CRONACA

Roma, violenza sessuale in ospedale

Arrestato infermiere Un infermiere di 55 anni è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di aver violentato una studentessa tirocinante di 20 anni all’interno del Policlinico Umberto I di Roma. L’uomo, finito ai domiciliari, è accusato di violenza sessuale e lesioni personali aggravate. I fatti sono avvenuti lo scorso 26 ottobre in una stanza inutilizzata all’interno dell’ospedale dove, durante il turno serale, l’uomo avrebbe fatto entrare la giovane facendole credere che fosse quella di degenza di un paziente che necessitava di una terapia farmacologica ma, una volta all’interno, avrebbe chiuso la porta a chiave e avrebbe afferrato e bloccato la donna costringendola a subire atti sessuali.   La giovane, impaurita, temendo una possibile escalation di violenza, non è riuscita ad opporre resistenza ma, una volta uscita dalla stanza, con un escamotage, si è allontanata dall’uomo e, in stato di agitazione e di forte shock, tra le lacrime, ha raccontato ad un collega l’accaduto e richiesto l’intervento delle forze dell’ordine. Gli

Leggi di più...

Frana Ischia, recuperati i corpi di due uomini

Due corpi sono stati individuati ed estratti dalla macerie dai vigili del fuoco a Casamicciola, sull’isola di Ischia. Si tratta di due uomini. Il primo corpo senza vita è stato estratto in via Santa Barbara e l’altro in via Celario. Non si conoscono ancora le loro identità. Secondo i soccorritori, uno potrebbe essere quello di Salvatore Impagliazzo, il compagno di Eleonora Sirabella, 31 anni, la prima vittima ritrovata. Restano quindi ancora due persone disperse. Ed è una corsa contro il tempo, perché è atteso maltempo sull’isola, forse già da domani. Tecnici e Protezione civile al lavoro a Casamicciola Terme per definire la nuova perimetrazione della zona rossa in vista della nuova allerta meteo. La zona dovrebbe avere confini più ampi rispetto a quella attuale. La Prefettura di Napoli è al lavoro per definire entro il fine settimana, come ha detto il Prefetto Claudio Palomba, per definire il ‘Piano speditivo di emergenza’ di cui Casamicciola non era provvisto. Al Centro di

Leggi di più...

Frana Ischia, le ricerche non si fermano

– Proseguono senza sosta le ricerche dei quattro dispersi dopo la frana di Casamicciola Terme, a Ischia. Dopo il ritrovamento delle otto vittime, i Vigili del fuoco e gli altri soccorritori sono ancora alla ricerca di altre quattro persone. Tra loro i genitori dei tre fratellini ritrovati senza vita, Michele di 16 anni, Francesco di 11 anni e Maria Teresa di 6 anni. Secondo i vigili del fuoco i copri di Gianluca Monti e Valentina Castagna potrebbero trovarsi sotto il solaio crollato. Gli altri due dispersi sono il compagno di Eleonora Sirabella, 31 anni, la prima vittima ritrovata, e di un’altra giovane donna, Mariateresa Arcamone. E’ una corsa contro il tempo, perché è atteso maltempo sull’isola, forse già tra stasera e domani. E con la pioggia le ricerche diventerebbero ancora più complicate. (Adnkronos)

Leggi di più...

Reggio Calabria, tortura e lesioni a detenuto

6 agenti penitenziari ai domiciliari Personale della Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza di applicazione di misure cautelari, disposta dal gip di Reggio Calabria, a carico di 8 appartenenti alla Polizia penitenziaria in servizio presso la Casa circondariale ‘G. Panzera’ di Reggio Calabria. Per sei sono scattati gli arresti domiciliari, per gli altri due la sospensione dall’esercizio di un pubblico ufficio. Agli indagati sono contestati i reati di tortura e lesioni personali aggravate ai danni di un detenuto dell’istituto penitenziario dove prestano servizio.   Al comandante del Reparto, che figura tra gli indagati e al quale è stata applicata la misura degli arresti domiciliari, vengono contestati anche i reati di falso ideologico commesso da pubblico ufficiale in atto pubblico, di falso ideologico commesso da pubblico ufficiale in atto pubblico per induzione, di omissione d’atti d’ufficio, di calunnia e tentata concussione.   Oltre ai destinatari delle misure cautelari, sono sottoposti ad indagine altri 4 poliziotti penitenziari, ai quali viene contestato il

Leggi di più...

Frana Ischia, stato emergenza e stanziati 2 milioni

(Adnkronos) – Il Cdm ha dichiarato lo stato di emergenza per l’isola di Ischia, in seguito alla frana che ha colpito ieri la località di Casamicciola. “Predisposto anche uno stanziamento di due milioni di euro, al quale seguiranno altri stanziamenti, non appena avremo una ricognizione dei danni e delle esigenze immediate”. Così il ministro per il Mare, Nello Musumeci, che ha la delega alla protezione civile, al termine del consiglio dei ministri. “Lo stato di emergenza – spiega – avrà la durata di un anno”. “E’ stato deciso di nominare commissario la dottoressa Simonetta Calcaterra, che in questo momento sostituisce il sindaco nel comune più colpito. E’ importante sapere che l’emergenza deve essere superata, soprattutto con riferimento alle calamità legate al dissesto idrogeologico”. Musumeci ha poi ricordato che “si è dato incarico alla protezione civile di dare vita a un gruppo di lavoro che coinvolga i rappresentanti dei dicasteri interessati alla pianificazione e alla gestione dei fondi, che non sono

Leggi di più...

Ischia, Vdf al lavoro stanotte per cercare i dispersi

(Adnkronos) – (dall’inviata Elvira Terranova) – I Vigili del fuoco si preparano a un’altra notte di lavoro a Casamicciola. A mani nude cercano le cinque persone che ancora mancano all’appello. Dopo il ritrovamento dei sette cadaveri, tra cui una neonata trovata tra le braccia della sua mamma, si continua a scavare. “Stanotte le nostre squadre continueranno a cercare, soprattutto nel punto in cui è stata trovata la bambina con il ragazzo – spiega all’Adnkronos il capo della Comunicazione dei Vigili del fuoco, Luca Cari, che da ieri segue da vicino l’evolversi della situazione -E’ molto probabile che in quel punto ci siano gli altri dispersi”. Ma è complicato “perché quella zona si raggiunge solo a piedi – spiega Cari – Non possono arrivare né mezzi né ruspe e neppure escavatori. Si può raggiungere solo a piedi”. Poi aggiunge: “Abbiamo cominciato a liberare le strade per consentire il passagio dei mezzi di soccorso, ma qui non riusciamo a usare bobcat o

Leggi di più...

Ischia, prima vittima della frana a Casamicciola

(Adnkronos) – Una foto con alle spalle lo splendido panorama della sua adorata Ischia e la scritta “Il mio bel paese…. #myhome #myplace”. E’ uno degli ultimi post su Facebook di Eleonora Sirabella, commessa 31enne, la prima vittima della frana di Ischia. Eleonora era di Lacco Ameno, anche se viveva nella parte alta di Casamicciola, dove la frana si è portata via la casa che divideva con il marito, Salvatore Impagliazzo, ancora disperso. E proprio a Lacco Ameno è stata scattata questa foto che la vede in abito da sera in una serata di settembre seduta su un muretto con alle spalle le mille luci dell’isola verde. Sul suo profilo Fb c’è anche una foto che la ritrae con il padre Ciro, “Auguri all’uomo più affascinante del mondo..! Auguri al mio babbo..!”, scriveva Eleonora, che, proprio quell’adorato padre aveva chiamato prima di venire travolta dalla pioggia l’altra notte. Gli aveva chiesto di venire a prenderla e portarla via in una

Leggi di più...

Minore ridotta in schiavitù: arrestati i genitori

Arrestati a Roma i genitori di una minore di quattordici anni accusati di riduzione in schiavitù e lesioni personali gravi. Dopo le indagini, coordinate dalla Procura di Roma, gli agenti della Polizia di Stato del IV Distretto San Basilio ieri mattina hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip, su richiesta della Dda nei confronti di una coppia, marito e moglie, di nazionalità bosniaca, rispettivamente di 41 e 36 anni, gravemente indiziati, in concorso tra loro, dei reati di riduzione o mantenimento in schiavitù e di lesioni personali gravi. Accuse contestate con l’aggravante di aver commesso questi reati nei confronti della figlia minore. Il giudice per le indagini preliminari ha disposto per l’uomo la custodia cautelare in carcere, mentre la donna è stata sottoposta agli arresti domiciliari. Le indagini, che hanno portato all’emissione dell’ordinanza, sono partite dalle dichiarazioni rilasciate dalla minorenne negli Uffici di Polizia, dove si era presentata spontaneamente nell’ottobre scorso, raccontando, tra le lacrime, quanto fosse costretta

Leggi di più...

Ischia, soccorritori impegnati tutta la notte

– Sono stati impegnati tutta la notte i soccorritori al lavoro per trovare i dispersi della frana che ha investito Casamicciola, sull’isola d’Ischia, all’alba di ieri. Sono 11, secondo quanto riferito dal prefetto di Napoli Carlo Palomba ieri sera nell’ultimo punto stampa della giornata, le persone disperse, 13 i feriti di cui uno solo in gravi condizioni e che è stato trasportato all’ospedale Cardarelli di Napoli, dove è ricoverato nel Trauma Center in prognosi riservata. Una la vittima accertata finora, una donna di 31 anni del vicino comune ischitano di Lacco Ameno e che viveva a Casamicciola. Il suo corpo è stato trovato nei pressi di piazza Maio. In Prefettura a Napoli alle 8.30 tornerà a riunirsi il centro coordinamento soccorsi insediato ieri dal prefetto; al termine della riunione dovrebbero essere forniti degli aggiornamenti circa i dispersi ed eventuali nuove vittime. (Adnkronos)

Leggi di più...

Un morto e tre feriti per lite in centro storico

Caltanissetta, un morto e tre feriti per lite in centro storico   (Adnkronos) – Un uomo di 51 anni, Marcello Tortorici, è morto all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta dopo essere stato ferito gravemente alla gola da colpi di arma da taglio nel corso di un litigio scoppiato intorno alle 20,30 in via San Domenico nel centro storico del capoluogo, in cui altre 3 persone sono rimaste ferite. All’origine della lite, secondo ricostruzioni dei presenti, un apprezzamento non gradito espresso nei confronti di una ragazza. Dei feriti uno è stato ricoverato in codice rosso e sarebbe in condizioni critiche mentre un altro è in codice giallo. 

Leggi di più...

Arrighi: “Diversi serial killer attivi in Italia”

Omicidio Prati, scrittore Arrighi: “Diversi serial killer attivi in Italia” “In Italia ci sono ancora diversi assassini seriali in attività”. A ricordarlo è l’avvocato criminalista e scrittore noir Gianluca Arrighi durante una conversazione con l’Adnkronos parlando del triplice femminicidio avvenuto in zona Prati, a Roma, di cui è accusato Giandavide De Pau, in carcere dopo che si è visto convalidare l’arresto. “Pensiamo al killer di Asti, che ha ucciso quattro prostitute. Oppure al mostro della strada statale 10, in Piemonte, che ne ha uccise due. E ancora, l’assassino delle nigeriane, che uccide solo prostitute africane o il killer dei pensionati che ha già mietuto cinque vittime nel centro Italia. C’è poi il mostro di Udine, a cui sono stati attribuiti sedici omicidi, tra il 1971 e il 1991”.   Il profilo criminale di De Pau potrebbe richiamare alla memoria, in qualche modo, il famoso serial killer delle prostitute Donato Bilancia? “Lui – replica Arrighi – è stato il più feroce

Leggi di più...

Violenza su donne, oltre 75% subite dal partner o dall’ex

– Nel 54,8% dei casi è il partner a perpetrare la violenza sulla donna, nel 22,9% si tratta di un ex partner, nel 12,5% è un altro familiare o parente; le violenze subite fuori dall’ambito familiare e di coppia costituiscono il restante 9,9%. E’ uno dei dati che emerge dall’indagine Istat ‘Percorsi delle donne per uscire dalla violenza tra difficoltà e risorse’ 2021. Nella quasi totalità dei casi (94,6%) le violenze sono riferibili a un solo autore e nel 3,5% dei casi a due. Sul totale dei casi si rileva che circa un autore su cinque (19,7%) ha una forma di dipendenza, come ad esempio quella da alcool, droga, gioco o psicofarmaci. Il sostegno dei Centri antiviolenza riflette una maggiore consapevolezza da parte della donna che si esplicita, tra l’altro, nella denuncia alle autorità della persona artefice della violenza. Sebbene questa informazione non sia sempre disponibile (non lo è per il 33,7% dei casi), si rileva che il 29% degli

Leggi di più...

Black Friday, è allarme truffe sul web

E’ allarme truffe online in vista del Black Friday e la corsa all’occasione rischia di trasformarsi in una sonora delusione o peggio ancora nel furto dei dati della carta di credito usata per l’acquisto. In vista della giornata di domani la Polizia Postale lancia un alert: ”Attenzione a offerte troppo vantaggiose e siti clone”. ”Al commissariato di Ps online arrivano tantissime segnalazioni di truffe in ambiente e-commerce, dall’inizio dell’anno ne abbiamo avute circa 10.300 – spiega all’Adnkronos la responsabile del Commissariato di Ps online della Polizia Postale, Luisa Massaro – in alcuni periodi dell’anno c’è un intensificarsi del fenomeno, per esempio in estate la truffa delle case vacanza, in inverno la truffa del pellet o ancora quelle dei regali natalizi. Naturalmente accade anche in occasione del Black Friday: sul web, accanto alle offerte reali, compaiono false occasioni a cui è davvero difficile rinunciare. Dagli utenti riceviamo le segnalazioni di siti che sponsorizzano dei prodotti a prezzi estremamente vantaggiosi e quasi

Leggi di più...

Terremoto oggi in mare davanti alle Marche

– Nuovo terremoto oggi al largo delle Marche. A rilevarlo l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). La scossa, di magnitudo 3.6, è stato registrata alle 2:59 con ipocentro a circa 10 chilometri di profondità presso la costa Marchigiana Pesarese (Pesaro Urbino). Pochi minuti dopo, alle 3.03 sempre nella stessa zona è stata avvertita un’altra scossa di magnitudo 2.3 a una profondità di 9 km. (Adnkronos)

Leggi di più...

Monopoli, 13enne trovata morta in casa

Si indaga per istigazione a suicidio Si indaga per istigazione al suicidio per la vicenda della ragazzina di 13 anni che domenica scorsa si è tolta la vita mentre era da sola in casa a Monopoli, in provincia di Bari. Al momento del ritrovamento del corpo in bagno da parte della madre, la ragazzina, secondo quanto emerso, stringeva in mano il suo telefono cellulare. Le indagini sono condotte dalla Procura di Bari e dai carabinieri.   L’ipotesi investigativa sulla quale però gli inquirenti mantengono uno stretto riserbo è che la ragazzina sia stata esclusa da gruppi di amici su whatsapp. Il sindaco di Monopoli Angelo Annese ha proclamato per oggi il lutto cittadino. (Adnkronos)

Leggi di più...

De Pau dopo delitti voleva scappare

Omicidi Roma, De Pau dopo delitti voleva scappare: offrì soldi per passaporto Giandavide De Pau, il 51enne accusato dell’omicidio delle tre donne assassinate giovedì scorso nel quartiere Prati a Roma, dopo i delitti di via Riboty e via Durazzo voleva tentare la fuga.   L’uomo avrebbe cercato, in cambio di denaro, di ottenere da una donna cubana un passaporto. Secondo quanto emerso dalle indagini De Pau, infatti, avrebbe contattato la donna per chiederle aiuto per avere il documento, forse per andare all’estero. Inoltre, secondo quanto emerso finora, non sarebbe stata ancora trovata l’arma utilizzata nei tre delitti.  Intanto è fissata per domani, in mattinata, l’udienza di convalida del fermo per De Pau. L’interrogatorio davanti al gip si terrà nel carcere di Regina Coeli dove da sabato è detenuto il cinquantunenne. Sempre domani verrà conferito l’incarico al medico legale per eseguire le autopsie sui corpi delle vittime. L’esame autoptico sulle salme, che si trovano all’istituto di medicina legale del Policlinico Gemelli,

Leggi di più...

Usa, sparatoria in discoteca gay in Colorado: 5 morti

(Adnkronos) – E’ di 5 morti e 18 feriti il bilancio dell’attacco in una discoteca gay in Colorado. Secondo quanto riporta la polizia di Colorado Springs la sparatoria è avvenuta poco dopo l’una del mattino, ora locale. “Abbiamo localizzato una persone che riteniamo sia il sospetto, è in custodia, è ferito”, ha aggiunto, riporta la Cnn, la tenente di polizia Pamela Castro che non ha fornito ancora elementi sull’eventuale movente. In una dichiarazione pubblicata sui social media i responsabili del locale Club Q hanno reso noto che l’aggressore è stato fermato dagli stessi avventori del locale: “Ringraziamo la veloce reazione di clienti eroici che hanno immobilizzato l’uomo armato e messo fine a questo attacco d’odio”, si legge nella dichiarazione in cui i proprietari della discoteca si dicono “devastati da questo attacco senza senso contro la nostra comunità” e offrono le condoglianze ai familiari delle vittime.

Leggi di più...

Morto escursionista soccorso sulla Majella

(Adnkronos) – È morto questa mattina uno dei due giovani recuperati ieri sera, nella tormenta di neve, sulle montagne abruzzesi. E’ un 34enne della provincia di Roma. I due erano rimasti bloccati in prossimità del bivacco Fusco, nel Parco nazionale della Majella, a quota 2.455 metri, in territorio di Pennapiedimonte (Ch) e, in serata, tra vento e bufera, erano stati raggiunti e portati a valle dalle squadre di terra del Soccorso Alpino e Speleologico partite dalla stazione di Penne e di Chieti. La richiesta di aiuto era arrivata nel tardo pomeriggio, quando uno dei due ragazzi era scivolato, riportando fratture agli arti inferiori. Le avverse condizioni meteorologiche e il buio avevano reso più complesse le attività di recupero. Uno dei due ragazzi, quello ferito, era stato subito imbarellato: aveva già un principio di ipotermia e durante il trasporto a valle aveva avuto un arresto cardiaco. I soccorritori erano riusciti a salvarlo, ma è deceduto stamane all’ospedale di Chieti dove era stato ricoverato.

Leggi di più...

Anziana investita e uccisa a Senigallia

Corpo trascinato per km   (Adnkronos) – Un’anziana è stata investita e uccisa mentre si trovava a passeggio con il cane, ma il suo corpo è stato ritrovato alcuni chilometri dopo. E’ quanto accaduto a Marzocca, frazione di Senigallia (Ancona), e sul caso sta indagando la polizia stradale di Ancona.   E’ stato investito anche il cane, trovato senza vita a Marzocca, mentre il corpo della donna è stato ritrovato ad alcuni chilometri di distanza, trascinato dal veicolo che l’ha investita. La polizia stradale sta cercando di ricostruire la dinamica di quanto accaduto e se l’anziana e l’animale siano stati investiti da due diversi veicoli.  Come riferisce viveresenigallia.it l’incidente si è verificato dopo le 17.30. La vittima è una donna 81enne di origine tedesca. Un giovane di nazionalità ucraina, alla guida di un furgone, avrebbe investito un cane. Il giovane si sarebbe fermato e avrebbe chiamato i soccorsi. In quel frangente però la donna, di cui il giovane ha detto

Leggi di più...

Saman, trovati resti umani in casolare a Novellara

(Adnkronos) – I resti di un cadavere sono stati trovati sotterrati all’interno di un casolare abbandonato nelle campagne del comune di Novellara a poche centinaia di metri dalla casa dove viveva la famiglia di Saman Abbas. Il ritrovamento è avvenuto ieri sera al termine di un sopralluogo dei Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Reggio Emilia e della Compagnia di Guastalla, sotto il coordinamento della Procura di Reggio Emilia, diretta dal Procuratore Capo Calogero Gaetano Paci. L’area è stata interdetta dalle prime ore di questa mattina. I carabinieri di Reggio Emilia, sotto il costante coordinamento della locale Procura, con l’ausilio dei Carabinieri del Reparto Investigazioni Scientifiche di Parma, stanno procedendo alle operazioni di recupero e repertamento. Sul posto anche i Vigili del Fuoco di Reggio Emilia.

Leggi di più...

Roma, tre omicidi: indagini tra telecamere, telefoni e siti escort

Telecamere, celle telefoniche e siti di incontri escort sono ora al vaglio degli investigatori impegnati nelle indagini per risalire al responsabile degli omicidi – di due donne cinesi e di una donna colombiana – avvenuti a Roma nel Rione Prati in due appartamenti a poche centinaia di distanza uno dall’altro, per mano pare di un’unica persona che in tutti e tre i casi ha ucciso con un coltello. L’ultima vittima in particolare, una 65enne colombiana, aspettava un cliente. Da capire, ora, come l’uomo l’abbia contattata, se con un appuntamento preso in una app di incontri o se, invece, con una telefonata. “Le due donne” cinesi invece “sono state uccise tra le 10.30 e le 11. Lo so per certo perché mi hanno portato la cucina e ho salito le scale a piedi fino al nono piano, dove si trova l’appartamento in cui mi sto trasferendo”. A parlare all’Adnkronos è un giornalista che questa mattina era nel palazzo al 28 di

Leggi di più...

Bari, ferisce la compagna poi si toglie la vita

Tragedia in un’abitazione di Cassano delle Murge, Comune a circa 30 chilometri da Bari. Un 20enne albanese è stato trovato morto nell’abitazione dove conviveva con la fidanzata di 18 anni, anche lei straniera, originaria del Marocco, trovata gravemente ferita. Secondo la prima ricostruzione dei carabinieri, si tratterebbe di un caso di tentato omicidio e di suicidio: sarebbe stato il ragazzo a sparare alla compagna con una pistola, colpendola in pieno petto, e poi con la stessa arma si sarebbe tolto la vita. La ragazza è stata trasportata in ospedale, in gravissime condizioni. La prognosi è riservata. Il movente è ancora da comprendere. (Adnkronos)

Leggi di più...

Padova, accusato di 4 omicidi in Cina: arrestato

Ha ucciso una donna e, poi, una famiglia in Cina. La Squadra Mobile di Padova ha arrestato un 46enne cinese, ricercato a livello internazionale dalle autorità locali per diversi omicidi commessi nel suo Paese d’origine. Nel giugno 2001 una giovane coppia di cinesi e il loro figlio vennero uccisi a coltellate nella loro casa di Dengta, città di Liaoyang provincia di Lioning. Sul posto, e in particolare sul corpo della donna, gli inquirenti trovavano tracce di liquido seminale. A distanza di 8 anni, nel febbraio del 2009, il fatto fu collegato con un altro precedente omicidio, commesso nel 1996 nella città di Dalian ai danni di una donna. Attraverso la successiva comparazione del Dna, nel marzo del 2020 fu finalmente identificato l’autore degli omicidi, individuato proprio nel 46enne nei cui confronti venne a quel punto emesso dall’Ufficio di Sicurezza nazionale cinese un mandato di arresto per omicidio volontario, punito dal codice penale cinese con la pena di morte o dell’ergastolo.

Leggi di più...

Schiaffi e calci a bambini di 4 anni

Una suora in carcere Schiaffi e tirate di capelli anche a bambini di 4 anni, ospiti di un istituto religioso ad Ischia. Una suora in carcere, altre 3 colpite da divieto di dimora in Campania: le 4 religiose sono gravemente indiziate, in concorso tra loro, di maltrattamenti nei confronti di minori, lesioni personali aggravate e violenza privata aggravata. I carabinieri in particolare hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misure cautelari personali, emessa dal Gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Procura locale.   Il provvedimento nasce da indagini scattate a seguito di una segnalazione di maltrattamenti in danno di minori all’interno dell’Istituto religioso Santa Maria della Provvidenza, che si trova a Casamicciola Terme, nel quale sono ospitati minori in attesa di affidamento, adozione o in affido dopo provvedimenti giudiziari, nonché minori ospiti esterni sulla base del corrispettivo pagato privatamente dai genitori.  I carabinieri hanno avuto modo di visionare un filmato, girato da una minorenne ospite della struttura, nel

Leggi di più...

Bruno Carbone, una vita da broker della droga

Una vita da broker della droga al servizio dei clan. Il narcos latitante Bruno Carbone è stato catturato all’aeroporto di Dubai dai carabinieri del Nucleo investigativo di Napoli e forse potrebbe essere estradato già oggi in Italia. Si tratta di uno dei pezzi da novanta del narcotraffico internazionale: Carbone, originario di Giugliano, per anni avrebbe rifornito di droga i clan del napoletano, dai Nuvoletta ai Ciccarelli di Parco Verde, fino ai clan del Rione Traiano, gestendo, dalla sua base in Olanda, i rapporti con i fornitori colombiani. La latitanza per Carbone era scattata dopo la condanna a 20 anni di reclusione per traffico internazionale di stupefacenti lungo la rotta Spagna-Napoli-Catania. Fu il collaboratore di giustizia Andrea Lollo, ex broker della droga, a svelare la base olandese che Carbone avrebbe usato in una prima fase: “La moglie di Carbone mi disse che dopo il Natale del 2014 avrei potuto raggiungere Bruno Carbone, nel suo covo in Olanda”, raccontò il pentito in

Leggi di più...

Criptovalute ”Droghe e hacking tra le nuove vie”

(Adnkronos) – Aumenta sempre di più l’utilizzo delle criptovalute in attività illegali. Droghe, hacking, omicidi, finanziamento al terrorismo, riciclaggio e sottrazione dei capitali alla tassazione, sembrano non esserci limiti per questa nuova forma di investimento e allo stesso tempo di pagamento. Con la criminalità che detiene più di 25 miliardi di dollari in criptovalute da fonti illecite. Un fenomeno che non sembra risparmiare alcun paese come spiega il Colonnello Gian Luca Berruti, già Comandante del gruppo investigativo del nucleo speciale tutela privacy e frodi tecnologiche della Guardia di Finanza e da poco trasferito in servizio presso l’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale. ”I Cripto-Asset, in generale -spiega all’Adnkronos- possono costituire apparentemente uno strumento efficiente per la criminalità e le transazioni illegali. Ad esempio, le criptovalute sono considerate più efficienti per il riciclaggio rispetto al contante per la grande facilità e velocità di spostamento internazionale che il contante non può assolutamente avere. Proprio questa loro caratteristica le rende universali e quindi attualmente

Leggi di più...

Arrestato re dei narcos italiani latitante dal 2003

Carbone arrestato a Dubai, re dei narcos italiani latitante dal 2003 Arrestato a Dubai il narcos Bruno Carbone, considerato uno dei maggiori narcotrafficanti italiani. Carbone era latitante dal 2003, quando era stato condannato a 20 anni di reclusione per traffico internazionale di stupefacenti lungo la rotta Spagna-Napoli-Catania. Per anni avrebbe gestito il rapporto con i colombiani, avrebbe rifornito di droga diversi clan camorristici, dai Nuvoletta ai Ciccarelli di Parco Verde, fino ai clan del Rione Traiano. E’ stato catturato dai carabinieri del Nucleo investigativo di Napoli all’interno dell’aeroporto internazionale della capitale emiratina e potrebbe essere estradato in Italia già oggi. Quando è stato fermato, era in possesso di un documento falso. Adnkronos

Leggi di più...

77 detenuti e 5 agenti suicidi da inizio anno

L’ultimo oggi ad Ariano Irpino Settantasette detenuti e cinque agenti di Polizia Penitenziaria si sono tolti la vita da inizio anno. Un numero mai tanto alto, che non si ferma e cresce. L’ultimo suicidio questa mattina, ad Ariano Irpino, in provincia di Avellino. “E’ una strage senza fine – commenta all’Adnkronos Aldo di Giacomo, segretario generale di S.Pp. Polizia Penitenziaria – Non è pensabile che in meno di un anno si siano uccise oltre ottanta persone, giovanissimi per lo più e con pene irrisorie. A suicidarsi sono quelli che in galera non ci devono stare, alcol o droga dipendenti, malati psichiatrici: insomma, i soggetti più fragili, gli stessi che creano disordini all’interno dell’istituto penitenziario”.   Ma come arginare una marea di eventi critici, suicidi in primis ma anche aggressioni, rivolte, che non pare arretrare? “La prima cosa che va fatta è costruire nuove carceri – spiega il sindacalista – evitare che in galera ci sia questa tipologia di detenuti per

Leggi di più...

Avellino, disabile picchiata in Rsa

Operatrice arrestata e due sospese Disabile presa a schiaffi e calci e sottoposta ad altre violenze fisiche e verbali e a trattamenti umilianti in una Rsa in provincia di Avellino. Per questo un’operatrice socio-sanitaria è stata arrestata e altre due sono state sospese dal servizio in quanto ritenute gravemente indiziate dei reati di maltrattamenti e abbandono di persone incapaci.  A eseguire l’ordinanza di misura cautelare e misure interdittive emessa dal gip di Avellino, su richiesta della Procura irpina sono stati i carabinieri del Comando provinciale di Avellino. Le indagini sono scattate a seguito di una segnalazione giunta ai carabinieri di Cervinara a seguito della quale la Procura ha disposto un servizio di intercettazione audio-video degli ambienti della Rsa, e in particolare nella stanza dove era ospitata una donna oggetto dei maltrattamenti denunciati.   Dalla visione e dall’ascolto dei filmati registrati sono emerse così le violenze alle quali la donna era quotidianamente sottoposta da parte delle indagate. L’ordinanza dispone gli arresti domiciliari

Leggi di più...

La sparatoria dopo la rissa

Quattro arresti per tentato omicidio Eseguita dai Carabinieri un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 4 persone per tentato omicidio in concorso, aggravato dal metodo mafioso, nonché porto abusivo di arma da fuoco.Lo scorso 7 novembre, i militari del Comando Compagnia Carabinieri di Triggiano, hanno eseguito un’ordinanza applicativa di una misura cautelare personale in carcere nei confronti di Giuseppe Patruno, 31 anni, Antonio Fanelli, 38 anni, Salvatore Fanelli, 20 anni, (padre e figlio) e Francesco Desimini, 36 anni, tutti residenti a Noicattaro, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del locale Tribunale, su richiesta della Procura della Repubblica di Bari con cui sono stati riconosciuti gravi indizi di colpevolezza. I quattro nel tardo pomeriggio di domenica 5 giugno avrebbero tentato di uccidere un 32enne di Triggiano, Michele Scorrano, esplodendo diversi colpi di pistola e ferendolo in modo non grave al gluteo nella centralissima Piazza Umberto I di Noicattaro.I quattro sono accusati a vario titolo di tentato omicidio in concorso, aggravato

Leggi di più...

Lascia il cane in auto sigillata e va a cena fuori

Lascia il cane nell’auto sigillata e va a cena al ristorante: la bestiola è stata salvata dai carabinieri, che poi hanno identificato e denunciato la proprietaria per il reato di abbandono di animale. Una macchina con i vetri completamente appannati in orario serale lungo viale Petrarca a Firenze ha destato l’attenzione dei carabinieri che, avvicinatisi, si sono avveduti della presenza di un cane che, apparentemente sofferente, giaceva sul sedile posteriore non disponendo neppure dell’apertura dei finestrini, volta a garantirgli un minimo di aerazione. Inutile tentare di aprire l’autovettura, quanto di mettersi in contatto con la proprietaria della stessa. I carabinieri quindi hanno allertato i vigili del fuoco per l’apertura dell’auto e il servizio veterinario dell’Asl al fine di sincerarsi delle condizioni di salute dell’animale e di prestargli le eventuali cure del caso. Solo all’arrivo degli organi allertati e al termine delle incombenze espletate, che ripristinavano le condizioni ideali di vita del cane, circa quindi un’ora dopo dall’arrivo dei carabinieri, è

Leggi di più...

Stuprata a 15 anni: indagato l’amico coetaneo

Con l’accusa di violenza sessuale ai danni di una ragazza di 15 anni, è stato denunciato un amico coetaneo, residente a Firenze. Nei confronti dell’indagato 15enne i carabinieri della stazione di Scandicci hanno eseguito una perquisizione, che avrebbe permesso di reperire elementi a supporto dell’ipotesi investigativa. La minorenne ha trovato il coraggio di parlare con i genitori della vicenda solo nel mese di settembre scorso, rivelando di essere stata vittima di uno stupro avvenuto a Firenze nel maggio precedente. Adescata con l’inganno dal coetaneo, la ragazza sarebbe stata convinta a seguirlo all’interno dell’appartamento, dove poi sarebbe stata abusata. “Con accorta e puntuale ricostruzione”, come si fa notare in ambienti investigativo dell’Arma dei carabinieri, i militari hanno iniziato a mettere insieme i pezzi del puzzle, individuando riscontri alle circostanze acquisite in sede di denuncia e consentendo di trovare sempre maggiore consistenza al ricordo delle vicende. La complessa attività investigativa condotta sul territorio, coordinata dalla Procura della Repubblica per i Minorenni, nella

Leggi di più...

Bari, violenze su detenuto: arrestati 3 agenti

Tre agenti della Polizia penitenziaria di Bari sono stati arrestati con l’accusa di tortura in concorso. Alle prime ore dell’alba personale della Sezione polizia giudiziaria ha dato esecuzione a un’ordinanza applicativa di misura cautelare agli arresti domiciliari, emessa il 4 novembre scorso dal gip del Tribunale di Bari su richiesta della procura nei confronti di tre appartenenti al corpo della Polizia penitenziaria in servizio nella locale casa circondariale.. In esecuzione della stessa ordinanza è stata altresì anche eseguita la “sospensione temporanea” dall’ufficio di appartenente al corpo di Polizia penitenziaria nei confronti di sei assistenti, a tre dei quali è stato contestato il reato di tortura in concorso. L’indagine, che vede nel complesso 15 indagati, è stata avviata dopo una segnalazione della Direzione e del Comando della Polizia Penitenziaria di Bari su un evento del 27 aprile scorso. Secondo l’accusa, il personale destinatario delle misure, “in servizio presso le diverse sezioni del carcere, conseguentemente ad un intervento in una cella di

Leggi di più...

Terremoto nelle Marche, nessuna allerta tsunami

“La scossa è avvenuta lontano dalla costa e, fortunatamente, quanto ciò accade l’energia si attenua. E’ stato avvertito molto bene perché la placca Adriatica è molto rigida, l’energia viene trasmessa e si propaga. Questo terremoto è di tipo compressivo, l’opposto dei terremoti sull’Appennino dove c’è un processo di estensione crostale”. Lo afferma all’Adnkronos il sismologo Alessandro Amato, responsabile del Centro Allerta Tsunami dell’Ingv, dopo la forte scossa di terremoto sulla costa marchigiana che, fortunatamente, non avrebbe causato danni. “Il terremoto avvenuto oggi sulla costa marchigiana, spiega Amato, “è più simile, come tipo di movimento e di strutture geologiche, ai terremoti avvenuti in Emilia nel 2012”. “Non si tratta della magnitudo più alta registrata in quell’area, già nel 1930 ci fu il cosiddetto terremoto di Senigallia e, nei primi del ‘900, un sisma a Rimini con magnitudo intorno a 6”, continua. “Come sempre accade in questi casi, ci sono state scosse di assestamento e le repliche avvengono per un periodo tanto

Leggi di più...

Treviso, tensione a funerali 22enne investita

Madre si scaglia contro fidanzato Momenti di tensione al funerale di Miriam Ciobanu, la 22enne vittima del tragico incidente avvenuto a Paderno di Pieve del Grappa all’alba del 1° novembre, quando la ragazza è stata travolta dall’auto del 23enne Alessandro Giovanardi alla guida sotto effetto di alcol e droga.   A quanto riferisce il Corriere del Veneto, alle esequie era presente anche Tommaso Dal Bello, il fidanzato di Miriam, accompagnato dal padre. La sua è stata una presenza molto discreta, ma ha provocato tensione tra i familiari di Miriam, che non hanno fatto mistero del loro risentimento nei confronti del ragazzo: la sera in cui è avvenuto l’incidente la figlia si è allontanata, incamminandosi sulla strada buia dove è stata travolta e uccisa, proprio dopo una lite con Tommaso.   Ieri il diciannovenne, in stampelle perché reduce da un ricovero in ospedale per un incidente stradale di inizio ottobre in cui era rimasta coinvolta anche Miriam, è stato allontanato da

Leggi di più...

Ortona, operaio muore colpito da carico sospeso

Un operaio filippino di 41 anni è morto per un gravissimo trauma cranico in porto ad Ortona (Ch). L’incidente sul lavoro è avvenuto questa mattina intorno alle 11. L’uomo era al lavoro su una nave ormeggiata, quando è stato colpito alla testa da un carico sospeso che lo ha scaraventato in acqua. Sono stati alcuni colleghi a tuffarsi e a riportarlo sulla terraferma. Aveva una vistosa ferita alla testa. Un elicottero del 118, una volta stabilizzato dai sanitari, lo ha poi trasportato all’ospedale di Pescara dove è deceduto subito dopo il suo arrivo. La Capitaneria di Ortona sta effettuando le indagini. Sul posto anche gli ispettori Asl per capire se sono state rispettate le norme sulla sicurezza sul lavoro. “Un tragico incidente si è verificato questa mattina, intorno alle 9, a bordo di un Galleggiante ormeggiato nel porto di Ortona (CH), alla banchina di “Riva Nuova”, che ha visto il decesso di un marittimo di nazionalità filippina – si legge

Leggi di più...