Boris Johnson pronto a dimettersi dalla guida dei Tory

12:39 | | No Comment

Secondo la Bbc un nuovo primo ministro dovrebbe entrare in carica “in autunno”.

Il primo ministro britannico, Boris Johnson, ha deciso di dimettersi e lo farà oggi. Lo annunciano diversi media britannici, che riferiscono anche di un colloquio con la regina Elisabetta II. La Bbc precisa che un nuovo primo ministro dovrebbe entrare in carica “in autunno”. Johnson si dimetterà dalla carica di leader conservatore e continuerà a ricoprire la carica di Primo Ministro fino all’autunno. Quest’estate – sottolinea la stessa fonte – si svolgerà una corsa alla leadership dei conservatori e un nuovo primo ministro sarà in carica in tempo per la conferenza del partito Tory di ottobre.

La decisione dopo l’uscita di decine di ministri e collaboratori, oltre 50, che hanno lasciato il proprio incarico nel governo in polemica con il premier a causa di una serie di scandali. Vari ministri stamattina avevano annunciato le dimissioni: il ministro per l’Irlanda del Nord Brandon Lewis, secondo il quale l’esecutivo colpito dallo scandalo è ormai “oltre il punto di non ritorno”, quello per la sicurezza Damian Hinds e il ministro per la Scienza George Freeman. L’ultimo è il ministro della Giustizia, James Cartlidge. Anche Nadhim Zahawi, nominato cancelliere dello scacchiere martedì dopo le dimissioni di Rishi Sunak, ha chiesto via Twitter al premier di dimettersi.

Johnson ha cercato di resistere e non cedere alle richieste di dimissioni anche da parte dei suoi fedelissimi, ma alla fine ha dovuto farlo. Sono lontanissimi i giorni del trionfo, al suo debutto a Downing Street nel 2019 con la promessa di realizzare la Brexit, per il leader conservatore ieri è stato il suo giorno più difficile da quando è in carica, circondato da vicende imbarazzanti e da una raffica di accuse.

Anche la vicepresidente del partito Tory,  Caroline Johnson, ha rassegnato le sue dimissioni. Una decisione che ”non è stata presa alla leggera”, spiega, riconoscendo ”il  privilegio” di ricoprire la sua carica. “E’ con grande tristezza,  tuttavia, che riconosco che nel tempo l’effetto cumulativo dei vostri  errori di giudizio hanno sperperato la buona volontà del nostro grande Partito”, ha scritto Johnson al Primo Ministro. “Credo che tentare di restare quando c’è la scritta sul muro non può che danneggiare il nostro Partito e quindi il nostro Paese”.

Le dimissioni sono “una buona notizia” ma “non abbiamo bisogno di cambiare i Tory al vertice, abbiamo bisogno di un vero cambio di governo” dice il leader dell’opposizione laburista Keir Starmer.