“Troppe vittime, Russia difficoltà reclutamento”

12:26 | | No Comment

“La carenza di personale delle forze armate russe potrebbe costringere la Difesa russa a ricorrere al reclutamento non tradizionale di risorse militari, fra le quali personale dalle prigioni russe per la compagnia militare privata Wagner”. Lo scrive su Twitter l’intelligence britannica, spiegando questa eventuale mossa come “una difficoltà nel sostituire il numero significativo di vittime” della Russia nella guerra in Ucraina.

Secondo il ministero della Difesa britannica, aggiunge il rapporto, “le truppe russe continuano a ottenere piccoli guadagni territoriali nell’oblast di Donetsk con la Russia che afferma di aver preso il controllo della città di Hryhorivka. Le forze russe continuano anche il loro assalto lungo la principale rotta di rifornimento E-40, verso le città di Slovyansk e Kramatorsk”.

“È probabile – conclude il rapporto – che le forze russe mantengano la pressione militare sulle forze ucraine mentre si raggruppano e si ricostituiscono per ulteriori prossime offensive”.

Ucraina, Russia: “Rischio scontro tra potenze nucleari per colpa Usa”

“Washington ed i suoi alleati sono pericolosamente in bilico sull’orlo di un aperto scontro militare con il nostro Paese e ciò significa un conflitto armato diretto tra potenze nucleari”. Lo ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova.

Facendo riferimento alle forniture occidentali di armi al governo di Kiev, la portavoce ha accusato gli Stati Uniti di aver provocato un “aggravamento della crisi ucraina” e, di conseguenza, di aver aumentato i rischi di uno scontro con Mosca.

Zakharova ha infine criticato il primo ministro giapponese, Fumio Kishida, per le dichiarazioni sulla minaccia nucleare posta dalla Russia. È “assolutamente inaccettabile” ritrarre la Russia come un Paese che minaccia gli altri Stati con armi nucleari, ha affermato.

In precedenza il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha riferito che “al momento non ci sono discussioni in corso” sulla possibile ripresa dei negoziati tra Russia e Ucraina. Secondo Peskov, la questione non è stata nemmeno affrontata nel corso della telefonata di ieri tra il presidente russo, Vladimir Putin, ed il suo omologo turco, Recep Tayyip Erdogan.

Ucraina: droni colpiscono ad Energodar palazzo Ssu occupato da russi, il sindaco ‘una provocazione’

Battaglia di rivendicazioni e accuse circa il bombardamento del palazzo del Servizio di sicurezza dell’Ucraina ad Energodar temporaneamente occupata. Per il sindaco Orlov è una provocazione delle forze di occupazione russe mentre questa mattina i media russi riferivano che i bombardamenti della scorsa notte ai locali della Ssu, occupati da personale militare russo, erano stati condotti dalle forze armate ucraine.

Sulla pagina telegram di Energodar si legge che gli attacchi con droni sono stati due: “il primo verso le 00.40, il secondo tra le 3.40 e le 4.20”; che “i locali erano occupati da militari russi”; che “è stato registrato un colpo diretto all’edificio”; e che “non ci sono dati sulle vittime, poiché gli occupanti trattengono qualsiasi informazione”.

Ucraina, Russia: “In fase di sviluppo nuovo missile killer di portaerei”

“Killer di portaerei”. Viene descritto così un missile balistico destinato alla Marina, lo ‘Zeemvik’, che la Russia afferma essere “in fase di sviluppo”. La notizia viene riportata dall’agenzia russa Tass. “Il missile balistico ipersonico ‘Zmeevik’ è in fase di sviluppo da molto tempo – ha detto una fonte militare all’agenzia – Sarà concepito per distruggere grandi bersagli di superficie, soprattutto portaerei”. Secondo le fonti, il missile avrebbe caratteristiche simili a quelle dei missili balistici cinesi Df-21D e Df-26, con una gittata fino a 4.000 chilometri.

Adnkronos