finanze, Giancarlo Giorgetti, un “autorevole intervento” sul tema del canone Rai. “Come Le sarà certamente noto, la determina del precedente Esecutivo, a seguito di una specifica deliberazione del Parlamento, ha indicato la riscossione del Canone in bolletta elettrica fra gli oneri impropri la cui permanenza non sarà più consentita a far data dal 1° gennaio 2023. Questa decisione, vista anche la

Leggi di più...

“Bene servizi digitali 4 italiani su 10 non li usano”

L’ultimo indice di digitalizzazione dell’economia e della società (Desi) ha fatto emergere un piccolo balzo in avanti per l’Italia che si colloca al 18° posto su 27 in Europa, guadagnando due posizioni rispetto all’anno precedente. La Commissione europea ha ricondotto, nella sua analisi, questo avanzamento a una maggiore attenzione politica posta alle questioni digitali e in particolare “all’istituzionale di un ministero per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale”. Dicastero, quest’ultimo, che non ha però trovato spazio nella nuova formazione stabilita dal nuovo Governo. L’entità di questo passo avanti appare come una magra consolazione se si pensa che quella italiana è la terza economia UE e che anche la fotografia scattata da Bruxelles ha confermato la persistenza di alcune gravi carenze già emerse nei report precedenti. In tema di transizione al digitale, più che gli strumenti, il nostro tallone d’Achille sembrano essere ancora, soprattutto, le competenze. La percentuale di cittadini italiani che non dispone neppure di competenze digitali di base resta

Leggi di più...

Energia, Mattarella: Nessuno può farcela da solo

L’Unione europea deve essere una comunità di valori prima ancora che di economie, consapevole che il superamento delle crisi, quella pandemica in passato e quella energetica attuale, richiede una risposta unitaria, perché “nessuno può farcela da solo”. Lo ha ribadito il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, incontrando a L’Aja, nella seconda giornata della sua visita in Olanda, il presidente del Senato, Jan Anthoine Bruijn, e la vicepresidente della Camera dei Rappresentanti, Roelien Kamminga. “È un onore essere qui. Sono stato a lungo parlamentare. L’Europa – ha affermato il Capo dello Stato – ha attraversato molte crisi, da quella pandemica a quella energetica indotta anche dalla guerra, la Ue ha dato risposte efficaci e ha reagito in maniera compatta alla crisi indotta dal comportamento del governo Russo. Come abbiamo superato le precedenti crisi ora occorre superare quella energetica. La nostra economia è connessa e, come dissi al Quirinale in occasione del 60esimo del Trattato di Roma, in Europa ci sono Paesi

Leggi di più...