Mia Fair: per chi ama la fotografia

11:28 | | No Comment

La primavera della fotografia è pronta a sbocciare a Milano. Dal 28 aprile al 1° maggio MIA Fair – Milan Image Art Fair porterà negli spazi di Superstudio Maxi 97 espositori italiani e internazionali, in un appuntamento irrinunciabile per collezionisti e appassionati dell’arte dell’obiettivo. In evidenza talenti e tendenze di un linguaggio sempre più amato per la sua capacità di dar voce alle emergenze del presente, che nella fiera creata da Fabio e Lorenza Castelli presenta il suo volto di ricerca e di frontiera, aperto verso le altre espressioni artistiche contemporanee. 

Florence Di Benedetto, La festa è finita, 2021 I Courtesy Glauco Cavaciuti

Novità fondamentale dell’XI edizione è l’entrata di MIA Fair nel Gruppo Fiere di Parma, con prospettive di crescita e di espansione internazionale che già nel 2023 prenderanno corpo in importanti appuntamenti all’estero. “Consideriamo quella che sta per inaugurare l’edizione zero di una nuova avventura che ci vede unire le forze con Fiere di Parma, con l’obiettivo di dare ulteriore impulso al mercato della fotografia e di attrarre gli investimenti non solo dei collezionisti e dei buyer internazionali, ma anche di stimolare l’interesse del pubblico appassionato d’arte e, in particolare, di fotografia”, annunciano i Castelli.

Ziqian Liu, Symbiosis, 2021. Giclée print on Hahnemule Photo Rag. Edizione di 3 + 2 pa I Courtesy Paola Sosio Contemporary Art

Il rinnovamento si riflette anche nella nuova immagine coordinata della manifestazione, firmata dall’artista olandese Larissa Ambachtsheer con opere tratte dalla serie You Choose, I seduce (2017): un’indagine sul comportamento umano e sul rapporto tra cibo e colore, che attraverso insolite nature morte si interroga sulle nostre percezioni e sul potere delle immagini. 

Laetitia Ky, Afric’Hair, 2022 I Courtesy LIS10 Gallery 

Oltre alla ricca Main Section con le gallerie scelte dal direttore Fabio Castelli, da Gigliola Foschi ed Enrica Viganò, da Superstudio Maxi troveremo numerosi progetti speciali, i vincitori dei premi di MIA Fair e la mostra Quei temerari delle strade bianche. Nuvolari, Varzi, Campari e altri eroi alla Cuneo – Colle della Maddalena, dedicata a una sfida automobilistica entrata nel mito.

Gabriele Basilico, Hardelot Plage, 1985. Stampa ai sali d’argento, edizione di 15 I Courtesy Gabriele Basilico / Photo&Contemporary

Scultura, pittura e installazioni dialogano con la fotografia nella sezione Beyond Photography – Dialogue, curata da Domenico de Chirico, mentre il progetto La Nuova Scelta Italiana valorizza il lavoro di tre artisti selezionati come eredi dei grandi maestri del Belpaese. Invisibile, a cura di Denis Curti, racconta in 21 immagini gli ultimi 15 anni di ricerca di Roberto Polillo, tra i fotografi italiani più noti sulla scena internazionale: dai ritratti dei protagonisti del jazz ai viaggi in 25 paesi del mondo, dal Marocco alla Cambogia, dall’India al Giappone.

Andrea Tirindelli, Oltre il visibile della natura, 2021. Stampa fine art su carta cotone hahnemule, edizione di 5 I Courtesy Made4Art

Animica di Barbara Pigazzi ci conduce invece nella laguna veneta tra Padova e Venezia, alla scoperta della luce, delle persone e della natura di un luogo Patrimonio Unesco, mentre Dutch Talent Pavillion presenta alcuni dei più originali fotografi contemporanei olandesi. Il rapporto dell’uomo con l’ambiente, l’innovazione tecnologica tra intelligenza artificiale, NFT e metaverso, lo sport come strumento di pace, salute e benessere sono i temi che i progetti dell’XI edizione della fiera declinano secondo prospettive nuove e sperimentali.

Photo Laurent Chehere I Courtesy MIA Fair

Sono davvero tante le collaborazioni messe in campo da MIA Fair nel 2022, che da dieci anni può contare sul sostegno di Eberhard & Co e BNL BNP Paribas: tra i soggetti coinvolti troviamo il Regno di Olanda, la fiera di fotografia di Los Angeles Photo Independent, Gruppo Mondadori, la Olympic Foundation for Culture and Heritage, SNAM, l’Università Vita-Salute San Raffaele e il Centro di Ricerca Advanced Technology in Health and Well-Being, lo CSAC di Parma, Irinox, Sky Arte, Bit For Fun, Archivio Carlo Orsi, ciascuno legato a un premio o a un progetto fotografico in mostra. 

Archivio Letizia Battaglia I Courtesy Galleria Alberto Damian

Tra le iniziative attivate per coinvolgere attivamente il pubblico, spiccano infine il workshop “Instagram e fotografia: 10 profili per ispirarsi” condotto da Orazio Spoto, esperto di comunicazione digitale, cofondatore di Newmi B Corp e presidente di Instagramers Italia ETS, e la challenge Instagram sul tema dell’amore (#AmoreMiaFair). 

Irene Kung, Quieting the Mind, Monastery Tibet 2021. Stampa digitale su carta cotone, edizione di 8 I Courtesy Alessia Paladini Gallery

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.