Turchia, condannato a 8.658 anni per abusi sessuali

0:47 | | No Comment

Turchia, predicatore tv condannato a 8.658 anni per abusi sessuali

(Adnkronos) – Il predicatore televisivo Adnan Oktar è stato condannato in Turchia a 8.658 anni di prigione per aggressioni sessuali e abusi su minori. Descritto come il leader di una setta, Oktar, che amava circondarsi di giovani donne che chiamava le sue ‘gattine’, possedeva una televisione, su cui trasmetteva i suoi sermoni religiosi, con i quali si opponeva in modo particolare all’evoluzionismo.  

La condanna del tribunale di Istanbul arriva a conclusione di un nuovo processo, nei confronti di Oktar e centinaia di suoi seguaci, dopo che era stato annullato un primo processo in cui il predicatore era stato condannato a 1075 anni per una lunghissima lista di accuse che comprendono anche l’evasione fiscale, la partecipazione ad organizzazione criminale e la violazione della legge anti-terrorismo.  

Al momento del suo arresto, nel 2018, Oktar aveva detto che le accuse contro di lui erano “bugie” e aveva puntato il dito contro “il deep state britannico”, che era uno degli obiettivi ricorrente dei suoi sermoni. Tra le accuse a lui contestate, anche quella di avere legami con l’imam in esilio Fethullah Gulen, accusato dal governo turco di aver organizzato il fallito golpe del 2016.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPECIALE ESTERI



SPECIALE SALUTE