AMBIENTE

Incendi, arriva il drone per la caccia ai roghi.

Arriva il primo drone solare italiano che rileva tempestivamente incendi o anche piccoli focolai. Si chiama ‘FireHound Zero’, ha la forma di un piccolo aeroplano e, grazie alle celle fotovoltaiche collocate sulle ali, di giorno può volare autonomamente senza sosta per oltre 8 ore. Riesce a monitorare superfici di circa 500 ettari all’ora con un sofisticato sensore all’infrarosso, fornendo alla centrale di controllo le coordinate precise di roghi anche di ridotte dimensioni (addirittura 30-40 centimetri di diametro, come un falò di campeggiatori) prima che l’incendio divampi e causi danni irreparabili. Nel 2021, secondo i dati della piattaforma europea Effis, in tutta Italia sono andati in fumo oltre 1.500 chilometri quadrati di boschi e foreste, spesso in incendi di grandi dimensioni che, se fossero stati individuati per tempo, avrebbero potuto essere circoscritti efficacemente. Una flotta di questi piccoli droni, dunque, potrebbe garantire la copertura continuativa di ampie aree di territorio a rischio, fornendo un allarme rapido e preciso in caso di

Leggi di più...

Siccità, altri resti umani emergono dal Lago Mead

Il Lago Mead, un bacino artificiale del Nevada che a causa della siccità e dell’ondata di caldo si sta prosciugando da settimane, ha svelato i resti di una quarta persona. La scoperta è avvenuta sabato, nella località di Swim Beach. L’identità del corpo è sconosciuta, così come le circostanze della morte. Il lago è al suo livello più basso da oltre 80 anni, e il suo probabile esaurimento mette a rischio una fonte d’acqua cruciale per 25 milioni di persone. La siccità ha prosciugato i suoi affluenti, minacciato la produzione di energia idroelettrica e danneggiato il turismo. Anche la scoperta di quattro corpi – uno dei quali sicuramente ucciso con modalità mafiose tra gli anni 70 e 80 – gli ha guadagnato l’interesse della stampa popolare. (Adnkronos)

Leggi di più...

Rifiuti tessili, un progetto pilota di raccolta

I rifiuti tessili in circolazione sono molti: secondo l’ultimo rapporto pubblicato da McKinsey, “Scaling textile recycling in Europe – turning waste into value”, ogni cittadino europeo produce più di 15 kg di rifiuti tessili in un anno e questi hanno prevalentemente come destinazione finale la discarica o l’inceneritore. E la filiera per la raccolta, riutilizzo e riciclo dei rifiuti tessili si sta organizzando. In attesa di conoscere le modalità operative che saranno introdotte con i decreti attuativi, i produttori, i distributori e gli importatori di prodotti tessili si stanno attivando per avviare una filiera dedicata. Ecotessili, consorzio nato per la gestione del fine vita dei prodotti tessili, promosso da Federdistribuzione e dalle insegne aderenti alla federazione e costituito nell’ambito del Sistema Ecolight, si pone in prima linea in questa nuova sfida, con l’obiettivo di mettere in campo modalità di raccolta di questi prodotti che garantiscano la tracciabilità e la circolarità ambientale, con la massima efficienza possibile. In autunno darà vita

Leggi di più...

Luglio 2022, tra i 3 più caldi mai registrati

A livello globale, questo del 2022 è uno dei tre mesi di luglio più caldi mai registrati, quasi 0,4 °C al di sopra della media per il periodo di riferimento tra il 1991 e il 2020, leggermente più fresco di luglio 2019 e leggermente più caldo di luglio 2016. Lo rileva Copernicus Climate Change Service (C3S), implementato dal Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine per conto della Commissione europea, con il finanziamento dell’Ue. Questo mese di luglio è stato complessivamente il sesto più caldo registrato in Europa e l’ondata di calore spinge le temperature verso nuovi record locali e nazionali in vaste aree occidentali e settentrionali del continente. Le masse continentali dell’emisfero settentrionale rilevano per lo più temperature ben superiori alla media. Le temperature sono state inferiori alla media lungo l’Oceano Indiano occidentale, dal Corno d’Africa all’India meridionale fino a gran parte dell’Asia centrale, così come in quasi tutta l’Australia. Luglio 2022 è stato anche più secco

Leggi di più...

Eventi meteo, per la scienza è colpa dell’uomo

Ondate di calore, inondazioni, siccità: dietro a questi eventi estremi c’è lo zampino dell’uomo. Almeno nella maggior parte dei casi. E questa volta a concordare sull’attribuzione della colpa è la scienza. Un nuovo studio realizzato dai ricercatori di Climate Brief ha raccolto ben 504 studi dedicati a singoli eventi estremi per capire quali e quanti di questi potessero essere attribuibili ai cambiamenti climatici indotti dall’uomo, e il risultato è che il 71% di questi 504 eventi meteorologici estremi è risultato essere stato provocato o aggravato proprio dalle attività umane. In particolare, dei 152 eventi di caldo estremo valutati dagli scienziati, il 93% è stato reso più probabile o più grave dall’uomo, così come il 56% dei 126 eventi di pioggia o inondazioni presi in esame, e il 68% degli 81 eventi di siccità. Il 9% degli eventi climatici e meteorologici è stato reso meno probabile o meno grave dalle attività umane, il che significa che l’80% di tutti gli eventi

Leggi di più...

Un Piano per la mobilità ciclistica

Approvato il Piano Generale della Mobilità Ciclistica urbana ed extraurbana 2022-2024 dalla Conferenza unificata Stato-Regioni. Predisposto dal ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, il Piano prevede un finanziamento, già assegnato, pari a 943 milioni di euro, su un valore complessivo di 1,2 miliardi, ed è uno strumento previsto dalla legge quadro sulla mobilità ciclistica e vede l’Italia allinearsi, almeno per la pianificazione, ai Paesi europei più virtuosi in materia. Tra i punti del Piano, l’intermodalità ‘spinta’, ovvero la concreta possibilità, oggi non garantita, di avere la bici sempre al seguito su treni e altri mezzi di trasporto pubblico locale, e all’accessibilità presso tutti gli uffici pubblici in cui devono essere previsti tra l’altro parcheggi bici attrezzati e in numero sufficiente. Prevista la definizione di uno specifico programma di mobilità attiva per gli spostamenti casa-scuola e l’adozione del principio di Safety in numbers elaborato da Ecf-European Cyclists’ Federation (secondo il quale all’aumentare del numero delle bici in circolazione si riduce

Leggi di più...

Cittadini ‘annaffiatori’ per salvare piante e aiuole

Su le temperature e niente pioggia, e nelle città a soffrire è anche il verde pubblico con alberi, piante e aiuole che faticano a tenere il passo della colonnina di mercurio. A scendere in campo sono i cittadini: si stanno infatti moltiplicando nelle città italiane le iniziative di gruppi auto organizzati che, armati di annaffiatoi, corrono in soccorso del verde urbano. Gruppi che si danno appuntamento attraverso le pagine social di condomini e quartieri con l’obiettivo di mobilitarsi per dare alle piante delle città l’acqua di cui hanno bisogno. “Un piccolo ma energico gruppo di amici ha dato da bere ai giovani alberi di corso Malatesta in quella che sembra una delle estati più siccitose degli ultimi anni. Facciamo caso alla presenza di alberelli in carenza di acqua e, se possiamo, aiutiamoli a superare queste settimane di caldo! Per fortuna, sono tanti i punti di approvvigionamento di acqua e con un recipiente e pochi minuti possiamo fare la differenza”, si

Leggi di più...

2022 anno più caldo di sempre

Il 2022 si classifica fino ad ora in Italia come l’anno più caldo di sempre con una temperatura addirittura superiore di +0,98 gradi rispetto alla media storica ma si registrano anche precipitazioni praticamente dimezzate lungo la Penisola con un calo del 45%. E’ quanto emerge dall’analisi della Coldiretti relativa ai primi sette mesi dell’anno su dati Isac Cnr, che effettua rilevazioni in Italia dal 1800. L’anomalia climatica più evidente quest’anno si è avuta in estate con il mese di giugno che ha fatto registrare una temperatura media superiore di ben +2,88 gradi rispetto alla media su valori vicini al massimo registrato nel 2003 mentre nel mese di luglio la colonnina è stata più alta di +2,26 gradi la media, inferiore solo al 2005. Siamo di fronte, spiega la Coldiretti, a un impatto devastante della siccità e delle alte temperature con danni all’agricoltura che superano i 6 miliardi di euro, pari al 10% della produzione nazionale. Le campagne italiane sono allo

Leggi di più...

“Rischiate di investire un orso”

Il Parco nazionale della Maiella lancia un appello ai tanti turisti che si apprestano a percorrere le strade abruzzesi: la velocità è un pericolo non solo per le persone ma anche per la fauna selvatica, in particolare per gli orsi bruni marsicani, una sottospecie di orso che vive solo nell’Appennino centrale di cui si stima che ne restino solo 60 individui. “Ogni orso è un patrimonio nella biodiversità della nostra fauna – spiega Antonio Antonucci, responsabile dell’Ufficio Monitoraggio e Conservazione della Fauna – non possiamo permetterci di perdere neanche un solo individuo”. Purtroppo, gli incidenti stradali sono una delle minacce concrete, “ma il nostro comportamento può fare la differenza – continua Antonucci – Moderare la velocità e prestare molta attenzione mentre si guida sulle strade che attraversano aree naturali, quando possibile usare i fari abbaglianti che illuminano meglio i bordi stradali di notte quando gli animali sono più attivi e prestare attenzione alla segnaletica dedicata, soprattutto quella per la salvaguardia

Leggi di più...

I 10 ‘influencer’ del mondo sommerso

Una top ten di ‘influencer’ tra le creature sottomarine: dal polmone di mare al pesce luna, dal delfini al polpo. A stilare la classifica dei 10 ‘influencer’ degli abissi mediterranei sono gli esperti di Scubadvisor, app interamente dedicata agli appassionati di immersioni, che permette di conoscere e localizzare le migliori location per esplorare i fondali marini, di prenotare la propria immersione nel centro diving preferito, e di leggerne descrizioni, prezzi e posizione sulla mappa per programmare le proprie uscite da soli o con gli amici. Al primo posto – secondo Scubadvisor – c’è la medusa barile, detta anche polmone di mare. Si tratta di una medusa con un diametro di circa 60 cm, un peso di 10 Kg e dalla forma semisferica opalescente e trasparente. Detta anche Rhizostoma pulmo, appartiene alla famiglia delle Rhizostomatidae, la si incontra spesso al largo delle coste marchigiane e viene considerata la più grande di tutto il Mediterraneo. Gli esemplari giovani si distinguono da quelli

Leggi di più...

Animali esotici, giro di vite del governo

Vita dura per chi commercia, traffica o desidera animali esotici. Il Governo ha approvato due decreti legislativi, su proposta del ministro Speranza, che riguardano animali esotici e selvatici: quasi 5 milioni ogni anno, secondo i dati ufficiali, attualmente commerciati e detenuti in cattività in gabbie, teche, vaschette, garage e sgabuzzini delle case degli italiani. La legge interverrà anche con sanzioni efficaci contro chi violerà i divieti di importazione, vendita e riproduzione, così come contro il traffico di specie protette in pericolo di estinzione. In generale, la stretta punta a tutelare gli animali e la salute pubblica, attraverso stop all’importazione di pipistrelli, detenzione di ragni velenosi, riproduzione di tigri e leoni e altri animali esotici. L’Italia è il quinto Paese europeo dopo Olanda, Cipro, Lussemburgo e Belgio a rendere operative restrizioni importanti in questo settore, mentre Francia e Slovenia applicheranno norme simili il prossimo anno e il Consiglio europeo dei Ministri ha recentemente impegnato la Commissione di Bruxelles a emanare una

Leggi di più...

“Attenti a quei 4”, i pesci alieni nei nostri mari

Pesce palla maculato, pesce scorpione, pesce coniglio scuro e pesce coniglio striato. Sono tutte arrivate dal canale di Suez le quattro specie aliene invasive di origine tropicale segnalate nei mari italiani, per la prima volta in Sicilia, cui prestare attenzione per evitare spiacevoli incidenti. L’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra) e l’Istituto per le risorse biologiche e le biotecnologie marine del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Irbim) lanciano la campagna ‘Attenti a quei 4’ per informare i cittadini, spiegare come riconoscerle e monitorare la loro presenza e distribuzione nelle acque italiane, grazie anche alle segnalazioni di pescatori e subacquei. Eccoli: il pesce palla maculato – Lagocephalus sceleratus, segnalato per la prima volta in Italia nel 2013, è caratterizzato dalla presenza di macchie scure sul dorso grigio-argenteo. La specie possiede una potente neurotossina che la rende altamente tossica al consumo, anche dopo la cottura. Inoltre ha una possente dentatura con la quale può infliggere morsi dolorosi. Il pesce

Leggi di più...

Vacanze, 86% italiani fa scelte ecosostenibili

Italiani sempre più attenti alla sostenibilità anche in vacanza ma potrebbero fare di più. È quanto risulta dal nuovo rapporto del Pulsee Luce e Gas Index, osservatorio sulle abitudini degli italiani realizzato da Pulsee, brand digitale e green di luce e gas di Axpo Italia, in collaborazione con la società di ricerche di mercato NielsenIQ. Nel dettaglio, il 46% preferisce alloggiare in strutture con certificazione di sostenibilità ambientale, il 77% fa attenzione a non disperdere rifiuti nella natura (il 43% raccoglie e smaltisce invece correttamente i rifiuti che trova dispersi nell’ambiente). In più, il 41% evita prodotti usa e getta preferendo, per esempio, la borraccia alle bottigliette di acqua. In generale, l’86% degli intervistati si impegna ad avere in vacanza comportamenti rispettosi dell’ambiente. Tuttavia, l’indagine, svolta su un campione di uomini e donne sparsi omogeneamente in tutta Italia e di età compresa tra i 18 e i 65 anni, evidenzia che alcuni comportamenti sono migliorabili: solo il 28% non si

Leggi di più...

In Puglia il mare più pulito d’Italia

Lo dicono le analisi Snpa e Arpa La Puglia si conferma prima in Italia, per il secondo anno consecutivo, per qualità delle acque di balneazione (eccellenti al 99%), seguita da Sardegna (97,6%) e Toscana (96%). È quanto emerge dal lavoro di controllo e monitoraggio condotto dal Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente, la rete che coordina le varie agenzie regionali per l’ambiente presenti sul territorio nazionale tra cui l’Arpa Puglia.   “Ogni anno le acque di balneazione vengono sottoposte a periodici controlli per garantire la salute dei bagnanti – spiega Vito Bruno, direttore generale di Arpa Puglia – Siamo lieti di constatare che anche quest’anno la Puglia è prima in Italia per la qualità delle acque balneabili. Non solo. È prima anche per il numero di campioni analizzati in laboratorio (4056), e seconda solo per il numero di punti monitorati (676), dopo la Sicilia che gode di un litorale molto più esteso”.  Lungo i 1.000 km circa di costa pugliese,

Leggi di più...

Tour nei porti turistici del pattugliatore della Gdf

Un tour di oltre 40 giorni in oltre 30 tra i maggiori porti turistici di sette Regioni italiane. A realizzarlo il primo pattugliatore d’altura ‘green’ attualmente in dotazione alla Guardia di Finanza e costruito dal Cantiere Navale Vittoria di Adria. Dal 4 agosto al 16 settembre, P.04 Osum, questo il nome dell’imbarcazione da 60 metri a propulsione diesel-elettrica delle Fiamme Gialle, partirà, infatti, dalla località di Porto Levante per poi attraccare nelle più importanti località turistiche della penisola dove istruttori qualificati del cantiere costruttore svolgeranno, a bordo, attività di training itinerante agli uomini e alle donne della Guardia di Finanza presenti sul territorio. L’imbarcazione, consegnata di recente dal Cantiere Navale Vittoria alla Guardia di Finanza, approderà infatti alle Isole Tremiti, Manfredonia, Margherita di Savoia, Bari, Gallipoli, Santa Maria di Leuca, Otranto, Brindisi, Taranto, Catania, Taormina, Stretto di Messina, Isole Eolie, Palermo, Isole Egadi, Ustica, Capo Palinuro, Punta Licosa, Napoli, Costiera Amalfitana e Isole Flegree, Gaeta, Isole Pontine, e ancora ad

Leggi di più...

In Italia è boom dei viaggi in bici.

Quest’anno 8 milioni di cicloturisti E finalmente il tempo della bicicletta è arrivato anche in Italia, paese ampiamente autocentrico: quest’anno gironzoleranno per lo Stivale con bici e borse circa 8 milioni di viaggiatori a pedali. Lo ricorda un’esperta -e non da ieri- della promozione del viaggiare lento, Ludovica Casellati, per tutti “Ladybici” grazie alla sua incessante promozione del mezzo meccanico più semplice e gustoso della storia, direttrice di Viagginbici.com. Il dato è evidenziato dal rapporto “L’ecosistema della bicicletta” pubblicato qualche settimana fa da Banca Ifis.   “E’ un boom, lo vedo dall’osservatorio Luxury Bike Hotels”, di cui è fondatrice, “i dati sono in continua crescita e i bike hotel sono arrivati a circa 4.500 in Italia. Il mercato sta cercando di rispondere a una crescita che ritengo sia stata iniziata dal Covid: non solo con l’esplosione della vendita di bici, ma ha riportato le persone a ripensare alla propria salute e benessere”. A iniziare il processo, subito dopo il lockdown

Leggi di più...

Maltempo, Lombardia chiede stato di emergenza

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha inviato oggi una lettera al presidente del Consiglio dei ministri e al capo dipartimento della Protezione civile per chiedere lo stato di emergenza di rilievo nazionale per gli eventi accaduti in Lombardia, a partire dal 4 luglio 2022 e attualmente ancora in corso. “Sul territorio lombardo – si legge nella missiva – si sono verificati, durante il mese di luglio, eventi meteorologici avversi di significativa intensità, che hanno causato dissesti e danni intensi, in particolare nei territori delle province di Brescia, Pavia, Lodi e Cremona e, in misura minore, anche in altre aree provinciali”. “Per contenerne gli effetti – prosegue la lettera – in collaborazione con gli Enti locali e le Prefetture sono state messe in atto misure rilevanti, sia in termini economici che di impegno del Volontariato di Protezione civile, con decine di organizzazioni coinvolte e centinaia di volontari attivati per garantire l’assistenza alla popolazione e la rimozione del materiale, che

Leggi di più...

Cani in spiaggia, cosa c’è da sapere

Si può andare in spiaggia con il cane o si rischia una multa se non allontanati? Ecco qualche indicazione utile redatta dall’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa). Anzitutto è bene distinguere tra spiaggia libera e privata. In caso di spiaggia privata, i singoli concessionari possono dedicare ai cani zone, se non l’intero stabilimento, avendo una specifica autorizzazione comunale. Il numero di spiagge aperte ai cani è in crescita. Quanto alle spiagge libere, ogni anno le Regioni, con ordinanza balneare, fissano le prescrizioni che riguardano l’accesso e l’uso della spiaggia, lasciando ai singoli Comuni la possibilità di determinare le zone libere ai cani. Fatta questa premessa, risultano ancora presenti ordinanze comunali limitative, che addirittura chiudono qualsiasi possibilità d’accesso ai quattrozampe. Come capire quando è possibile entrare in una spiaggia senza essere sanzionati? Innanzitutto bisogna consultare i siti del Comune e della Regione per trovare l’elenco delle spiagge aperte ai cani. Sono online anche siti internet specializzati in questo ambito, che pubblicano elenchi

Leggi di più...

Overshoot Day 2022

Da oggi esaurite le risorse naturali rinnovabili in un anno Il centro di ricerca Global Footprint Network lancia l’allarme sui consumi delle risorse naturali superiori ai livelli di rigenerazione del pianeta Terra e per il 2022 fissa il superamento di questo limite al 28 luglio. Ogni anno è anticipata la data del giorno in cui si eccede lo sfruttamento sostenibile. In cinquant’anni raddoppiati i consumi del pianeta. Nel libro “Salvo il mio pianeta”, la giornalista Vittoria Iacovella indica 40 buone pratiche per assumere uno stile di vita sostenibile. Oggi ricorre l’Earth Overshoot Day, ovvero il giorno in cui l’umanità ha consumato tutte le risorse che gli ecosistemi naturali possono rinnovare nel corso dell’intero anno ed entra in debito ecologico. La data è calcolata dal gruppo di ricerca internazionale Global Footprint Network e per il 2022 cade il 28 luglio, in anticipo di una giornata rispetto al 2021, quando i calcoli fissarono il confine del sovrasfruttamento della Terra al 29 luglio.

Leggi di più...

Caldo record in Italia, bollino rosso in 10 città

Il caldo record si è attenuato in alcune aree d’Italia, ma oggi e domani – 28 e 29 luglio – restano 10 le città da bollino rosso secondo l’ultimo aggiornamento del ministero della Salute sulle ondate di calore: il livello di allerta permane massimo a Cagliari, Campobasso, Catania, Firenze, Frosinone, Palermo, Perugia, Pescara, Rieti e Roma. Migliora sabato, quando l’allerta 3 interesserà 6 località – Cagliari, Campobasso, Catania, Frosinone, Palermo e Roma – con una tregua dall’afa anche in diverse città del Centro-Sud. Se la Capitale rimane nella morsa del caldo per tutte e tre le giornate analizzate nel bollettino, Milano conserva fino a sabato il bollino verde di cui oggi beneficiano 7 città (oltre al capoluogo lombardo anche Bologna, Brescia, Torino, Trieste, Venezia e Verona), che scenderanno a 4 domani (Brescia, Milano, Torino e Trieste), risalendo a 7 sabato (Brescia, Civitavecchia, Milano, Torino, Trieste, Venezia e Viterbo). Adnkronos

Leggi di più...

Filippine. Terremoto di magnitudo 7.3

Il bilancio, ancora provvisorio, riferisce di almeno quattro morti, tra cui un operaio di 25 anni a La Trinidad, e una sessantina di feriti in diverse località. Ingenti i danni agli edifici; paura e persone in strada nella capitale Manila. Sarebbe un operaio di 25 anni che era al lavoro in un cantiere della città di La Trinidad, la prima vittima – ma ce ne sarebbe almeno un’altra – del violento sisma di magnitudo 7.3 che ha colpito la parte nordoccidentale dell’isola di Luzon, nelle Filippine alle ore 8.43 locali (le 2.43 in Italia). Ferite persone che viaggiavano in auto Secondo quanto riferiscono le autorità locali, tra i feriti più gravi ci sarebbero almeno cinque persone che viaggiavano rispettivamente a bordo di un suv e di un camion che sono state colpite da rocce staccatesi dalla montagna lungo una strada collinare nella provincia di La Union, tra le città di Baguio e quella di Rosario. Una quarantina di feriti si

Leggi di più...

Libano, sistema idrico in bilico

Milioni di persone in pericolo Evitato il collasso delle infrastrutture, ma i servizi di approvvigionamento rimangono precari. La preoccupante analisi dell’UNICEF sulla situazione nel Paese che – tra crisi energetica, pandemia, siccità e la passata esplosione di Beirut – mette a rischio la salute della popolazione. L’Avsi in Libano: “sfiducia nel futuro”. “Struggling to keep the taps on” (“Lottando per tenere i rubinetti aperti”) è il nuovo rapporto dell’UNICEF che fotografa la situazione in Libano, dove già nello scorso anno si erano avvertite delle forti ripercussioni sulle infrastrutture di base, impossibilitate a dare garanzie alla popolazione. Il crollo economico del Paese, già accentuato dall’impatto della pandemia da Covid-19 e dalle conseguenze delle esplosioni di Beirut del 2020, è stato aggravato dall’aumento dei prezzi globali del petrolio. In un contesto di inflazione vertiginosa, i fornitori del servizio pubblico non sono stati in grado di mettere a disposizione acqua a sufficienza a causa della crisi energetica, ma non solo, a questo si

Leggi di più...

Ondata di calore 25-27 Luglio 2022

L’arrivo di aria calda di origine nord-africana determinerà un ulteriore incremento termico nella nostra Regione nei giorni 25-27 luglio 2022. Le temperature massime previste saranno comprese tra 32-36 °C con locali punte massime superiori ai  38-40 °C nelle zone interne. Il Ministero della Salute ha emesso il seguente bollettino sulle ondate di calore: Si invita la popolazione a seguire i consigli generali dettati dal Ministero della Salute:   Evita di esporti al caldo e al sole diretto nelle ore più calde della giornata (tra le 11.00 e le 18.00); Evita le zone particolarmente affollate, in particolare per i bambini molti piccoli, gli anziani, le persone con asma e altre malattie respiratorie, le persone non autosufficienti o convalescenti; Evita l’attività fisica intensa all’aria aperta durante gli orari più caldi della giornata; Trascorri alcune ore in un luogo pubblico climatizzato, in particolare nelle ore più calde della giornata; Indossa indumenti chiari, leggeri, in fibre naturali (es. cotone, lino), riparati la testa con un

Leggi di più...

Caldo killer, 1.700 morti

Caldo killer, 1.700 morti in Spagna e Portogallo nel 2022 Caldo rovente in tutta Europa. “Quest’anno abbiamo già assistito a più di 1.700 decessi solo in Spagna e Portogallo”, fa sapere l’Oms Europa sottolineando che “il cambiamento climatico non è un fenomeno nuovo”. E le conseguenze del climate change “stanno crescendo anno dopo anno con esiti disastrosi”, afferma il direttore regionale dell’agenzia, Hans Kluge. “Il calore estremo uccide”, avverte, ricordando che “negli ultimi decenni centinaia di migliaia di persone sono morte”.   Adesso però “gli incendi boschivi, ben noti per gli effetti disastrosi nell’Europa meridionale, si stanno osservando fino alla Scandinavia – sottolinea Kluge – A Londra, questa settimana, 41 case sono andate distrutte per incendi”. Oltre ai roghi, “l’esposizione al calore estremo spesso esacerba problemi di salute preesistenti. Il colpo di calore e altre gravi forme di ipertermia causano sofferenza e morte prematura”, con “bambini e anziani particolarmente a rischio”.  L’Oms Europa – spiega l’agenzia in una nota –

Leggi di più...

Clima, 2022 è sesto anno più caldo di sempre

Italia tra le più bollenti Il 2022 al sesto posto tra gli anni più caldi mai registrati nel pianeta. E’ quanto emerge dall’analisi della Coldiretti sulla base delle elaborazioni dei dati relativi al primo semestre 2022 della banca dati Noaa, il National climatic data centre che registra le temperature mondiali dal 1880. ”La tendenza al surriscaldamento è evidente quest’anno che si classifica fino ad ora al sesto posto tra i più caldi mai registrati nel pianeta con la temperatura sulla superficie della terra e degli oceani, addirittura superiore di 0,85 gradi rispetto alla media del ventesimo secolo”, si legge.   La prima metà dell’anno è stata caratterizzata da temperature superiori alla media su gran parte del globo con valori più alti negli oceani Pacifico e Nord Atlantico come pure in alcune aree di Asia, Africa e Nord America. In particolare Oceania ed Europa hanno fatto segnare il settimo semestre più caldo mai registrato anche per effetto delle temperature bollenti a

Leggi di più...

Estate Nojana 2022

La grande musica di Francesco Renga, il NoJazz alla seconda edizione, il rock del Noja’s Rock ma anche cabaret, cinema e tradizioni Musica, cultura, intrattenimento ma anche cinema all’aperto, presentazioni di libri, fotografia e grandi nomi. Il programma dell’estate di Noicàttaro, presentato questa mattina al Palazzo della Cultura, dagli assessori allo Sviluppo del Territorio Germana Pignatelli, Vito Santamaria, dal sindaco Raimondo Innamorato e dal consigliere delegato alla programmazione di eventi Giacomo Innamorato, è ricco di proposte fino a settembre.  Un crescendo di appuntamenti cominciati già a maggio e giugno che arriva fino a settembre. Tra i big Francesco Renga in piazza Dossetti, sabato 23 luglio alle ore 21, i Panama, domenica 24 luglio, il Festival del NoJazz alla sua seconda edizione e il ritorno del Noja’s Rock Festival dal 5 al 7 agosto. Non solo musica, l’estate nojana sarà anche cabaret e intrattenimento con Tommaso Terrafino, sabato 20 agosto in piazza Dossetti alle 21, con uno spettacolo dal titolo “Vivo

Leggi di più...

Centrale Eolica a “Iurefalco”

Arrivate le prime due torri con “trasporto eccezionale” Sono arrivati nei giorni scorsi i primi due “trasporti eccezionali” per la realizzazione della Centrale Eolica in località “Iurefalco”, nel territorio di Sannicandro di Bari ma visibile anche da Cassano, in direzione Grumo Appula. Qui la società “Micropower”, una srl unipersonale con sede a Cesena, sta impiantando una Centrale da 6 aerogeneratori per una potenza complessiva di 15 MW, autorizzata dalla Regione Puglia nel maggio 2019. In realtà la richiesta da parte della società era di un parco con capacità complessiva di 50 MW dunque con un numero almeno triplo di torri eoliche (20 in totale) ma la Regione e quindi la Città Metropolitana alla presentazione della Valutazione di Impatto Ambientale chiesero di ridimensionare il progetto, scendendo alle attuali sei torre, dall’indiscutibile impatto visino, anche da Cassano. Il nostro Comune, nel 2019, si espresse favorevolmente così come altri Comuni, Enti e società: la sola ad opporsi fu la “Sezione Tutela e valorizzazione

Leggi di più...

“Cammino Materano”, Aloisio: “lo rafforzeremo”

Proficuo incontro, iri presso la Regione Puglia, tra l’Assessore al Turismo del Comune di Cassano delle Murge Ivan Aloisio e Angelofabio Attolico, Responsabile Cammini e Itinerari Culturali della Regione Puglia e creatore del “Cammino Materano” che congiunge Bari a Matera passando per diversi comuni fra cui Cassano. L’occasione è stata data da un Workshop Creativo, un incontro riservato a enti pubblici locali italiani aderenti alla “Rotta dei Fenici – Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa”, per fare il punto sulle strategie per l’Italia per il periodo 2022-2025: governance, idee, progetti e visioni, anche nella prospettiva delle celebrazioni del XX Anniversario della Rotta dei Fenici nel 2023. “Ribadendo la piena disponibilità del Comune di Cassano delle Murge a spingere ulteriormente il Cammino Materano a livello internazionale – si legge in una nota dell’Assessore – abbiamo manifestato l’impegno per far diventare seriamente protagonista la nostra città in questo progetto grazie alla sua centralità geografica e strategica lungo il Cammino Materano”. 

Leggi di più...

Il 20 luglio “Cena in fiore” ad Acquaviva

L’Associazione di Promozione Sociale ‘Amici dell’Ambiente’ presenta mercoledì 20 luglio alle ore 20.00 nell’Atrio di Palazzo De Mari la “CENA IN FIORE”. Etica, estetica, eleganza, ecologia, educazione sono questi i cinque principi cardine dell’evento estivo finalizzato alla socializzazione dei partecipati. Start ore 18:00 per allestimento dei tavoli. Incuriositi abbiamo rivolto qualche domanda alla Presidente Milena Masiello che ci dice prontamente: “Siete invitati a partecipare alla cena floreale. Sarà emozionante e divertente! Paradossalmente questa è una delle situazioni in cui il cibo non è l’elemento principale”. Entrando nel dettaglio… quali indicazioni seguire? “Vestitevi a tema, dedicatevi all’allestimento della tavola, che sarà la vera regina della serata. Organizzatevi tra amici e suddividetevi i compiti, perché questo è l’unico modo per fare una bella tavolata. È consigliato usare tessuti, porcellana e vetro. Evitiamo la plastica! Siate creativi, abbellite con fiori, candelabri, piantine, centrotavola, lanterne, sbizzarritevi con la fantasia!” Cosa portare? “Quishes, riso freddo, couscous, tartine, insalate, macedonia e come dolci crostate e torte

Leggi di più...

Rifiuti, l’Assessore Aloisio incarica la P.L.

Sono ben 53 le strade, i viali, i tratti di “provinciale” che l’Assessore comunale all’Ambiente Ivan Aloisio ha chiesto alla Polizia Locale di Cassano delle Murge di monitorare per quanto riguarda l’abbandono dei rifiuti. Dalla strada per Adelfia alla contrada di “Pezza della Stella”, dalle strade comunali alle aree della Zona Artigianale passando per i tratti di strada costeggiati dal “Cammino Materano”, gli Agenti dovranno effettuare una accurata ricognizione, verificare lo stato dei luoghi, scattare foto ed eventualmente dare indicazioni di massima sulla tipologia dei rifiuti e sulla superficie interessata. “Questa azione – spiega in una nota l’Assessore Aloisio – è propedeutica per partecipare all’annunciato Bando Regionale per ricevere fondi destinati ai Comuni per la rimozione dei rifiuti dai luoghi pubblici: dobbiamo farci trovare pronti per quando il Bando sarà pubblicato, con informazioni certe e documentabili e cercare di ottenere il finanziamento”. La richiesta alla PL contiene nel dettaglio tutte le strade che solitamente vengono prese di mira dagli zozzoni che pur di non

Leggi di più...

Incendio Roma, aperta inchiesta per rogo colposo

La procura di Roma ha aperto un’inchiesta sul vasto incendio divampato ieri pomeriggio nell’area a Nord della Capitale, che ha interessato diverse zone da Pineta Sacchetti a Valle Aurelia e Balduina. Nell’indagine avviata a piazzale Clodio, al momento, si procede per l’ipotesi di incendio boschivo colposo a carico di ignoti. Nelle prossime ore è attesa in procura ulteriore documentazione sui roghi che sono ancora in corso di spegnimento. Le fiamme ieri hanno danneggiato alcune strutture in legno di un centro sportivo e in un altro circolo in via Ettore Stampini sono stati evacuati alcuni bambini a causa del denso fumo che era visibile a km di distanza in diversi quartieri della capitale. Anche alcune abitazioni sono state evacuate a scopo precauzionale, in particolare su via Proba Petronia a Balduina. Adnkronos

Leggi di più...

Lama San Giorgio: accolta l’istanza cautelare

Accolta l’istanza cautelare inerente il ricorso contro il nodo ferroviario che attraversa Lama San Giorgio. Innamorato: “Oggi vinciamo una battaglia di civiltà per la tutela dell’ambiente” Accolta l’istanza cautelare inerente la sospensione dell’efficacia della delibera di Giunta Regionale num. 130 del 15 febbraio 2022 e degli atti antecedenti, in ordine al rinnovo dell’autorizzazione paesaggistica per il progetto del nodo ferroviario che attraversa Lama San Giorgio e che precluderebbe l’istituzione del Parco Regionale che i Comuni interessati stanno promuovendo. Il Comune di Noicàttaro si è costituito condividendo le linee difensive dei ricorrenti tra i quali i comitati ambientalisti come “Le vedette della Lama”. L’ordinanza del Tribunale Amministrativo Regionale è arrivata questa mattina, disponendo la sospensione della deliberazione di Giunta Regionale e tutti gli atti antecedenti con i quali veniva rilasciata l’autorizzazione paesaggistica alla realizzazione dell’opera. Il TAR ha accolto la sospensiva contro, tra gli altri, Regione Puglia, Città Metropolitana, Soprintendenza e Rfi, sospendendo gli atti e ordinando a Regione Puglia il

Leggi di più...

Gas, grano, acqua

La tempesta perfetta delle materie prime Che le materie prime sarebbero diventate un terreno di scontro, e quindi una profonda criticità, era prevedibile. Che venissero a mancare, insieme, gas, grano e acqua meno. Le conseguenze della guerra in Ucraina dopo l’invasione della Russia e di una crisi geopolitica che tende quotidianamente ad allargarsi, si sommano al cambiamento climatico. Sembra una tempesta perfetta che riporta indietro a periodi lontani della storia. Parlare di carestia e di siccità come fatti concreti, e non come rischi potenziali, sposta l’attenzione sull’economia reale, anche se restano stretti i legami con le potenziali turbolenze finanziarie, visto che anche i mercati scontano il rialzo dell’inflazione e la politica monetaria necessaria a contenerla.   L’allarme arriva da più fronti. Partendo da quello industriale, le parole del presidente di Confindustria Carlo Bonomi restituiscono la percezione del rischio che si sta correndo. “Non possiamo non guardare con grande preoccupazione l’escalation congiunturale dei prezzi delle materie prime e dei prezzi dell’energia

Leggi di più...

Siccità Italia, “verso lo stato di emergenza”

Il caldo africano e la mancanza di pioggia aggravano l’emergenza siccità in Italia. Le Regione chiedono l’intervento del Governo e secondo il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, “ci sono le condizioni per arrivare a dichiarare lo stato di emergenza”. “Le Regioni hanno ragione e il Governo condividerà un percorso, dobbiamo sostenere il comparto agricolo, un settore che garantisce anche la manutenzione del territorio. E’ un momento di grande difficoltà ed è doveroso da parte del Governo condividere i percorsi con le Regioni”, ha detto il sottosegretario alla Salute Andrea Costa ospite di ‘Buongiorno’ su SkyTg24. LAZIO – Nel Lazio sarà procalamato lo stato di calamità naturale, ha detto il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, spiegando che “servirà ad adottare immediatamente le prime misure di contenimento perché dobbiamo prepararci a una situazione che sarà molto critica e dovrà basarsi sul risparmio idrico da tutte le attività, a cominciare dai consumi familiari”. Per il momento tuttavia, non c’è nessun rischio razionamento

Leggi di più...

Caronte, caldo, afa e siccità

Cosa dice il meteorologo Il caldo perdurerà ancora sull’Italia, temporali, ma non risolutivi, sono previsti sulle Alpi occidentali, ma molto circoscritti e non porteranno grande refrigerio. Le estati così calde, con temperature che sfiorano anche i 40 gradi sono ormai un trend consolidato. Secondo quanto riferito all’Adnkronos dal meteorologo Antonio Sanò di IlMeteo.it, “la situazione questa settimana, come nelle prossime due settimane è di caldo estivo perché si sta espandendo l’ennesimo anticiclone Africano, battezzato ‘Caronte’, che ormai sta caratterizzando questa prima parte dell’estate”.   “Di fatto negli ultimi anni questo anticiclone ha fatto la parte del leone – ha aggiunto Sanò – contrariamente a quanto avveniva normalmente con l’anticiclone delle Azzorre, oceanico, che porta un caldo meno intenso. Negli ultimi 20 anni ha prevalso quello africano e questo è già una eccezionalità, quello che prima avveniva qualche giorno all’anno adesso è quasi la norma. Per i prossimi giorni quindi la situazione non migliorerà, forse ci saranno temporali sulle montagne, sulle

Leggi di più...

Parco Regionale “Lama San Giorgio e Giotta”

Riattivare la procedura di concertazione tra Regione Puglia e ogni altro Ente interessato per riprendere l’iter di istituzione del Parco Regionale “Lama San Giorgio e Giotta”. È l’obiettivo della comunicazione inviata alla Regione Puglia da cinque Comuni sottoscrittori, con il Comune di Noicàttaro primo firmatario, interessati dall’attraversamento delle lame San Giorgio e Giotta per sollecitare la ripresa dell’iter finalizzato all’istituzione del Parco Naturale. “Non possiamo più procrastinare – dichiara il sindaco di Noicàttaro Raimondo Innamorato – in quanto i nostri territori hanno già avviato percorsi virtuosi, anche mediante finanziamenti regionali e ministeriali, con l’obiettivo di valorizzare l’ambiente storico – naturalistico da cui i nostri territori sono caratterizzati. Per questo oggi è necessario riprendere le fila di un discorso che si è interrotto da troppo tempo”.  Alla proposta di istituzione del Parco Naturale Regionale “Lama San Giorgio e Giotta”, durante la concertazione Regione-Comuni nel 2002, hanno aderito i Comuni di Bari, Casamassima, Gioia del Colle, Noicàttaro, Rutigliano, Sammichele di Bari e

Leggi di più...